La Dinamo vince anche gara-4 e raggiunge Milano in semifinale, Brescia eliminata

Il Banco di Sardegna Sassari supera la Germani Brescia in volata in Gara 4 e vola in semifinale in cui affronterà l’A|X Armani Exchange Milano. I lombardi – privi di Della Valle e Gabriel – sfruttano subito le accelerazioni di Mitrou-Long (38 punti con 7/14 da tre, 7 assist, 6 falli subiti) e l’esperienza di Moss per replicare a un Bilan (18 punti, 5 rimbalzi e 7 falli subiti) inarrestabile sotto canestro (9-7). A ridosso della boa di metà primo periodo, tuttavia, Sassari alza decisamente la propria pericolosità in contropiede e capitalizza con Robinson (9 punti, 6 assist e 7 falli subiti) e soprattutto Burnell (21 punt), volando sul 20-9. Questo break di 11-2 viene interrotto dalla bomba di Mitrou-Long e dall’orgoglio di un super Petrucelli (14 punti e 4 assist), bravo a punire da lontano la difesa avversaria (24-17). Al termine di un pimpante quarto di apertura, i liberi di Gentile (6 punti e 5 rimbalzi) e Devecchi rispondono a Burns e al taglio di Moore del 30-23.

Grazie ai centri da tre punti di Laquintana e Mitrou-Long, Brescia riesce anche a toccare il -5 ma le accelerazioni fulminanti di Robinson replicano alle iniziative di Brown e compagni (38-32). Sassari resta molto cinica specialmente in contropiede nel punire gli errori avversari e ingrana di nuovo le marce alte grazie ai primi squilli di Kruslin (11 punti) e Logan (11 punti), oltre al solito Bilan in post-basso (51-40). Sul finire del primo tempo e dopo i liberi del +13 di Burnell, Mitrou-Long si scatena tra assist per Cobbins (17 punti e 11 rimbalzi) e Burns, triple e super penetrazioni al ferro. Con gli avversari distanti solo 4 lunghezze, Treier segna l’importante bomba del 60-53 con cui si chiude il secondo periodo.

La ripresa poi si apre con Mitrou-Long a siglare la sesta tripla di serata ma la Dinamo non si fa sorpassare, grazie alle risposte con la stessa moneta di Kruslin e Burnell (68-60). Ancora una volta, tuttavia, il cuore della Germani tiene ancora in equilibrio la sfida e, dopo i liberi mandati a bersaglio da Moss e Cobbins, si fa sotto sul -2. Il blackout dei padroni di casa si interrompe con gli otto punti in un amen che mettono in partita Bendzius (11 punti e 8 rimbalzi), a cui rispondono solo parzialmente i liberi di Cobbins e Brown (78-71 dopo 30’).

Lo spettacolo continua anche nell’ultimo periodo, quando Mitro-Long raggiunge quota 30 punti realizzati e il duo Kruslin-Logan gli risponde immediatamente (83-74). Poi anche Petrucelli cerca di contribuire alla causa bresciana in penetrazione e insaccando la bomba – sempre su assist di un inarrestabile Mitrou-Long – dell’85-83 a 5’ dal termine. Ci pensa poi Bilan allora a banchettare dal post-basso, regalando anche un assist a Robinson e replicando così alle penetrazioni del solito Mitrou-Long (92-87). Entrando negli ultimi 3’ di partita, Cobbins viene ben pescato sotto canestro, Brown accorcia dalla lunetta e poi Cobbins firma il canestro del primo sorpasso bresciano sul 92-93 con 100” ancora da giocare. Dopo gli errori di Robinson e Mitrou-Long, Bilan manda a bersaglio i due liberi del controsorpasso. Poi però Brescia perde palla e Robinson si invola dall’altra parte per allungare sul 96-93. Cobbins tiene ancora in vita la Germani con la schiacciata del -1, Kruslin successivamente subisce fallo intenzionale, fa 0/2 dalla lunetta ma Bendzius cattura il rimbalzo in attacco e poi la mano di Logan non trema per il 98-95. L’ultima chance finisce nelle mani di Mitrou-Long ma la sua bomba del potenziale pareggio si spegne sul ferro.

Comunicato a cura di: Sito Ufficiale Lega Basket Serie A

Commenta
(Visited 41 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.