Verona, sesto acuto di fila sul pitturato di Trapani

Sei e tre. I numeri magici della Tezenis Verona sono due e precisi. Sei come il numero di vittorie consecutive ottenute dopo avere steso la 2 B Control Trapani. E tre, come il numero del posto in classifica occupato alle spalle di Bertram Tortona e Reale Mutua Torino con 26 punti. La cura di coach Alessandro Ramagli ha decisamente rivitalizzato gli scaligeri che al “PalaConad” si sono imposti d’autorità contro il roster di coach Daniele Parente incapace di mantenere il vantaggio dopo il primo quarto a favore. Per il sodalizio siciliano si tratta del secondo stop di fila dopo quello contro la Stings Mantova. Ai Parente boys non è bastato un La Marshall Corbett ancora una volta in grande spolvero con i suoi ventitré punti a referto. Tra gli scaligeri ha brillato invece ancora una volta soprattutto la stella di Francesco Candussi con i suoi venti punti.

PRIMO QUARTO –  Miller cecchina subito per Trapani ma Candussi replica. Le due compagini si presentano subito con il coltello tra i denti e Corbett porta i padroni di casa avanti di tre incollature. Candussi riporta in scia i gialloblù ma Trapani alza di nuovo la voce con Renzi e Corbett portandosi avanti per 11-4 dopo due minuti di gioco. Renzi allarga il fossato ma Tomassini è il primo giocatore dopo Candussi a iscriversi nel referto realizzativo degli scaligeri. Renzi è una furia incontenibile e porta di nuovo il sodalizio di Parente sul più sette (18-11) grazie a una tripla e a un libero aggiuntivo. Prove tecniche di fuga per Trapani, Rosselli sfodera una tripla che riavvicina i veneti ma Corbett riporta il fossato a sette lunghezze. C’è ancora gloria per Miller e Ramagli decide a quel punto di spendere il primo time out per riordinare le idee. Tomassini realizza alla ripresa un 4-0 in serie dimostrando che Verona non intende fare la parte della vittima sacrificale e vuole proseguire il filotto positivo, Palermo, però, risponde con tiri liberi color precisione. Nwohuocha colpisce ancora dalla linea della carità e si spinge ulteriormente in quota con una tripla di Mollura, Verona replica con Rosselli ma non basta per evitare che i padroni di casa mettano le mani sul primo quarto con il punteggio di 34-25.

 

SECONDO QUARTO – Rosselli e i tiri liberi di Jones fanno partire gli ospiti con il piede giusto, Pini conferma il discorso e porta il divario a soli due punti a favore dei padroni di casa. Greene IV sigla il pareggio e Parente prova a oliare con un timeout il meccanismo del suo roster che sembra essersi un po’ inceppato dopo un primo quarto di ottima levatura. Severini porta Verona allo scavalco, Tomassini e Jones allargano il bottino veronese ma Palermo e i tiri liberi di Corbett fanno rialzare Trapani. All’intervallo lungo Verona è avanti per 41-39.

 

TERZO QUARTO – Mollura affonda la lama ma Greene IV lucida bene le mani e sforna una tripla. Corbett lo imita su opposto versante, Jones e Rosselli rialzano però in quota la Tezenis. Renzi tiene il sodalizio siciliano a meno uno (47-48) a circa metà quarto. Corbett e Miller riportano Trapani in freccia di sorpasso ma Verona si riprende subito le redini della gara con Tomassini e Candussi che autografa un buono score personale con un canestro da sotto e una tripla. Verona ha preso mare aperto a più otto (49-57) e Parente spende un altro timeout. Tomassini e Candussi entrano in produzione con una tripla a testa intervallata da una schiacciata di Corbett, Miller consente a Trapani di portarsi sul meno otto. E il terzo quarto va in archivio con gli scaligeri ancora a dettare legge per 63-55.

 

ULTIMO QUARTO – Palermo illude un po’ i padroni  di casa ma Janelidze punge forte dall’angolo. Pini confeziona un gioco da tre, Janelidze vorrebbe fare lo stesso ma si deve accontentare soltanto di un canestro perché stecca il libero aggiuntivo. L’ex Bcc Treviglio Caroti porta Verona in cielo sul 73-57 e Parente chiama un altro timeout. Pini allarga ulteriormente il fossato, Corbett riaccende le speranze di recupero trapanesi con un libero a bersaglio su due e una tripla. Greene IV e Tomassini scrivono però il “The end” sulla gara con i colori gialloblù e Verona continua il suo momento prodigioso con la sesta vittoria di fila con il punteggio di 81-69.

 

TABELLINO

 

2B CONTROL TRAPANI: Corbett 23, Miller 14, Renzi 13, Mollura 9, Palermo 6, Nwohuocha 4, Basciano, Erkmaa, Pianegonda, Milojevic. N.e: Tartamella, Adeola. Coach: Daniele Parente.

Tiri liberi: 7 su 9, rimbalzi 25 (Miller 7), assist 12 (Corbett 6).

TEZENIS VERONA: Candussi 20, Tomassini 18, Pini 9, Rosselli 9, Greene IV 8, Jones 8, Janelidze 5, Severini 2, Caroti 2, Beghini, Colussa. Coach: Alessandro Ramagli.

Tiri liberi: 10 su 14, rimbalzi 31 (Jones 7), assist 16 (Severini 5).

 

ARBITRI

 

Roberto Radaelli di Rho, Alberto Maria Scrima di Catanzaro e Francesco Praticò di Reggio Calabria.

 

 

 

 

 

 

 

Commenta
(Visited 12 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.