Gran Canaria piega la Virtus 100-80, Scariolo: "Serata storta, c'era da aspettarselo nella nostra situazione"

Costretta sempre a giocare a ranghi ridotti per le diverse assenze, la Virtus resta in partita per tre quarti ma cede nettamente nel periodo conclusivo allo strapotere di Gran Canaria che si conferma capolista a pari merito insieme al Buducnost nel girone B di Eurocup.

Gli uomini di Scariolo partono forte sul 2-10 grazie a Teodosic e Pajola, ma gli spagnoli spinti dal loro pubblico rientrano immediatamente sulla parità già a quota 13. L’equilibrio regna sovrano con entrambe le squadre che riescono a segnare abbastanza facilmente, dopo i primi dieci minuti il punteggio è di 26-24. Un gioco da tre punti di Salvo spinge Gran Canaria a +5, sempre una tripla del nr.7 spagnolo vale il 37-29, Teodosic riavvicina la Virtus a -2 che rimane sempre il margine di distacco fra le due squadra fino all’intervallo lungo che arriva sul 47-45.

Rientrano meglio i campioni d’Italia dagli spogliatoi, 9-3 di parziale e +4 Virtus, ma i padroni di casa non si scompongono e tornano avanti grazie ai canestri da oltre l’arco, Belinelli tiene i suoi avanti sul 62-63, Tessitori fa 2/2 in lunetta per il +3 ma Stevic, Brussino, Ennis e Slaughter confezionano un parziale di 9-0 che vale quindi il 71-65 dopo 30 minuti di gioco. Stavolta è l’allungo decisivo: Gran Canaria scappa subito a +10 sfruttando anche un antisportivo fischiato a Teodosic, Slaughter e Diop scrivono 84-70, Belinelli lancia l’ultimo assalto con due triple consecutive per il -9 a 04:35 dal termine ma gli uomini di Scariolo non ne hanno più, Ennis chiude i giochi con la tripla del nuovo +15. 100-80 il risultato finale.

Tabellini e dichiarazioni di Scariolo (a cura di: Ufficio Stampa Virtus Segafredo Bologna)

GRAN CANARIA: Kramer 14, Diop 9, Salvo 10, Slaughter 16, Brussino 5, Lopez 3, Shurna 14, Perez, Garcia, Diop 3, Ennis 17, Stevic 7.

Coach Fisac

VIRTUS: Tessitori 4, Belinelli 16, Pajola 11, Alibegovic 8, Ruzzier, Jaiteh 10, Alexander, Ceron, Weems 17, Teodosic 15.
Coach: Scariolo

Le parole di coach Sergio Scariolo: “Grande merito a Gran Canaria, ha mosso bene la palla e ha tirato molto bene. Hanno giocato con aggressività e hanno meritato di vincere. Da parte nostra c’era da aspettarselo, dopo tante vittorie consecutive e nella situazione in cui siamo, una serata storta e una brutta partita. Nel terzo quarto abbiamo tenuto, abbiamo messo anche la testa avanti ma poi nell’ultimo periodo abbiamo mollato, abbiamo perso il controllo dei rimbalzi. Ci siamo fatti prendere un po’ dall’ansia e siamo passati da essere sotto di 6-8 punti a -20. Non dobbiamo fare drammi, dobbiamo analizzare e pensare a recuperare le energie e qualche giocatore.”

Commenta
(Visited 42 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.