Supercoppa, San Severo supera Nardò all'esordio

“L’alba della nuova stagione sorride all’Allianz Pazienza Cestistica città di San Severo, vincitrice per 69 – 77, all’esordio di Supercoppa LNP Old Wild West 2022. Contro l’Hdl Nardò, nella cornice dell’Andrea Pasca, va in scena un derby – il primo della stagione – vero e combattuto da cui emergono spunti interessanti e l’istantanea di una Cestistica già abbastanza… squadra. La gara, pur pendendo sempre dalla parte giallonera, ha viaggiato lungo i binari di una sostanziale stabilità per gran parte del match, durante il quale le due contendenti si sono date battaglia lasciando trapelare l’assoluta imprevedibilità finale. Partenza flash dell’Allianz concentrata nell’impatto iniziale per darne, al primo quarto, la sterzata del +13 ampiamente dimezzato nella frazione successiva attraverso l’orgogliosa reazione granata: 36-41. Alla ripresa sul parquet si è assistito ad un duello fisico – tra tutti, Daniel contro Poletti – ma anche a due formazioni in grado di non far mancare colpi e con l’imperante voglia di dare la migliore versione di sé stessi, tanto sulla sponda granata quanto da parte dei sanseveresi che, grazie soprattutto all’esperienza e alla prestazione corale (Bogliardi MVP con 20 realizzazioni, Fabi 14, Wilsons 11 e Daniel 10) si aggiudicano il successo.

Si dice che: “chi ben comincia è a metà dell’opera” tuttavia, in questo caso, l’opera è appena iniziata. Per ora… buona la prima!

PRIMO TEMPO: FLASH ALLIANZ E REAZIONE NARDO’ – Primo starting five della stagione per entrambi i coach che scelgono rispettivamente VaŠl, Ceron, La Torre, Stojanovic e Poletti contro Bogliardi, Wilson, Fabi, Lupusor e Daniel. Parte decisamente meglio la Cestistica grazie alle triple iniziali di Bogliardi e capitan Fabi con, nel mezzo, assist e due punti di Ed Daniel; i Neri muovono molto velocemente il pallone e sul 3-11 coach Di Carlo è costretto a fermare i giochi. Le parole del tecnico e la conseguente mini reazione dei granata non impensieriscono l’Allianz Pazienza, molto attiva con ciascuno dei componenti del roster, compreso chi subentra dalla panchina; gli esempi arrivano da Arnaldo, Cepic e Ly-Lee, autori di triple importantissime. Tanta San Severo e una Hdl molto contratta: 11-24 al primo squillo di sirena. Il pubblico di casa spinge i propri beniamini, la ‘bomba’ di Poletti scuote gli animi e questa volta è il coach ospite a chiamare timeout. Ci pensa il giovane play Bogliardi a togliere le castagne dal fuoco, tuttavia serve a poco. Il ‘toro’ attacca con maggior convinzione, la Cestistica ha (forse comprensibilmente) abbassato i ritmi e sono migliorate nettamente le percentuali di Poletti, Ceron e company per un roboante (visto il divario del primo quarto) –5. Si va al riposo sul: 36-41.

SECONDO TEMPO: GRINTOSA HDL E BOTTINO PIENO ALLA CESTISTICA – Alla ripresa è vera lotta non esclusivamente sotto le plance ma soprattutto dalla lunghissima distanza con le ‘mani calde’ di Poletti/La Torre da una parte e Fabi/Wilsons – i primi tre punti della serata per l’americano – dall’altra. Ora le squadre non rinunciano alla propria idea di pallacanestro, la propensione infatti è più verso la fase offensiva che a quella difensiva ed il punteggio, sebbene sia sempre dalla sponda giallonera, è in costante progress. Nardò organizza le sue azioni concludendole nel migliore dei modi e San Severo la imita fino al terzo parziale di serata: 51-60. Dal +9 al -1, per i Neri è un attimo; la squadra di Gennaro Di Carlo continua a spingere sull’acceleratore per cercare di mettere pressione agli ospiti e lo fa trovando la giocata giusta in attacco e chiudendosi a riccio in difesa. La Cestistica accusa il colpo e prova con l’esperienza a dar ritmo ai precedenti punteggi sul tabellone dell’Andrea Pasca. Verso la fine, l’atletismo viene meno ed è una gara di nervi e di esperienza che premia, forse anche meritatamente, la squadra che ha sempre condotto la partita. E quel roster ha i colori gialloneri. E così, si conclude il debutto della Supercoppa LNP sul: 69-77.

NEXT GAME – Si ritorna a sentire odor di casa, il sapore del “Falcone e Borsellino”. Salto a due, contro la Benacquista Latina, mercoledì 14 settembre ore 20.30.

IL TABELLINO – HDL Nardò – Allianz Pazienza San Severo 69-77 (11-24, 25-17, 15-19, 18-17)

HDL Nardò: Mitchell Poletti 17 (7/8, 1/3), Marco Ceron 14 (1/3, 3/6), Miha Vasl 14 (1/5, 4/10), Andrea La torre 7 (3/4, 0/1), Matteo Parravicini 6 (2/5, 0/1), Vojislav Stojanovic 5 (1/5, 1/1), Lorenzo Baldasso 3 (1/2, 0/1), Gabriele Benetti 3 (0/0, 1/1), Kalidou Kebe 0 (0/1, 0/0), Andrea Renna 0 (0/0, 0/0), Giulio Antonaci 0 (0/0, 0/0), Samuele Baccassino 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 7 / 17 – Rimbalzi: 23 3 + 20 (Andrea La torre 5) – Assist: 17 (Marco Ceron 6)

Allianz Pazienza San Severo: Matteo Bogliardi 20 (3/3, 2/5), Agustin Fabi 14 (2/2, 2/4), Carren deroyce jr Wilson 11 (1/3, 2/7), Edward lee Daniel 10 (4/6, 0/1), Ion Lupusor 7 (1/3, 1/3), Andrea Arnaldo 7 (1/3, 1/2), Janko Cepic 5 (1/3, 1/6), Keller cedric Ly-lee 3 (0/0, 1/1), Goce Petrusevski 0 (0/0, 0/2), Antonino Sabatino 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 21 / 26 – Rimbalzi: 38 8 + 30 (Edward lee Daniel 8) – Assist: 13 (Carren deroyce jr Wilson 5)”.

Fonte: Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

Commenta
(Visited 74 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.