Umana-Banco di Sardegna (stasera ore 21) sarà la 'bella' n° 35 della storia in una serie a 5: solo Treviso e Pesaro sono riuscite a ribaltare uno 0-2

Quella tra Umana Reyer Venezia (nella foto Tonut) e Banco di Sardegna Sassari in programma giovedì sera alle 21 (diretta Rai Sport HD, Eurosport 2, Eurosport Player, Discovery + e Rai Radio Uno) sarà la trentacinquesima gara decisiva in una serie a 5 nella storia dei playoff: fino ad ora la squadra con il fattore campo a favore ha vinto in 24 casi contro i 10 della squadra che la giocava in trasferta. Venezia è stata l’ultima squadra a vincere in trasferta una Gara 5: quella di Cremona nell’ultima edizione giocata dei playoff.

Soltanto due squadre sono riuscite a ribaltare un 2-0 in una serie a 5 gare: Treviso, nei quarti di finale dell’edizione 2003 contro Reggio Calabria (la formula era casa-fuori-casa-fuori-casa), era andata sotto di 2 gare prima di vincere la gara decisiva in casa. Pesaro, nell’edizione 2012, è stata l’unica a recuperare da 2 a 0 e vincere la gara decisiva senza il fattore campo a favore nella serie dei quarti di finale dei playoff 2012 con Cantù.

Venezia è alla settima gara decisiva nella sua storia ai playoff: il bilancio fino ad ora è di 4 vittorie e 2 sconfitte, una con il fattore campo a favore (Semifinale vs Reggio Emilia del 2015). Nell’edizione 2019 dei playoff Venezia ha vinto tutte e tre le serie alla gara decisiva, Quarti contro Trento, Semifinali contro Cremona e la Finale contro Sassari.
Oltre alla finale persa con Venezia a Gara7 la Dinamo Sassari ha altre 3 gare decisive all’attivo, tutte in serie a 7 gare, con un bilancio di 2 vittorie e 2 sconfitte: le due vittorie, contro Milano nella Semifinale 2015 e contro Reggio Emilia nella Finale dello stesso anno sono state vinte entrambe in trasferta.

FONTE: LBA

 

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.