Alla Virtus il match fra squadre decimate, Cremona cede 75-87

Vanoli Basket Cremona vs Virtus Segafredo Bologna: 75 – 87
(Q1 15-22; Q2 41-43; Q3 60-70)

Vanoli Basket Cremona; Agbamu ne, Dime 5, Harris 2, Sanogo 12, McNeace 2, Gallo 3, Pecchia 16, Poeta ne, Vecchiola ne, Zacchigna, Tinkle 19, Cournooh 14.
Coach: Galbiati

Virtus Segafredo Bologna: Tessitori 2, Belinelli 15, Pajola 3, Alibegovic 25, Ruzzier, Jaiteh 13, Alexander 3, Ceron, Barbieri ne, Sampson 5, Weems 12, Teodosic 9.
Coach: Scariolo

Arbitri: Quarta, Attard, Galasso

Trasferta a Cremona per la Virtus Segafredo Bologna di Coach Scariolo, 11^ giornata di LBA, nel quintetto di partenza Pajola, Teodosic, Weems, Alibegovic e Jaiteh. Alibegovic mette i primi punti della gara, Teodosic trova la soluzione dall’arco e la Virtus conduce subito per 8 a 0, timida reazione della Vanoli che viene spezzata sul nascere ancora una volta da Alibegovic, 5 a 12 Segafredo dopo 5′ dalla palla a due. La squadra di coach Galbiati prova a rientrare a contatto delle V Nere, ma la tripla di Teodosic riporta sul +6 Bologna (9-15), le V Nere continuano ad attaccare, Teodosic pesca Belinelli, subentrato all’ala bosniaca, segna e costringe la panchina di casa a chiamare il primo time out della gara (11-19) a 2′ dalla prima sirena. Primi cambi, entra Alexander e si prende subito la prima tripla della sua partita, la difesa bianconera chiude bene ogni linea di passaggio e il primo quarto si chiude sul punteggio di 15 a 22 per la Virtus. Secondo periodo di gioco combattuto con la Vanoli più aggressiva nelle sue percussioni nel pitturato avversario, Cournooh (uno dei tanti ex di giornata) e Pecchia riportano a -2 la squadra lombarda, time out chiamato dalla panchina virtussina, 25 a 27 a 6′ dall’intervallo lungo. Belinelli fa 3/3 dalla lunetta, Cournooh risponde con altri tre punti, Jaiteh trova punti pesanti sotto le plance riportando a +6 i suoi compagni (28-34), Harris lotta per tenere vive le speranze dei suoi, ma la Virtus mette il piede sull’acceleratore e con Pajola e Weems si porta sul + 9 (30-39) a 3′ dalla fine. La squadra di Coach Galbiati però non ci sta e continua a rimanere a contatto di Bologna con Tinkle e ancora Cournooh, Sanogo fa 2/2 dalla lunetta e quando inizia l’ultimo minuto il tabellone recita 39 a 41, partita ancora aperta al Palaradi. Alexader stoppa Cournooh, Jaiteh segna nell’azione successiva e Pecchia chiude il discorso nel primo tempo, Vanoli 41 Virtus 43. Teodosic e Alibegovic trovano la conclusione dall’arco, Cremona sbaglia l’ultimo passaggio, ancora Alibegovic che segna e chiude il gioco da tre punti, la V Nera si riporta sul +7 (44-52) ad inizio terzo quarto. Jaiteh e Weems segnano con continuità, la palla gira veloce in attacco, Alibegovic trova il lungo francese che tutto solo segna e porta a +11 (50-61) il vantaggio bianconero a 5′ dalla terza sirena. La Virtus controlla il ritmo della gara ma la Vanoli prova a forzare e a tentare il tutto per tutto, si porta sul -10 quando suona la sirena di fine terzo periodo, 60 a 70 Virtus. Cremona piazza il 5 a 0 di parziale che viene spezzato dalla tripla di Alibegovic, la difesa virtussina si risistema e ancora una volta Alibegovic sempre da tre e Belinelli costruiscono il controbreak che vale il +13 di vantaggio per la squadra di Coach Scariolo (65-78), time out chiamato dalla panchina lombarda; la gara non è ancora chiusa, Cremona non vuole arrendersi ma la Virtus mette in mostra tanto del suo potenziale, sia in attacco che in difesa e tiene a distanza gli avversari. Weems schiaccia il +14 a meno di 2′ dalla fine, la pratica ormai è chiusa, la Virtus si porta a casa la vittoria consecutiva numero 5, al Palaradi finisce 75 a 87 Virtus.

Comunicato a cura di: Ufficio Stampa Virtus Segafredo Bologna

Commenta
(Visited 23 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.