Una Geko Sant'Antimo immensa, il PalaEdilgen resta imbattuto

Ancora una incredibile impresa per la Geko, che in piena emergenza (out capitan Cantone, recuperati al fotofinish Maggio e Puca) e con soli 9 effettivi a referto vince il derby con Forio e mantiene l’imbattibilità del PalaEdilgen. Grande prestazione dei ragazzi di Origlio, che hanno dato l’ennesima dimostrazione di grande compattezza.

LA PARTITA – Il quintetto della Geko questa volta lo detta l’infermeria: c’è Roberto Maggio, costretto a stringere i denti ancora una volta, e ci sono Coviello, Cena ed Ochoa con il giovanissimo Sabatino in guardia. In panchina ne restano 4, un Battaglia reclutato per onor di firma, il recuperato Puca e De Marca e Verazzo, alla prima convocazione stagionale in B. Ritmi alti in avvio, si procede punto a punto nei primi minuti (9-7 al 4’ minuto), poi Forio passa e prova la fuga con il rientrante Hadzic ed Orsini (11-16 al 6’) ma il finale di parziale è tutto di Sant’Antimo che trascinata da Maggio chiude sul 24-19. Nel secondo quarto sale in cattedra Grilli, è lui l’anima della rimonta isolana che vale il controsorpasso ospite (29-30) al 17’. Si procede in equilibrio fino all’intervallo, preceduto dalla tripla dello stesso Grilli che vale il 40-44.
E’ aperta, apertissima, la Geko ripristina la parità al 22’ con un grande Coviello (46-46) e poi ripassa con Roby Maggio e Ochoa un minuto dopo (52-49). Il bomber santantimese, già a quota 19, commette subito dopo il suo terzo fallo ma la squadra tiene, soprattutto in difesa, e al 26’ torna a +8 con un enorme Coviello e SuperNacho (60-52). Time out per Marinelli, Forio reagisce ma i locali resistono con ardore e al 30’ il risultato è 67-61. Che diventa 70-61 al 31’ con una fantastica tripla di Emanuele Puca. Inesorabile riparte la rimonta foriana con Caceres e Iannello che fissano il 72-67 del 33’, Maggio ci mette una tripla di ossigeno puro ma gli ospiti sono in striscia e con Orsini rientrano fino al -3 del 35’ (75-72). E’ tutta da giocare, Cena realizza un canestro fantastico in torsione, Grilli risponde al fuoco ma è ancora Orsini a piazzare il canestro del 78-77 che trasforma gli ultimi 3 minuti in una corrida. A 100” è 81-80, sbagliano Orsini e Coviello, poi lo stesso Orsini va a sfondare su uno statuario Ochoa e la Geko si riprende il match ball a 27” dalla sirena. Forio va di fallo sistematico, arrivano un sorprendente 0/2 di Maggio e poi l’errore sulla risposta di Grilli. Maggio torna in lunetta a 3” dalla fine e stavolta segna entrambi i suoi personali (83-80), in quel che resta è ancora Grilli a prendersi in equilibrio precario il tiro del supplementare che scheggia il ferro. Il PalaEdilgen resta imbattuto, per la Geko è il momento di festeggiare una vittoria pesantissima.

LE PAROLE DI COACH ORIGLIO – “Più che l’aspetto tecnico, in partite come queste voglio sottolineare l’aspetto emotivo, quello agonistico. Nonostante il momento difficile la squadra ha avuto un’approccio importante alla gara, ha mostrato mentalità. Sono contentissimo per questo risultato, ringrazio i ragazzi per questo successo che ha tanto valore. Sono stati esemplari, tutti, compresi i più giovani, hanno mostrato grandissimo attaccamento alla squadra e ai nostri valori portanti”.

GEKO SANT’ANTIMO 83
A.S. FORIO BASKET 80
(24-19, 40-44; 67-61)
GEKO: Maggio 27, Sabatino 5, Coviello 15, Cena 17, Ochoa 14; Puca 5, Battaglia. N.e.: De Marca, Verazzo. All.: Origlio.
FORIO: Orsini 13, Grilli 18, Milosevic 14, Hadzic 13, Caceres 11; Iannello 3, Ciarpella 4, Antonaci 4. N.e.: Capezza e Nafea. All.: Marinelli.
ARBITRI: Cassinadri e Ragionieri.
NOTE – tiri liberi: Geko 11/17; Forio 20/27. Uscito per cinque falli Antonaci, Puca, Milosevic.

Commenta
(Visited 32 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.