Venezia si impone all'Allianz Dome grazie ad un Theodore da 25 punti

L’Umana Reyer Venezia – priva di Tonut, Vitali ed Echodas – conquista il match inaugurale della domenica della 21ª giornata sul parquet dell’Allianz Trieste. L’inizio del match è decisamente equilibrato e a basso punteggio, con Banks (16 punti e 4 assist), Mian (10 punti) e Konate (14 punti e 7 rimbalzi) a farsi sentire contro la classica zona avversaria schierata da coach De Raffaele e un Brooks (16 punti e 8 rimbalzi) molto vivo a rimbalzo in attacco (9-9). Nella seconda metà del primo periodo, l’italo-americano consegna il testimone dell’Umana Reyer a uno scatenato Theodore (25 punti, 4 assist e 8 rimbalzi), autore di tre triple e dei liberi che valgono il primo allungo consistente nel match (16-24 dopo 10’). Questo momento favorevole agli orogranata prosegue nel secondo periodo, grazie anche a Daye e a un super Stone sulle due metà campo. Proprio il numero 5 sigla in contropiede il gioco da tre punti che vale il massimo vantaggio veneziano sul 18-31. Toccato poi anche il -14, l’Allianz reagisce affidandosi all’esperienza di Cavaliero, il quale con due triple e un assist per Mian rimette la barca triestina in linea di galleggiamento (30-35). Al termine del primo tempo, ci pensa allora Theodore a ristabilire la doppia cifra di vantaggio, armando anche la mano di Bramos, autore della bomba del 30-41.

Nella ripresa, i rimbalzi in attacco e la presenza di Watt sotto canestro respingono gli assalti di Davis (12 punti) e Konate, mantenendo sempre un comodo cuscinetto di scarto; le bombe di Theodore e di un ottimo Brooks portano così Venezia sul 39-53 a metà terzo periodo. Trieste però reagisce, realizzando una serie di tiri liberi tra Banks e Konate e cavalcando un Davis abilissimo sul pick and roll (49-55). Nel momento di difficoltà, sale in cattedra De Nicolao (10 punti), autore di una gran tripla e dei tiri liberi che riportano l’inerzia del match a favore degli orogranata, permettendo poi a Theodore di ristabilire le 14 lunghezze di vantaggio sulla sirena del quarto (50-64).
Nell’ultimo periodo, De Nicolao, Brooks e Watt (9 punti e 10 rimbalzi) spengono sul nascere gli accenni di rimonta palesati da Banks e Konate (54-69). Anche gli assalti finali di Davies e Mian non vanno a buon fine, costringendo i giuliani ad alzare bandiera bianca sul punteggio finale di 65-78.

Sito Ufficiale Lega Basket

Commenta
(Visited 34 times, 1 visits today)

About The Author