Udine doma non senza difficoltà una coriacea Chiusi ed è la seconda semifinalista di Coppa Italia

APU OLD WILD WEST UDINE- UMANA CHIUSI PER 75-63

CHIETI – Passa Udine ma onore a Chiusi. I friulani staccano il biglietto per la semifinale di “Coppa Italia” imponendosi per 75-63 contro la squadra senese che si è battuta con onore e ha confermato il suo ruolo di matricola terribile non rendendo ai più esperti ragazzi di coach Matteo Boniciolli la vita facile. I senesi sono addirittura stati avanti nella prima parte di gara, poi Udine, sospinta sopratuttto da un Cappelletti perfettamente in grado di leggere ogni fraseggio di gioco e di andare ripetutamente a bersaglio, ha risalito la china portandosi in fuga e non mollando più il vantaggio. Per Chiusi, che con la sua partecipazione alle “Final Eight” ha raggiunto finora il punto più alto della sua storia cestistica ed è reduce dalla cadetteria, un’uscita comunque a testa alta.

PRIMO QUARTO – Udine in testa al girone verde insieme con Pistoia con 34 punti, Chiusi, matricola rivelazione del girone rosso della serie A2, quarta con ventisei. Udine, sulla carta, sembra favorita ma Chiusi, da neopromossa, ha dato molto filo da torcere anche alle grandi conquistandosi a suon di risultati la “Final Eight”. Udine priva dell’infortunato Marco Giuri. Ecco i quintetti di partenza: Udine: Ebeling, Pellegrino, Cappelletti, Lacey e Antonutti. Chiusi: Ancellotti, Pollone, Wilson, Musso, Medford. Proprio quest’ultimo regala ai senesi i primi punti con una tripla. I senesi si sono presentati senza timori reverenziali e mettono altri due punti, Cappelletti, con una tripla, sblocca però i friulani: 3-5 dopo due minuti e mezzo di gara. Ancellotti dimostra di essere in buona vena e Chiusi vola a più quattro. Lacey autografa un’altra tripla e Udine è a meno uno. L’Apu realizza poi il controsorpasso, Ancelotti, però, riporta avanti i senesi. Avvio esaltante con giocate punto a punto: 8-9 a metà quarto. Cappelletti sforna un’altra tripla e riporta Udine in quota con la sua seconda tripla della gara. Walters, dalla lunetta, porta Udine sul più tre con un tiro libero su due a bersaglio. Boniciolli rimette in campo Italiano reduce da un mese di infortunio. Nobile fallisce la tripla del possibile allungo, Musso si prende un antisportivo su Esposito. I friulani cercano la prima fuga sul più cinque. Medford sbaglia in risposta un tiro da tre, Possamai interviene in tapin e affonda la lama: 14.-11 a trenta secondi dal termine di un primo quarto piuttosto equilibrato. Raffaelli porta i senesi in parità a quota 14 e Wilson, a fil di sirena, porta Chiusi sul più due. Senesi avanti per 16-14 al termine del primo quarto. Partita molto avvincente tra Udine che cerca di fare valere la sua esperienza e una Chiusi scalpitante che si è approcciata alla gara senza timori reverenziali. Ancellotti top scorer di Chiusi con sei punti, Cappelletti per Udine con otto.

SECONDO QUARTO – Udine riacciuffa la parità con Walters. L’ex Reyer Venezia Possamai fallisce i due tiri liberi del possibile ritorno avanti di Chiusi, Cappelletti, con una tripla, colpisce ma Possamai risponde. Bomba di Italiano e il roster di Boniciolli si riporta sul più quattro. Mussini conferma la grande confidenza di Udine con i tiri dall’arco, 25-18 e il coach dei senesi Bassi chiama il timeout per ragionare su con i suoi e impedire all’Apu di organizzare la fuga. Raffaelli sforna la seconda tripla e porta i senesi a meno quattro. Wilson , in contropiede, fallisce un canestro ma Pollone, con un tapin, profana il secchiello. Chiusi si porta così a un solo possesso di ritardo. Raffaelli porta Chiusi in parità e il suo score a otto punti: 25-25 a metà quarto, partita molto aperta. Fratto fa riscattare i senesi in avanti costringendo coach Boniciolli a chiamare il timeout. Udine, alla ripresa del gioco, si riporta in parità. La gara continua a non avere un dominus assoluto. Wilson subisce fallo e va in lunetta per una spinta subita da Walters facendone due su due. Chiusi di nuovo avanti di un possesso. L’ex Rieti va ancora in gita in lunetta e mette un altro canestro su due tentativi. Chiusi si mantiene avanti di tre lunghezze: 27-30 a due minuti e mezzo dall’intervallo lungo. Wilson continua a vestire i panni del protagonista e i senesi si portano a cinque incollature di vantaggio. Coach Boniciolli vede la malparata e chiama il timeout per cercare di arginare l’offensiva della squadra di Bassi sempre in grande concentrazione e precisione. Wilson, alla ripresa, riprende il lavoro da dove lo aveva lasciato e spinge i senesi sul più sette. Cappelletti, in penetrazione, riporta Udine in corsa a meno cinque e poi si ripete dopo pochi secondi. Stavolta è coach Bassi a chiamare il minuto di sospensione nelle battute finali del secondo quarto. Udine si riavvicina ma all’intervallo lungo Chiusi è ancora avanti per 33-31. Cappelletti per Udine topscorer con 15 punti, Musso il migliore per Chiusi con nove.

