Givova Scafati, Finelli: "Contro Latina obiettivo essere aggressivi, continui e tenere gli 1 vs 1 per tutti i 40 minuti"

Dopo il turno di riposo imposto dal calendario, la Givova Scafati si prepara ad inaugurare il turno di ritorno del campionato di serie A2, sebbene restino da recuperare nelle prossime settimane le tre giornate non disputate nella prima parte di stagione regolare. Avversario di turno, la Benacquista Latina, attesa domenica sera alle ore 18:00 al PalaMangano, i cui spalti resteranno ancora una volta vuoti a causa dell’emergenza sanitaria in corso.

E’ la terza volta in stagione che le due società si incontrano in una gara ufficiale. La prima volta è stata in SuperCoppa: al PalaBianchini fu la compagine pontina ad aggiudicarsi il successo all’over time. Nella successiva occasione, ovvero nella gara di andata, finì invece 65-72 per la società dell’Agro, che così riscattò il precedente sgambetto. Risultato che gli uomini di patron Longobardi proveranno a bissare anche stavolta a campi invertiti, alla ricerca di quei due punti che mancano da circa un mese e che nel 2021 non sono ancora stati messi in cascina. Per provarci, potranno contare sull’organico di nuovo al gran completo, impreziosito dal recente innesto di Palumbo, appena arrivato dalla Fortitudo Bologna e gettato subito nella mischia per dare manforte ai suoi nuovi compagni.

L’AVVERSARIO

Guai però a sottovalutare il valore della società laziale, che al di là dei punti in classifica del girone rosso, dispone di un buon roster, nel quale figurano due ex: Bisconti (centro di 208 cm) e Passera (playmaker di 180 cm, con 5,2 assist di media a partita), entrambi veterani della categoria, con il primo che è passato per Scafati in serie A2 Silver nella stagione 2014/2015, mentre il secondo è stato sulle sponde del fiume Sarno due stagioni or sono (2018/2019). Sono due, invece, gli uomini che finora hanno avuto in campionato una media punti da doppia cifra: l’ala piccola statunitense Lewis (11,4 punti e 8,1 rimbalzi di media) e l’ala forte Benetti (11,2 punti di media). Ma non sono gli unici: grande rispetto e considerazione meritano infatti il centro statunitense Gilbeck (5,8 rimbalzi di media), la guardia Baldasso, l’ala piccola Raucci e i giovani Mouaha (guardia), Hajrovic (centro) e Piccone (playmaker).

In panchina siede invece un altro indimenticato ex, quel Franco Gramenzi che sulla panchina del PalaMangano si è infatti accomodato in ben tre occasioni: stagione 1997/1998 in serie B2, conquistando la promozione in serie B d’eccellenza; stagione 2004/2005 in Legadue, chiudendo alla semifinale play-off con all’attivo una finale di Coppa Italia di categoria; stagione 2008/2009 in Legadue, terminata in semifinale play-off.

LE DICHIARAZIONI

Coach Alessandro Finelli: «Il turno di riposo è stato importante per recuperare energie fisiche e nervose: abbiamo atleti, come Cucci e Rossato, reduci da infortuni, che hanno molto beneficiato della sosta per recuperare appieno. Abbiamo terminato il girone di andata, anche se ci restano da recuperare tre partite interne fondamentali per raggiungere le Final Eight di Coppa Italia, che restano un nostro obiettivo stagionale. Abbiamo avuto fin qui un ottimo ruolino esterno, fatto di quattro vinte e due perse: siamo quindi sulla strada giusta e siamo attesi da un girone di ritorno che vogliamo approcciare nel modo migliore possibile, a partire dalla sfida contro Latina, squadra ostica, anche se reduce da qualche difficoltà.

Più che all’avversario, dobbiamo però guardare e pensare solo a noi stessi, per ricercare quella continuità difensiva sui 40’ che ci è mancata contro Rieti e Napoli. Il nostro focus deve essere: aggressività, tenuta dell’uno contro uno e continuità per 40’. Latina dispone di uomini di esperienza, come Baldasso (che in passato ci ha messo in difficoltà ) e Passera, oltre all’energica coppia di ali composta da Raucci e Benetti, senza dimenticare l’americano Lewis, talentuoso e prolifico».

Il capitano Tommaso Marino: «Sto fisicamente bene. Dopo la partita di Napoli in cui mi sono bloccato con la schiena, ora sto decisamente meglio e sono pronto per dare il mio pieno e totale contributo. Siamo reduci da una pausa di cui necessitavamo tantissimo: dobbiamo ringraziare coach e dirigenza per averci permesso qualche giorno di relax, nonostante la battuta d’arresto di Rieti, perché avevamo veramente un gran bisogno di ricaricare le batterie. Andiamo a caccia ora della prima vittoria del 2021, consapevoli che questa è una stagione difficile e strana, anche per l’assenza del pubblico, e che il percorso non è e non sarà affatto facile.

Qualcuno ha storto il naso dopo la sconfitta a Rieti che però è andata a vincere anche in trasferta a Napoli, dimostrando tutto il proprio valore. Vincerà questo campionato la squadra che avrà saputo mettere un mattone più delle avversarie in questa fase e che arriverà nelle condizioni migliori possibili a fine aprile. Proveremo in tutti i modi a vincere domenica contro Latina, squadra che gioca bene a pallacanestro in maniera corale ed ha giocatori di qualità come Passera e Baldasso, altri molto fisici come Mouaha, quindi è una squadra da non sottovalutare, contro la quale stiamo preparando al meglio la partita per far nostri i primi due punti del nuovo anno solare»

I MEDIA
La partita sarà trasmessa in diretta video streaming dal sito internet della Lega Nazionale Pallacanestro (tramite il servizio in abbonamento prepagato “LNP Pass” a questo link: https://lnppass.legapallacanestro.com/).

Aggiornamenti in tempo reale saranno resi noti attraverso la pagina Facebook ufficiale del club e tutti gli altri canali social (Telegram, Instagram e Twitter).

Inoltre, sarà possibile assistere alla visione della gara in differita su TV Oggi (tasto 71 del digitale terrestre) nel giorno di martedì 27 gennaio (ore 20:40) e di mercoledì 28 gennaio (ore 15:00).

Comunicato a cura di Antonio Pollioso, Ufficio Stampa Basket Scafati 1969.

Commenta
(Visited 23 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.