Tortona, Massimo Olivieri lascia per motivi personali: il comunicato

Massimo Olivieri non ricoprirà il ruolo di Responsabile Tecnico del Settore Giovanile nella stagione 2020/21. Il Club ha ricevuto comunicazione dove veniva trasmessa la decisione dell’allenatore di lasciare il proprio incarico per motivi personali.

ʺNon posso dire che l’addio di Massimo Olivieri mi abbia colto preparato – le parole di Andrea Ablatico, presidente del Derthona Basketball Lab –. È stato un fulmine a ciel sereno. Il rapporto con Massimo è sempre stato proficuo e collaborativo, oltre che foriero di risultati sia a livello tecnico sia logistico. Vedere molti dei nostri ragazzi della DNG dello scorso anno prepararsi a vivere una nuova stagione in categorie importanti ne è la testimonianza più diretta. Inoltre, il gruppo di allenatori e preparatori che Olivieri ha unito porterà avanti il suo lavoro in maniera egregia, in attesa della definizione ufficiale del suo successore. Tutto quello che, invece, Massimo mi ha dato dal punto di vista umano rimarrà sempre con me e va tranquillamente oltre le scelte di vita che devono essere serenamente accettate. A Tortona Massimo lascia tante persone riconoscenti, tanti amici e uomini che lo rispetteranno comunque in qualunque veste la vita ci darà l’opportunità di rincontrarci. Tortona sarà sempre casa suaʺ.

Arrivato a Tortona nell’estate 2018, Olivieri è stato vice allenatore della prima squadra, prima con Lorenzo Pansa e poi con Marco Ramondino, nel corso della sua prima annata in bianconero, prima di assumere il ruolo di Responsabile Tecnico del Settore Giovanile nel 2019/20, stagione in cui ha guidato l’Under 18 DNG fino alla vetta solitaria della classifica del Girone A al momento dello stop ai campionati.

La società intende ringraziare Massimo per il lavoro svolto e la professionalità dimostrata nel corso dei due anni che ha passato a Tortona e gli augura le migliori fortune per il prosieguo del suo futuro professionale.

Di seguito la lettera di saluto che Massimo Olivieri ha voluto scrivere per il Derthona Basket e tutte le persone che hanno collaborato con lui:

ʺCari LEONI e LEONCINI, fino a poche ore fa mai avrei pensato di scrivere questo post, ma la vita a volte ci mette davanti a scelte inaspettate che cambiano, in ogni modo si facciano, il proprio futuro: le famose sliding doors.

Così è stato alla chiamata di Lorenzo, che non smetterò mai di ringraziare e di esserne riconoscente, per entrare nella vostra società, nel vostro paese, nella vostra famiglia allargata e così lo è stato adesso. La tristezza per questo saluto è però confortato dal fatto di aver vissuto 27 mesi da vero Leone, emozionanti, unici, sanguigni, mai banali circondato da una passione viscerale per questo sport.

Un GRAZIE immenso a tutta la dirigenza, in particolare ad Andrea, con  cui  pian piano, giorno dopo giorno, stavo costruendo dalle fondamenta un bellissimo settore giovanile non facendomi mai mancare il suo appoggio e consenso, personalmente e materialmente come ad esempio avermi rinnovato il contratto per 3 anni in un momento così incerto; Roberto, Marco, Pia ed Alessandro per la loro  disponibilità 24h sempre e solo per il “bene” del Derthona seguendo le idee dell’indimenticabile e sempre faro per tutti noi: LUIGINO.

GRAZIE a Diego che con la sua passione, competenza, scrupolosità, sempre in modo signorile mi ha seguito passo dopo passo.

GRAZIE a Ferencz per la sua grandissima umanità e professionalità rivolta a 360° su tutti gli aspetti societari.

GRAZIE a tutto il mio staff che mi ha supportato e sopportato per questi mesi: se c’è in questo momento un pezzettino di me che è tranquillo è dato dalla consapevolezza che lascio al mio successore una struttura completa e compatta, formata da Persone vere che mettono la crescita dei ragazzi davanti a tutto.

GRAZIE all’Olympia Basket Voghera, in particolare a Stefano ed Ettore Barbieri: sono convinto che la strada intrapresa sia quella giusta e sicuramente continuerà ad essere percorsa per raggiungere gli obiettivi che ci siamo posti!

GRAZIE a coach Marco, con cui dopo tanti anni di incroci sui campi, finalmente ho avuto il piacere di collaborare e stimare, vivendo momenti problematici ma altri bellissimi tipo la gioia della vittoria della SuperCoppa, insieme a Vanni, Gianmarco, Gianluca e Lorenzo.

GRAZIE a Massimo ed al grandissimo Vito per il sostegno, il lavoro ed il tifo che avete fatto con la gioia nel cuore per i gruppi del settore giovanile a prescindere dall’età.

GRAZIE a Riccardo, persona vera, professionista scrupoloso, preparato, moderato, onesto e schietto… una rarità nel settore dei procuratori sportivi.

GRAZIE A TUTTI I RAGAZZI in particolare al gruppo DNG: il percorso, il sacrificio e le emozioni che avete dato in campo non me le scorderò mai e continuerò a portarle come esempio. Avete dimostrato che con la dedizione, la serietà e la passione “niente è inarrivabile a prescindere”!

GRAZIE a tutte le Famiglie che hanno sostenuto il nostro lavoro e che hanno tifato sempre in modo propositivo riempiendo le tribune del Camagna (il sold out del 23 dicembre sarà indimenticabile) molte volte.

Chiudo, ma non certo per ordine d’importanza, con il GRAZIE al Dott. Gavio perché con il suo sostegno sta permettendo a dei professionisti, in un settore alquanto in crisi, di lavorare nei migliori dei modi per raggiungere gli obiettivi prefissati sia con la prima squadra, sia nel settore giovanile consentendo a tanti ragazzi di fare attività sportiva e di poter sognare e crescere in un ambiente sano e protetto.

Ora inizia un nuovo lavoro, una nuova avventura, il primo capitolo di un libro da scrivere con un argomento per me alquanto sconosciuto ma in cui butterò ogni energia, a testa bassa e con umiltà come ho sempre provato a fare in questi 24 anni di “campo”, cercando di acquisirne le conoscenze, i segreti e pian piano mettere un po’ del mio.

Mi sentirò SEMPRE un vero LEONE e con orgoglio ed onore lo porterò nel cuoreʺ.”.

Fonte: ufficio stampa Derthona Basket

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.