Sassari fa e disfa, ma Robinson nel finale è pazzesco: Trento ko 88-80

Orfana in panchina di coach Bucchi la Dinamo Sassari ha la meglio sull’Aquila Basket Trento dopo aver subito la rimonta degli avversari nel terzo quarto e appoggiandosi nel finale alle giocate di un ispirato Gerald Robinson.

La Dolomiti Energia recupera Reynolds e Bradford ma è ancora orfana di Saunders, i due americani non partono bene ma sotto i tabelloni è Caroline a fare la voce grossa in avvio, mentre i sardi guidati in panchina per l’occasione dall’assistente Giacomo Baioni si lasciano trascinare da uno scatenato Bendzius che realizza 11 punti solo nella prima frazione in cui l’equilibrio regna sovrano. Dopo il vantaggio ospite firmato da Mezzanotte sul 19-21, la tripla di Mekowulu e il canestro di Logan chiudono i primi dieci minuti con la Dinamo avanti 24-21.

Il secondo quarto procede a strappi: Logan e Kruslin scrivono 31-24, Reynolds realizza i suoi primi punti ma commette già il suo terzo fallo, Flaccadori e Caroline confezionano il parziale di  11-0 per il controsorpasso, risposta con lo stesso identico score firmata da Robinson, Burnell e Kruslin, Bradford manda le squadre al riposo lungo con la tripla del 44-38.

Al rientro dagli spogliatoi Sassari sembra poter fuggire definitivamente: Robinson, Burnell e lo scatenato Bendzius siglano le giocate del massimo vantaggio di giornata sul 57-41, ma dal timeout di Molin a metà quarto esce una Trento completamente diversa che riesce nonostante le moltissime palle perse a riaprire la sfida a suon di triple con Caroline, Reynolds e Forray. Parità a quota 61, Logan sblocca i suoi con due canestri consecutivi ma è ancora Bradford a chiudere bene il periodo per gli ospiti procurandosi e realizzando tre liberi: dopo mezzora il tabellone recita 66-66.

Reynolds e Ladurner portano avanti la Dolomiti Energia nelle prime fasi del quarto conclusivo, Kruslin spara la tripla del controsorpasso sul 74-73, poi inizia il Robinson show: l’ex Roma e Pesaro segna otto punti consecutivi mentre Trento si schianta ripetutamente sulla difesa di Diop, Bradford lancia l’ultimo assalto ospite con i liberi del -7 a 01:38 dalla fine ma Gentile manda i titoli di coda con il canestro e fallo subito del nuovo vantaggio in doppia cifra per i sardi. Termina 88-80

Tabellini:

DINAMO BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Logan 13, Robinson 22, Kruslin 8, Gandini ne, Devecchi, Treier 2, Chessa ne, Burnell 7, Bendzius 18, Mekowulu 7, Gentile 3, Diop 8. Coach Baioni.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Bradford 10, Williams 11, Reynolds 13, Conti, Forray 8, Flaccadori 16, Mezzanotte 2, Dell’Anna ne, Ladurner 2, Caroline 18. Coach Molin.

Commenta
(Visited 52 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.