Trasferta fiorentina per La Spezia con l'obiettivo di tornare a vincere

Riprendere subito la corsa, dopo lo stop imposto dalla capolista Herons, e farlo ripartendo proprio da quella partita che, al di là del risultato finale, ha rappresentato per i bianconeri una buona prova sia di gioco che di carattere. Dopo l’opaca prestazione, soprattutto sul fronte dell’atteggiamento, di sette giorni prima a Castelfiorentino, la Tarros ha dato, infatti, una bella prova di maturità, che ora è chiamata a confermare. Con l’aggiunta del risultato favorevole, anche perchè di fronte ci sarà una diretta concorrente.

I bianconeri, infatti, sono attesi, sabato 27 novembre, dall’Olimpia Legnaia.

Le due formazioni sono appaiate in classifica, a quota 10 punti, ma i fiorentini hanno una partita in meno in quanto la gara che avrebbero dovuto disputare lo scorso fine settimana contro l’Amen Scuola Basket Arezzo è stata rinviata. I toscani, quindi, non scendono sul parquet da due settimane, quando al PalaFilarete si erano imposti con un netto 94-63 su Prato, guarda caso l’unica squadra che finora è riuscita a battere la corazzata Herons Montecatini.

“L’Olimpia ha cambiato molto rispetto allo scorso anno – afferma il coach bianconero Maurizio Bertelà – come noi ha avuto bisogno di un pochino di tempo per amalgamarsi, ma ora ha trovato il suo equilibrio. Resta una incognita se il turno saltato abbia loro giovato o, al contrario, abbia fatto loro perdere il cosiddetto ritmo di campionato. Io, comunque, guardo ai miei ragazzi e so che abbiamo preparato la partita al meglio, allenandoci intensamente”.

Palla a due alle 21.15 di sabato 27 novembre al PalaFilarete di Firenze. Arbitrano Tommaso Rinaldi di Livorno e Lorenzo Nocchi di Vicopisano (PI)

Commenta
(Visited 49 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.