Tortona, le parole di Ramondino e Mascolo in vista del match contro Varese

Ultima gara prima della pausa del campionato per la finestra delle Nazionali per la Bertram Derthona, di scena alla Enerxenia Arena di Masnago contro la Openjobmetis Varese(palla a due sabato 20 novembre, alle ore 20) nell’incontro valido per la 9° giornata del torneo.

A introdurre la sfida alla squadra lombarda è stato coach Marco Ramondino, che ha analizzato lo stato di forma dei prossimi avversari: ʺAffrontiamo una squadra che ha dovuto ritrovare equilibri e gerarchie complice l’assenza di un centro come Egbunu e che, dopo la gara casalinga contro Reggio Emilia, ha offerto ottime prestazioni contro Treviso e Brindisi e ha vinto a Trieste comandando dall’inizio alla fine. La Openjobmetis sta salendo di colpi, ha diverse facce nel corso della partita e atleti di qualità: su tutti, ma non solo, Alessandro Gentile. Ci aspettano un ambiente caldo e una formazione che vuole trovare la continuità di risultati che si attendeva a inizio stagione: dovremo quindi essere bravi a limitare il loro giocoʺ.

Il Derthona è reduce dalla vittoria casalinga contro la Dinamo Banco di Sardegna Sassari, gara in cui ʺcome accaduto contro la Virtus, Brescia e Pesaro, abbiamo avuto maggiore equilibrio sui due lati del campo – prosegue il capo allenatore – limitando gli errori rispetto alle nostre abitudini. Questo ci ha permesso di avere un buon ritmo senza patire strappi in negativoʺ.

Ramondino ha poi concluso la presentazione della gara soffermandosi sulle caratteristiche della Bertram e sui margini di miglioramento della squadra: ʺAbbiamo diversi giocatori con doti di playmaking capaci di costruire dei vantaggi e un centro come Cain che ci aiuta nel gioco e ci dà equilibrio adeguandosi al timing dei compagni. In attacco abbiamo buon potenziale e imprevedibilità, ma anche margini di crescita così come in difesa. Questi miglioramenti sono necessari per essere una squadra consistenteʺ.

Al fianco del capo allenatore, a presentare la gara è stato Bruno Mascolo, che ha esordito sottolineando come ʺgiocheremo una partita molto complessa su un campo caldo e contro una squadra in crescita. Dovremo cercare di imporre fisicamente il nostro gioco per limitare le difficoltà che troveremoʺ.

Pochi giorni dopo avere ricevuto la prima convocazione in Nazionale, Mascolo non ha nascosto il suo entusiasmo per la chiamata del CT Sacchetti: ʺLa sensazione che provo è unica, perché si realizza un sogno che avevo fin da ragazzo. Leggere il mio nome tra i sedici selezionati è una cosa bellissima che solo un anno fa sembrava difficile, se non impossibile. Vado in Nazionale con tutta l’euforia di un debuttante. Anche per la società questo è un bel momento, lo deve vivere con il mio stesso entusiasmoʺ.

Il giocatore della Bertram ha poi concluso parlando delle differenze tra la Serie A e la A2: ʺI margini di errore rispetto alla A2 sono molto ridotti, perché se sbagli gli avversari ti puniscono quasi sempre. L’impatto con il campionato non è stato semplicissimo ma cerco di trovare il mio spazio in un sistema che già conosco, molti compagni con cui ho condiviso la passata stagione e un allenatore con cui mi trovo beneʺ.

 

Comunicato a cura di: Ufficio Stampa Bertram Derthona Basket Tortona

Commenta
(Visited 25 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.