Treviso, Sims: "Emozionato a giocare contro la Fortitudo, siamo carichi per il finale di stagione"

Il grande ex dell’anticipo di sabato sera tra Nutribullet Treviso e Fortitudo Kigili Bologna, Henry Sims, ha parlato a Damiano Montanari sul “Corriere dello Sport Bologna”, analizzando la preparazione del match in arrivo e raccontando l’emozione di giocare da ex: “Sto molto bene, fisicamente mi sen­to in grande forma e sono pronto per tornare in campo sabato. Sia­mo carichi, abbiamo voglia di gio­care e dopo un periodo di alti e bassi ora mi sento davvero bene. Quando torno a giocare contro una mia ex squadra o un mio ex allenatore ovviamente voglio sem­pre dare il massimo, specialmente perché mi conoscono, sanno come marcarmi. Sono emozionato e non vedo l’ora di giocare”.

Poi Sims fa un tuffo nel passato e ricorda i suoi tempi bolognesi: “Eravamo una buona squadra, tutti uniti e giocavamo bene, anche gra­zie al lavoro dell’allenatore. La cit­tà, poi, è splendida, la adoro; ado­ro la cultura, il cibo, tutto quanto. Ho ancora amici lì. Continuo a sentire Pietro Aradori, siamo amici e ci scambiamo spesso messaggi. Tra i giocatori che ci sono ancora e che conosco figurano anche Mancinel­li e Fantinelli, tutti bravi ragazzi”.

Infine, un commento sull’annata in corso con la sua Nutribullet: “La stagione sta andando benis­simo. Abbiamo avuto, come detto in precedenza, alti e bassi, special­mente alla fine della prima metà di stagione, ma stiamo tornando. Sia­mo pronti e carichi per quest’ulti­ma parte. Sono sicura andrà bene. Possiamo andare ‘as far as we can take ourselves’, fino a dove riusci­remo a spingerci. Dobbiamo lavo­rare duro e tornare a giocare ogni partita come sappiamo fare noi”.

Comunicato a cura di: Sito Ufficiale Lega Basket Serie A

Commenta
(Visited 37 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.