Virtus Bologna, Djordjevic: "Le critiche dei tifosi fanno bene a volte"

La Virtus Bologna è attesa dalla difficile sfida di campionato contro Pesaro e dovrà riscattare la battuta d’arresto in casa contro Brindisi.

Coach Djordjevic ha parlato di questo e di alcune critiche dei tifosi: “Abbiamo perso una partita, non c’è bisogno di processi ne da parte mia ne da parte di nessuno, almeno con me non funziona così. Stiamo analizzando questo nostro aspetto anomalo, cercando di analizzare quello che ci porta a giocare sottotono alcune partite. De Raffaele, prima della partita contro Venezia, mi diceva che lui fa tanta fatica a motivare i suoi ragazzi. La difesa ci contraddistingue e giocare sotto tono ci porta a fare errori sotto questo aspetto. Ci sono due maniere di giocare: giocare a pallacanestro e giocare per vincere. Poi tutte queste situazioni esterne non aiutano: non aiuta la pandemia, non aiutano tutti questi casi di contagio. La settimana del Lietkabelis doveva aiutarci a dare continuità alla gara con Venezia, invece avevamo la testa su altro, perché dovevamo fare i conti con un positivo, con tutta una serie di cose con cui fai fatica ad avere motivazioni. Dobbiamo cercare di superare anche questi problemi, lo fa il coach e lo fa anche la società. A Kuban è stata una grande trasferta, contro un Club che non nasconde le sue ambizioni: abbiamo mischiato le carte e abbiamo avuto buone risposte, anche in un palazzetto con i tifosi. A noi questa cosa manca, non a caso l’ultima volta in cui abbiamo giocato con i nostri tifosi li ho ringraziati, perché a volte serve anche sentire qualche critica da parte loro e questo l’ho detto anche in riunione ai miei ragazzi. Stiamo cercando di preparare al meglio la partita con Pesaro, pur non sapendo ancora se ci sarà una partita o meno e questo lo sapremo oggi. Hanno avuto prestazioni convincenti, con un grande gioco di squadra sia con Cremona che con Varese. A Pesaro poi ci tengono, vivono di emozioni e io ci sono stato per due anni bellissimi, so cosa provano. Hunter ha sentito un fastidio all’adduttore per il quale ieri ha fatto solo terapia e oggi vedremo. Per noi in 10 giorni ci saranno 5 partite, il calendario si restringe e ci saranno sempre meno spazi per le partite rinviate. Noi possiamo solo andare in campo e lottare. Markovic non si è ancora allenato con la squadra, è ancora fasciato e valuteremo per domani. Dopo la trasferta di Kuban, Alibegovic e Deri hanno avuto problemi di gastroenterite. Abass lo aspettiamo, ci manca e anche stamattina l’ho sentito.” 

Palla a due ore 20.00, sabato 14 novembre. Diretta Eurosport Player e Radio Nettuno Bologna Uno.

Commenta
(Visited 12 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.