Serie A, Sassari vince a Treviso 64-71 grazie ad un super David Logan

Lunch match palpitante al PalaVerde vinto dal Banco di Sardegna Sassari grazie alle triple dell’ex Logan (22 punti finali e top scorerdell’incontro). Importantissimo l’apporto di Burnell (14 punti e 7 rimbalzi) e Mekowulu nei minuti finali sulle due metà campo (8 punti e 11 rimbalzi). Per la Nutribullet Treviso, troppi errori nelle fasi calde della sfida, nonostante un gran contributo di Russell (13 punti e 6 assist), Sokolowski (11 punti e 5 assist) e Akele (10 punti e 9 rimbalzi).

L’avvio del match è a firma Clemmons, aggressivo dal palleggio e bravo a siglare 5 dei primi 7 punti di Sassari. Treviso, invece, si mette in partita grazie a una bomba di Dimsa (autore però subito anche di due falli personali) e all’energia di Akele sulle due metà campo. Successivamente, sfruttando il rapido gioco a due tra Russell e Sims, la Nutribullet riesce a mettere la testa avanti sul 10-9. Nel finale di periodo, i lunghi di entrambe le squadre sono attentissimi nel portare pressione sui palleggiatori avversari e nel negare la via per il ferro; perciò, solo Battle e Mekowulu riescono con due layup a smuovere il punteggio e a chiudere il primo quarto sul 12-13. L’equilibrio prova a rompersi nel secondo periodo quando Logan decide di attaccare Casarin e Dimsa e di realizzare 7 punti consecutivi per il massimo vantaggio sassarese sul 15-22. Dopo aver toccato il -8 a causa di una bomba di Treier, Treviso reagisce affidandosi all’atletismo di Jones in difesa e alle accelerazioni del rientrato Russell, bravo ad apparecchiare la tavola per i canestri di Casarin, Sokolowski e di un attivissimo Akele sulle palle vaganti (27-27). Coach Cavina ne ha viste abbastanza, ributta nella mischia Mekowulu e Clemmons, ottenendo subito un 6-0 di controbreak marchiato anche dal solito Logan. Al termine del primo tempo, il match diventa un continuo botta e risposta di triple e giocate di atletismo: alle penetrazioni di Battle replica una scarica di bombe ben costruite dalla Nutribulletrealizzate da Dimsa, Bortolani e Russell. Dopo due quarti di gioco, la sfida resta saldamente sui binari dell’equilibrio sul 38-35.

Parte forte Sassari ad inizio ripresa: capitalizzando i vantaggi creati da Clemmons e Bendzius in palleggio, Mekowulu, Gentile e finalmente Burnell siglano un parziale di 11-0 che stordisce i padroni di casa. Coach Menetti prova a scuotere i suoi giocatori con un timeout ma Dimsa e Bortolani combinano per palle perse e penetrazioni fin troppo forzate. Un alley-oop non concretizzatosi tra Clemmons e Mekowulu, tuttavia, permette alla Nutribullet di correre e di trovare finalmente un canestro – nello specifico con Bortolani – dopo quasi 4 minuti di siccità (41-46). Nella fase centrale del terzo periodo, il ritmo si alza ed entrambe le difese provano il pressing a tutto campo. È Burnell ad uscire vincitore da questa fase abbastanza caotica della sfida firmando con quattropunti consecutivi. Ormai però la Nutribullet ha stretto le viti in difesa (ispirati soprattutto da Akele) e, nonostante un fallo tecnico fischiato a Dimsa, si tiene lì grazie a Sokolowski (46-51). Sul finire del quarto, Russell ritrova il fondo della retina rispondendo a Battle, non permettendo al Banco di Sardegna di scappare (48-53). Lo stesso playmaker trevigiano si alterna con Sokolowskinella gestione del pallone ad inizio ultimo periodo, regalando assist per i taglianti Jones ed Akele. A dare una scossa a Sassari ci pensa allora Burnell, bravo a superare l’impasse offensivo della sua squadra – specie legato alle difficoltà di Gentile e Clemmons -e a regalare il nuovo vantaggio ai sardi sul 56-57. Entrando negli ultimi 5’ della sfida, Russell prima sigla un jumper poi si mangia un 2vs1 in contropiede, consentendo al duo Logan-Clemmons di riallungare sul 58-62. Successivamente, i lunghi di entrambe le formazioni fanno ottima guardia e a smuovere il punteggio ci pensa allora Sokolowski, prima regalando un gioco da tre punti aJones e poi trasformando in un appoggio solitario un recupero di Bortolani su Clemmons (63-62 a 120” dal termine). Dopo un’azione caotica, Burnell fruga dalla spazzatura e sigla il controsorpasso. A poco più di un minuto dalla fine, Bortolani ha la chance di riportare avanti i suoi ma fa 0/2 dalla lunetta. Per sua fortuna, comunque sia, Bendzius si fa fischiare un fallo tecnico e Sokolowski la pareggia a quota 64. La palla ora torna nelle mani di Sassari ed è Burnell stavolta a conquistarsi un fallo da rimbalzo in attacco e a segnare il libero del +1. Dall’altra parte, Dimsasbaglia in penetrazione e l’ex Logan si confermare glaciale nel punire l’errore di Jones e nello sganciare la bomba del 64-68 a 6.6” dalla sirena conclusiva. L’ultimo tentativo di Bortolani si spegne sul ferro e Logan ha tempo di mandare a bersaglio anche la tripla finale del 64-71.

Sito Ufficiale Legabasket

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author