Reyer Venezia, De Raffaele: "A Bologna con la Virtus fondamentale controllare i rimbalzi"

Reduce dal ko interno nel debutto stagionale in Eurocup per mano del Partizan Belgrado, la Reyer Venezia si rituffa in campionato. E la terza giornata vede i Campioni d’Italia tornare nuovamente in campo in quel di Bologna dove, ad una settimana dalla sconfitta subita per mano della Fortitudo, stavolta affronteranno la Virtus. Queste le dichiarazioni prepartita di coach Walter De Raffaele.

Andiamo ad affrontare la Virtus Bologna, squadra di grande qualità, che ha molti giocatori in grado di fare la differenza, al di là della presenza o meno di un campione come Teodosic” – spiega De Raffaele – “Una squadra anche in salute, reduce da vittorie sia in campionato che in coppa. Quindi sarà una partita di alto livello. Da parte nostra, non c’è dubbio che l’obiettivo sia andare a Bologna per provare a vincere“.

Sappiamo che ci aspetta una partita difficile, ma in questo momento miriamo a fare quei passi avanti che si sono visti già col Partizan, cercando di trovare qualche equilibrio anche diverso rispetto anche alle ultime uscite e sapendo comunque che anche questa sarà una partita molto fisica. Sarà fondamentale controllare i rimbalzi e anche a contenere quelle che sono le folate offensive dei loro giocatori di punta“, continua il coach dei Lagunari.

Tra questi, certamente la mente illuminata di Markovic, il braccio armato di Weems e Gaines, ma non mi dimenticherei neanche delle qualità di Ricci nell’aprire il campo. Quindi, una squadra da considerare in tutto il suo complesso” – conclude De Raffaele – “Ripeto, noi dovremo mettere molta attenzione in questo momento alle nostre cose, perché abbiamo la necessità di proseguire, di progredire, di migliorare, per cercare di portare a casa una vittoria su un campo difficile“.

 

Dichiarazioni a cura di Ufficio Stampa Reyer.

Commenta
(Visited 66 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.