Serie A, terza vittoria di fila per Brescia, che supera la Fortitudo 97-81

Three in a row, come direbbero oltreoceano: la Germani Brescia colleziona il terzo successo consecutivo superando con grande autorità la Fortitudo Bologna e lo fa sciorinando una prova dai numeri stellari, ampiamente controllata per tutto l’arco dei 40′ e terminata sul punteggio di 97-81. Una Germani apparsa convinta e in splendida forma guadagna due punti dal peso specifico elevatissimo tanto per la classifica quanto, e soprattutto, per alimentare quella fiducia in costante crescendo che nelle ultime settimane ha portato a raccogliere i frutti di quanto seminato finora, con pazienza e cura.

Per la Germani il bottino è lusinghiero, da qualsiasi parte la si voglia vedere: Brescia porta cinque giocatori in doppia cifra (Mitrou-Long top scorer con 25 punti a referto), fa lavoce grossa a rimbalzo (38-25) e alla voce assist (20-8) e, soprattutto, ottiene un dominio pressoché totale dal punto di vista della valutazione, chiusa sul 110-71.

Fin dalle prime battute, la Germani approccia il parquet puntando su una vena offensiva smagliante (sono 59 i punti messi a referto nella prima metà di gara, di cui ben 33 solo nel secondo quarto!) e difendendo il fortino del PalaLeonessa A2A con il coltello tra i denti. Forti di quanto costruito passo passo, azione dopo azione, al termine del primo tempo gli uomini di Alessandro Magro creano un solco netto ed evidente con gli ospiti felsinei (+20) che spiana la strada verso il successo. La Fortitudo prova a rientrare in partita, ma la sentenza finale plana leggera sul PalaLeonessa A2A e racconta di una Germani strepitosa e in evoluzione, con la fame negli occhi e un’altra, preziosissima, vittoria in tasca.

Come avevo detto in fase di presentazione, era una partita difficile nell’approccio perché il senso di urgenza ed emergenza della Fortitudo poteva essere extra motivazionale per loro – commenta coach Alessandro Magro al termine della partita –. La partita non mi impauriva ma mi creava difficoltà nel capire se avremmo fatto o meno il passo in avanti che mi aspettavo. Abbiamo fatto una vittoria di squadra, siamo riusciti a rimanere avanti per merito, a dare minuti a tutti i giocatori, e hanno portato tutti il mattoncino che ha contribuito alla vittoria”.

Quando si va sopra di 20 tante volte si vede le squadre rientrare, vincere non è mai facile e riuscire a stare in partita mentalmente non è mai facile. L’obiettivo per le squadre che vogliono fare un passo in più è avere sempre fame di fare meglio, cercando sempre la perfezione, di non accontentarsi e non avere la pancia piena – prosegue l’allenatore della Germani –. Questa è una vittoria importante, sono contento dell’impatto di Tommaso, Lee e Paul. Ci godiamo questa grande festa, il palazzetto stasera è stato stupendo, è bello vedere un tifo sempre corretto e caldo che ti sostiene: è quello che mi sono sempre aspettato e che pensavo di trovare tornando qua”.

TABELLINO

GERMANI BRESCIA – KIGILI FORTITUDO BOLOGNA 97-81 (26-18, 59-39, 77-56)

Germani Brescia: Gabriel 13 (2/3, 3/6), Moore 10 (3/5, 1/1), Mitrou-Long 25 (3/5, 6/8), Petrucelli 3 (0/1, 1/2), Della Valle 12 (2/2, 2/16), Eboua 6 (2/2 da tre), Parrillo 1, Cobbins 4 (1/1), Burns 13 (6/8, 0/1), Laquintana 7 (2/3, 1/4), Djiya, Moss 3 (0/1, 1/1). All: Magro.

Fortitudo Bologna: Ashley 11 (2/6), Aradori 16 (5/9, 0/2), Mancinelli 12 (3/5, 2/4), Durham 10 (1/5, 2/5), Procida 2 (0/1, 0/1), Benzing 11 (3/5, 0/3), Manna ne, Richardson 8 (0/5, 2/4), Baldasso 3 (1/3 da tre), Groselle 8 (2/2). All: Martino.

Arbitri: Mazzoni, Dori e Galasso.

Note: Tiri da due: Brescia 19/29 (66%), Fortitudo Bologna 16/38 (42%); Tiri da tre: Brescia 17/33 (52%), Fortitudo Bologna 7/22 (32%); Tiri liberi: Brescia 8/15 (53%), Fortitudo Bologna 28/34 (82%); Rimbalzi: Brescia 38 (RD 30, RO 8), Fortitudo Bologna 25 (RD 15, RO 10).

Comunicato, dichiarazioni e tabellini a cura di Ufficio Stampa Pallacanestro Brescia.

Commenta
(Visited 26 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.