TERZO QUARTO – Chiusi resta avanti per 36-33 dopo un paio di minuti. Lacey porta Udine a una sola lunghezza dimostrando che la partita è ancora avvolta nella massima incertezza. Una tripla di Mussini su assist di Lacey porta i friulani avanti: 38-36 dopo poco più di tre minuti di gioco. Lacey, in penetrazione, porta l’Apu avanti di quattro lunghezze costringendo coach Bassi a chiamare il timeout. Bomba dell’ex Scafati Musso e Chiusi si riporta a meno uno, immediata risposta di Udine con una tripla di Antonutti. Nuova controreplica diWilson con la stessa moneta ed è il 43-42, i friulani cercano di scappare ma i toscani rintuzzano ancora una volta la fuga. Udine risale a più tre. Pellegrino fallisce l’ulteriore allungo. Medford rimette l’Umana a meno due e la partita continua a viaggiare sui binari dell’equilibrio. Nuovo sussulto di Udine con Cappelletti ed è il più quattro per i friulani, 48-44 a due minuti e mezzo dal tramonto del penultimo quarto.Mussini subisce fallo e ne fa due su due dalla lunetta, Udine prova a restare a distanza. Cappelletti lancia in contropiede l’ex Ferrara Ebeling che schiaccia d’autorità il più otto friulano. Raffaelli riavvicina Chiusi dall’angolo: 52-47 per i friulani a un minuto e mezzo dalla fine del quarto. Medford porta il suo score personale a sette punti e Chiusi a meno tre con due tiri liberi. Mussini subisce fallo da Possamai e va a sua volta alla linea della carità riportando Udine a più cinque. Coach Bassi protesta un po’ vivacemente e si prende il fallo tecnico, Mussini trasforma il relativo tiro libero. Medford, subito un fallo, va in lunetta su opposto fronte e Chiusi, con i suoi due tiri a bersaglio, torna a meno quattro. Mussini fallisce una tripla, riprende Walters da sotto e affonda la lama. Udine termina il terzo quarto avanti per 57-51. Partita ancora tutta da giocare.

ULTIMO QUARTO- Lacey prova un canestro sbagliandolo, Walters è ben appostato e riesce a correggerlo capitalizzando due punti. Ancellotti prende un rimbalzo in attacco e spinge Chiusi a meno sei: 59-53 dopo un minuto e mezzo di gioco. Cappelletti spinge Udine a più otto confermando la sua ottima vena realizzativa nel corso di una gara disputata finora da protagonista, Chiusi sembra in crisi di rendimento e vede gli avversari allontanarsi. Coach Bassi chiama il timeout per rifletterci su per cercare di riportare i toscani in partita. Antonutti, con un non facile canestro cadendo all’indietro, porta Udine in doppia cifra di vantaggio a più dieci ma l’ex Scafati Musso intona subito il controcanto. Italiani riporta i friulani sul più dieci e si prende anche il libero aggiuntivo per un fallo subito: completa il gioco da tre e il roster di Boniciolli prova la fuga volando a più undici, 66-55 a metà quarto. Wilson, con un gancio, prova a riportare i senesi in partita. Antonutti infila una tripla e Udine riprende il largo. A Udine sembra riuscire tutto facile in questa fase e un altro canestro di Lacey dall’angolo lo dimostra. I friulani vanno a più quattordici sul 71-57 a due minuti e mezzo dal termine della gara. Pollone mette a sedere Cappelletti e ne mette due per i senesi che devono ancora recuperare parecchi punti. Walters, però, inchioda al ferro e Udine torna avanti di dodici lunghezze ipotecando la qualificazione alla semifinale. Raffaelli spinge Chiusi a meno dieci. Mussini , in penetrazione, chiude il discorso. Udine si impone per 75-63 e si guadagna le semifinali contro una Chiusi comunque di buona levatura.

TABELLINO

APU OLD WILD WEST UDINE: Cappelletti 19. Mussini 15, Antonutti 10, Lacey 9, Walters 9, Italiano 6, Ebeling 4, Esposito 2,. Pellegrino 1, Nobile. N.e: Pieri. Coach: Matteo Boniciolli.

UMANA CHIUSI: Wilson 14, Raffaelli 13, Ancellotti 10, Medford 9, Pollone 6, Musso 5, Possamai 4, Fratto 2, Criconia, Braccagni. N.e: Cavallaro. Coach: Giovanni Bassi.

ARBITRI

Daniele Alfio Foti di Vittuone (MI), Simone Patti di Montesilvano (PE) e Gianfranco Ciaglia di Caserta.

Commenta
(Visited 34 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.