Salerno, ufficiale l'ala/pivot Zucca: "Pronto a dare il massimo"

“La Virtus Arechi Salerno targata Centro di Riabilitazione Lars è lieta di annunciare con estrema soddisfazione l’ingaggio dell’ala/centro classe 1996 Dario Zucca (203cm). Tradotto, inizia con il botto la campagna di rafforzamento del club blaugrana. Inizia di fatto con il tesseramento di chi nella scorsa stagione, grazie alla mano educata da tre punti e alle capacità in post basso, ha inanellato numeri impressionati con indosso la casacca di Torrenova, il tutto senza dimenticare le oltre 200 gare giocate in Serie A2 nel corso della sua carriera.

La carriera del neo blaugrana: Dopo aver mosso i primissimi passi nell’Esperia Cagliari, il neo blaugrana cresce alla Reyer Venezia dove dopo tanto settore giovanile, non solo in oro-granata ma anche con l’azzurro della Nazionale, debutta in Serie A a soli 18 anni. Nel 2015-16 con Valsesia in B prende il via la carriera da senior, annata condita dagli 8.6 punti di media nella stagione regolare e dai 10 nei playoff. Numeri che attirano l’attenzione di Chieti che lo riporta immediatamente in Serie A2, a seguire poi gioca per Montegranaro, Bergamo dove raggiunge la semifinale playoff, Rieti e Pistoia. Infine nella scorsa stagione decide di accettare la proposta di Torrenova, rivale della Virtus nel girone D, dove in pratica si attesta come uno dei giocatori più forti della categoria. Nel corso della fase regolare viaggia con il 30% da tre (quota 40% nei playoff) e il 52% da due, ma si laurea anche 3° miglior marcatore del girone con 489 punti realizzati e 5° miglior rimbalzista con 253 palloni catturati nei due pitturati.

Le prime parole di Zucca da giocatore della Virtus: “Sono diversi i motivi che mi hanno spinto ad accettare Salerno. Nella scorsa stagione la squadra ha messo in mostra un gioco piacevole e divertente, il coach non ha bisogno di presentazioni, il club è un club di primo livello e poi mi dicono anche che la città è molto bella. Arrivo con tante motivazioni, posso garantire che darò il massimo dall’inizio alla fine. Le pressioni mi piacciono e mi stimolano a dare sempre di più, ovviamente sarà importante tenere i piedi per terra ma avere sempre la voglia di voler fare bene. Per fare bene, però, sarà fondamentale creare sin da subito un gruppo unito e compatto, questa può diventare l’arma decisiva. La B? L’anno scorso sono ritornato dopo tanti anni di assenza e ho trovato un campionato fisico ma anche tecnico, in più rispetto alla Serie A2 ho notato molta varietà negli stili di gioco”.

La presentazione del ds Pino Corvo: “Siamo soddisfatti per l’arrivo di Dario che con grande entusiasmo ha subito sposato il progetto Virtus. A Torrenova nell’ultima stagione ha dimostrato tutto il suo valore, ci auguriamo che anche in blaugrana possa mettere in mostra tutto il suo talento. La sua capacità di saper giocare sia vicino che lontano da canestro ci permetterà di poter avere più soluzioni offensive, e questo è stato sin da subito uno dei principali obiettivi che si siamo prefissi con coach Di Lorenzo quando abbiamo deciso la tipologia del roster della prossima stagione. Ma se l’ingaggio di Zucca è stato possibile, gran parte del merito va al nostro presidente Nello Renzullo che come sempre ha nel suo cuore la Virtus e i suoi tifosi”.”.

Fonte: ufficio stampa Virtus Arechi Salerno

Commenta
(Visited 66 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.