Sassari in trasferta a Cremona, Bucchi: "C'è voglia di tornare in campo e giocare"

La Dinamo Banco di Sardegna è tornata in palestra al completo da un paio di giorni in vista del ritorno in campo: domenica, palla a due alle 12, Jack Devecchi e compagni sono attesi a Cremona per la sfida della 15°giornata di regular season.

Ad analizzare il ritorno sul parquet ai microfoni di Dinamo TV è coach Piero Bucchi: “Approcciamo con la voglia di giocare, i ragazzi stanno facendo dei buoni allenamenti con la voglia di tornare campo e di giocare: è chiaro che abbiamo una condizione atletica non omogenea perché abbiamo qualcuno che non si è mai fermato e altri che hanno dovuto fare uno stop di 8-9 giorni. Ma stiamo cercando di ritrovare il ritmo e l’intensità giusta, lavorando con buona attitudine”.

Tra rinvii e squadre ferme qual è il quadro che si delinea nella massima serie?

“Dobbiamo conviverci, è un momento particolare in cui il Covid sta influenzando molto: ci vuole molto buon senso per organizzare tutto con l’obiettivo comune di salvaguardare il campionato”.

Che partita si aspetta al PalaRadi?

“Loro sono una squadra che quest’anno ha risentito degli infortuni, sono una buona squadra che può contare su un ottimo gruppo di italiani ed è allenata da un tecnico che stimo molto. Siamo consapevoli che sarà una partita complicata, molto difficile oltretutto lo scorso anno -come mi ricordava il mio staff- alla ripresa dal covid entrambe le volte sono stati sempre presenti e pronti. Loro hanno avuto tante positività ma sono sicuro che incontreremo una squadra che sta recuperando”.

In una recente intervista non ha nascosto la volontà di dare continuità a quanto sta facendo a Sassari…

“Questa è una società tra le prime in Italia, credo che il presidente in questi anni abbia costruito un club di prima fascia e ogni allenatore ha il piacere di starci e allenare. Sono convinto che la strada intrapresa sia quella giusta e spero sia un bel viatico per restare. Sono importanti i risultati ma più di ogni altra cosa è importante anche conoscersi reciprocamente per cercare di costruire qualcosa”.

Comunicato a cura di: Ufficio Stampa Banco Di Sardegna Dinamo Sassari

Commenta
(Visited 40 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.