Strepitosa rimonta Sibe Prato contro La Spezia in una Toscanini rovente

Voluta, sofferta, strappata, conquistata. 1-1 Sibe Gruppo AF-Tarros Spezia dopo una partita fisica, fallosa, difficile, in una Toscanini tutta fuoco ma vinta. Dopo essere stati in svantaggio sempre, per oltre tre tempi, e anche di 17 punti, i Dragons risalgono la china: canestro dopo canestro, con lucidità e costanza, riescono a ridurre il divario e gli spezzini vedono azzerarsi le proprie certezze. Poi c’è il momento che cambia le sorti della partita e, a questo punto, anche della stagione ed è un mix di gioco di squadra, scelte giuste al momento giusto dalla panchina e individualità. Quarto tempo – 55 a 57 – dopo poco più di un minuto, dopo quattro minuti è pareggio – 59 a 59 – e quando manca un minuto e mezzo 64-61 per poi attestarsi sul definitivo 66 a 64. Costruzione dei tiri, ripartenze devastanti, ma anche quella mano che intercetta quel canestro quasi fatti ma non fatto da Spezia. Così i Dragons fanno l’impresa. Domenica (ore 18:00) gara tre per decidere il passaggio con una certezza: i Dragons ci sono e hanno una fame pazzesca.

La cronaca 

Nel primo quarto partono subito forte gli ospiti guidati da Bolis e Balciunas, la Sibe dopo poco tempo si ritrova subito sotto di 10 lunghezze. Sono Magni e Danesi a trascinare i pratesi nella prima rincorsa della gara, con Navicelli e Smecca chiamati a fare gli straordinari su Balciunas e Bolis e capitan Staino su Vignali. Le percentuali dei ragazzi di coach Pinelli non sono però altissime, nonostante la bontà delle soluzioni create. Nel secondo quarto sale in cattedra anche Mascagni, soprattutto a livello difensivo, ma l’attacco spezzino sembra inarrestabile: i padroni di casa toccano anche il -17. Qui però la partita cambia: i lanieri non si disuniscono, ma possesso dopo possesso, accorciano le distanze e si riportano sotto nel punteggio. Da segnalare anche l’ottimo ingresso di Manfredini e la presenza di Vannini in mezzo all’area che ha contribuito ad aprire gli spazi sul perimetro e a dare profondità alla squadra. Nel terzo quarto la partita si fa punto a punto: ottimo 5 a 0 iniziale targato Sibe Gruppo AF con Magni che avvia alla rimonta. Ottimo l’ingresso di Marini che si fa trovare pronto, sia in attacco un bel tap-in sia in difesa, anche contro i più piccoli di statura. Come Marini, anche Pacini entra in campo con il piglio giusto, lottando soprattutto a rimbalzo. Nell’ultimo quarto succede di tutto: sorpassi e contro sorpassi, alza il giro del motore il vicecapitano Smecca, mentre Danesi continua a chiamare con lucidità i giochi e alla fine, dopo ben 38 minuti sotto, la Sibe Gruppo AF mette la testa avanti, grazie ad una tripla dall’angolo di capitan Staino, e a vincere la partita per 67-64. 

Il commento 

Per un entusiasta coach Marco Pinelli questa “è una vittoria per la nostra gente. Uno spot per la pallacanestro cittadina e per lo sport pratese. Abbiamo ribaltato in risultato con organizzazione e idee. Grazie a chi è venuto a sostenerci. Tante famiglie in tribuna: è bello giocare a basket così. Grande adrenalina per i nostri ragazzi: ci hanno sempre creduto, anche sul -17. Ancora una volta grande solidità mentale nei quaranta minuti. Abbiamo gestito i minuti e i possessi finali con grande lucidità e compattezza. Adesso testa e crediamoci sempre di più. Domenica tutti a Spezia”. 

Il tabellino: Manfredini 2, Marini 8, Danesi 11, Magni 10, Staino 13, Navicelli, Pittoni, Smecca 10, Zardo, Pacini 3, Mascagni 6, Vannini 4.

Commenta
(Visited 40 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.