Serie B Girone D, Sant'Antimo vittoriosa 69-65 contro Ruvo di Puglia

La Geko più bella dell’anno batte Ruvo e si regala una vittoria preziosissima, la terza di una settimana da ricordare. Sempre avanti dopo un avvio equilibrato, Cantone e compagni hanno avuto anche 15 punti di margine difeso poi con le unghie e con i denti nel convulso finale in cui i normanni sono tornati fino al -2. Prestazione corale per i santantimesi, con Maggio che ha sigillato la vittoria con 7 punti realizzati negli ultimi 2’.

LA PARTITA – C’è Andrea Sabatino, classe 2004, in quintetto per la Geko, con lui Maggio, Coviello, Cena e Ochoa, per Ruvo partono invece Merletto, Ciribeni, Markovic, Mastroianni e il gigante Cassar. Il primo canestro è di Roby Maggio, poi la Talos prova subito la fuga sfruttando i suoi mis-match e andando prima sul 2-6 e poi sul 7-12 del 5’. I padroni di casa rientrano in entrambe le occasioni, prima con Coviello ed Ochoa, poi con Maggio e una tripla di Cantone che fissa il 12 pari del 6’. La partita si accende, Cassar colpisce duro Cena e in campo sono scintille subito spente dalla coppia arbitrale, quindi è la squadra di casa a provare a scappare con la difesa e due prodezze di Maggio che valgono il 21-15 del 9’. Coach Ponticiello continua a ruotare i suoi uomini e manda in campo Hidalgo, ma Ruvo sbaglia due attacchi di fila e Hajrovic dà a Sant’Antimo il +8 poi confermato al primo break.

Quando si riparte, il giovane Puca si iscrive a referto con un canestro acrobatico che accende il PalaEdilgen (25-17 al 12’), i pugliesi rispondono con Merletto prima e Mastroianni poi ma devono aspettare il 16’ per tornare a -2 (28-26).  La Geko è stanca, stravolta dalle rotazioni corte e dalla grandissima intensità messa in campo, ma resiste strenuamente ed entra nel 20’ minuto sul +4 (34-30), margine conservato fino alla pausa lunga.

Alla ripresa c’è Battaglia in campo per i padroni di casa che trovano subito il canestro dall’arco con Cena, i normanni rispondono al fuoco ma perdono Cassar che si fa fischiare quarto e quinto fallo (tecnico) in sequenza e così i liberi di Ochoa valgono il 40-33 al 23’. Ruvo ruggisce, ma Battaglia e Coviello la colpiscono dall’arco e al 25’, sul 46-37, coach Ponticiello deve chiedere un time out. Torna in campo capitan Cantone con 3 falli (gli stessi di Maggio), è lui ad armare la mano di Battaglia per la sua seconda tripla della serata seguita da una rubata con contropiede di Cena che vale il 51-37 del 27’.  Che diventa 55-40 (+15) un minuto dopo, grazie a 4 punti di un Ochoa infinito. E’ Mastroianni, sempre lui, a tenere viva la squadra ospite, sono invece due liberi di Hidalgo a riportarla a -10 a 1’29 dalla terza sirena, e stavolta è Origlio a chiedere una sospensione anche per ridare ossigeno ai suoi ragazzi. Al 30’ il risultato è 57-48, prodotto della tripla segnata da Cantagalli e di quelle che entra ed esce di Cantone, ma ci sono ancora 10 da giocare fino in fondo.

Ne passano 2 interi senza canestri, poi il botta e risposta Cantagalli-Hajrovic per il 59-50 del 33’, ma la Geko oltre che il vantaggio deve gestire una situazione falli complessa, con Ochoa e Maggio a 4 e Cantone e Coviello a 3. E’ dura, durissima, 4 liberi di Cantagalli valgono il 59-54 a 4’55, ma sul ribaltamento arriva la bomba del capitano a sbloccare una Sant’Antimo pressata e stremata che a 1’51 si ritrova con soli 2 punti di vantaggio (62-60). Si va dall’altro lato e Maggio piazza una tripla dal valore infinito, Merletto gli risponde da campione (65-63 a 1’02) quindi è ancora il #22, con una giocata pazzesca, a rimettere due possessi tra le due squadre con il canestro del nuovo +4 Geko.

Merletto accorcia ancora dalla lunetta a 25”, ma l’ultimo possesso è dei padroni di casa con Maggio che tiene palla e subisce fallo quando mancano 5 secondi e 4 decimi alla fine: il suo 2/2 vale il 69-65 e blinda l’impresa dei ragazzi santantimesi. Fantastici.

LE PAROLE DI COACH ORIGLIO – “Chiudiamo una settimana difficile, spezzata da una lunga trasferta e da diversi acciacchi, con una vittoria importante e una prestazione tutta cuore e grinta contro un’avversaria molto forte. I ragazzi sono stati incredibili, ora ci godiamo questo successo ma da domani saremo già proiettati sulla prossima partita, vogliamo chiudere bene questo 2021”.

GEKO SANT’ANTIMO 69
TALOS RUVO DI PUGLIA 65
(23-15, 34-30; 57-48)
GEKO: Cantone 10, Maggio 20, Sabatino, Coviello 11, Ochoa 9; Battaglia 6, Puca 2, Cena 7, Hajrovic 4. N.e.: Ratkovic. All.: Origlio.
TALOS: Merletto 14, Ciribeni 7, Markovic, Mastroianni 16, Cassar 6; Hidalgo 4, Cantagalli 11, Bartolozzi 7, Monina. N.e.: Sbaragli. All.: Ponticiello.
ARBITRI: Silvestri e Gai.
NOTE – tiri liberi: Geko 16/16; Talos 17/25. Uscito per cinque falli Cassar.

Comunicato, dichiarazioni e tabellini a cura di Ufficio Stampa PSA Sant’Antimo.

Commenta
(Visited 43 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.