Filloy e Christon guidano la rimonta di Tortona, Trento si scioglie nel finale: 76-70

Emozionante prima giornata di LBA per Tortona e Trento che si sfidano a viso aperto in un match deciso solo nel finale e meritatamente vinto dai piemontesi, artefici di un’ottima rimonta nel quarto periodo.

Indisponibili Macura e Tavernelli da una parte, Spagnolo e Ladurner dall’altra. La Dolomiti Energia parte meglio nonostante i problemi di falli di Atkins e Udom, Flaccadori e Grazulis guidano il break con cui gli ospiti si portano sul 14-25 dopo i primi dieci minuti sfruttando l’imprecisione al tiro della Bertram.

Il copione non cambia nel secondo periodo, le triple di Lockett e le giocate dello scatenato Grazulis respingono gli assalti dei padroni di casa trascinati da Daum, si va all’intervallo lungo con Trento in controllo sul 29-44.

Al rientro dagli spogliatoi Christon accorcia a più riprese in singola cifra di svantaggio guadagnandosi numerosi viaggi in lunetta, gli ospiti resistono prima grazie ad un gioco da quattro punti di Flaccadori poi con i rimbalzi offensivi garantiti da Atkins, e dopo mezzora di gioco il punteggio è di 53-66.

Ma la difesa della Bertram sale di giri mentre dall’altra parte gli uomini di Molin si spengono completamente: Candi e Filloy accorciano sul -6, Trento ripristina il +8 con i liberi di Flaccadori, le due triple ancora di Filloy e Christon significano parità a quota 70 con due minuti da giocare. Di nuovo il play americano di Tortona colpisce per il sorpasso, persa sanguinosa degli ospiti e Cain manda i titoli di coda con il 2/2 in lunetta. Termina 76-70.

TABELLINI

BERTRAM DERTHONA BASKET TORTONA: Christon 18, Mortellaro ne, Candi 8, Tavernelli ne, Filloy 15, Severini 3, Harper 4, Daum 15, Cain 7, Radosevic 2, Filoni 4. Coach Ramondino.

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Conti, Forray 5, Zangheri ne, Flaccadori 19, Udom 2, Crawford 6, Grazulis 17, Atkins 12, Calamita ne, Lockett 9. Coach Molin.

Commenta
(Visited 32 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.