Stella Azzurra Viterbo cade a contro Grottaferrata: decide Brenda sulla sirena

La Stella Azzurra lascia immeritatamente due punti ad una comunque validissima Gottaferrata che sul proprio parquet conquista la vittoria con un libero di Brenda ad 1’‘ dalla sirena finale.

L’Ortoetruria arriva sui Castelli con la pesante assenza del suo lungo Price, a riposo per un problema al gomito ed inizia la gara in maniera del tutto negativa subendo un parziale di 0-11 in meno di 2’. Ma ci pensa Rubinetti che con 4 triple in sequenza, inframmezzate da un altro canestro da oltre l’arco di Rogani riporta sotto i suoi chiudendo il primo periodo sul 15-19 per i padroni di casa.

Alla ripartenza è un ottimo Navarra ad riaprire definitivamente la gara con Pebole che mette la tripla del sorpasso e due liberi che portano i viterbesi sul 24-21. Dopo 4’ Grottaferrata perde Tretta per infortunio conseguente ad uno scontro fortuito con Rogani. Ancora Navarra, l’ennesima bomba di Rubinetti ed un 2/2 dalla carità di De Gregorio chiudono metà gara sul 34-33 per la Stella.

Nella terza frazione partono meglio i ragazzi di Busti che con Ridolfi, Rossi e Spizzichini si rifanno avanti, ma una tripla di Pebole, due liberi di Casanova ed un jumper di Pebole segnano il controsorpasso. Dopo meno di 3’ dall’inizio del quarto i viterbesi devono rinunciare definitivamente al loro capitano Meroi a causa di un involontario scontro di gioco con Ridolfi e Fanciullo provvede a ridisegnare la squadra. Grottaferrata spinge sull’acceleratore, ma Rubinetti, De Gregorio e Pebole con un bel canestro da sotto danno il massimo vantaggio (49-43) ai biancoblu, mentre ad una penetrazione di Rubinetti risponde Brenda fissando il punteggio sul 51-46 per gli ospiti dopo 30’ di gioco.

Ultimo quarto con Ridolfi e Brenda che portano i castellani sul -1, De Gregorio e Rogani con un magnifico gioco da tre riallungano, ma Spizzichini ricuce. Negli ulteriori 5’ la partita è punto a punto, con l’Ortoetruria che ad 1’24’‘ dalla fine si porta sul 70-66 con l’ennesima tripla di Rubinetti. Attacco di Grottaferrata e sul tiro da tre di Reali l’ineffabile uomo in grigio (del tutto insufficiente, ma questa pare ormai essere una costante) vede il quinto fallo di Pebole: 2/3 dalla lunetta e – 2 per i padroni di casa. Palla alla Stella che sbaglia, ma riconquista il pallone. Penetrazione di De Gregorio che viene fermato in maniera assai decisa, ma ritenuta corretta dagli arbitri, dalla difesa avversaria che fa ripartire Reali che realizza il 70 pari. 23’‘ alla fine ed ancora De Gregorio ripete la penetrazione precedente con stessa difesa subìta e nessun cenno dei direttori di gara. Tiro di Spizzichini sbagliato e sul rimbalzo difensivo di Rogani ad 1’‘ dalla fine il solito uomo in grigio fischia fallo alla difesa. Brenda realizza e regala i due punti a Grottaferrata che beffa sul filo di lana la Stella Azzurra.

Molto da recriminare per la squadra di Fanciullo, ma non certamente nei confronti degli avversari con i quali si è disputata una gara bella e tiratissima, purtroppo carente da entrambi i lati del campo in chiave di direzione e scelte interpretative che hanno spesso lasciato interdetti entrambi gli schieramenti. La Stella ha giocato una buona partita apparendo in crescita rispetto alle ultime uscite e con un Rubinetti in versione super e vero MVP del match. Domenica prossima ultima gara del girone di andata al PalaMalè con l’arrivo della forte compagine del San Paolo Ostiense, sperando di poter recuperare l’intero roster a disposizione.

FONTE: Ufficio Stampa Pallacanestro Stella Azzurra Viterbo

Commenta
(Visited 44 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.