Virtus Molfetta, domenica recupero della nona giornata contro l'Adria Bari

Dopo la vittoria esterna in quel di Corato contro l’Adriatica Industriale Basket Corato, torna a giocare tra le mura amiche del Palapoli la Dai Optical Virtus Molfetta che domenica 2 Gennaio affronterà la Gmc Adria Bari.

La squadra barese ha confermato coach Cazzorla in panchina ed è attualmente quinta in classifica, ferma a 10 punti ma ha ampiamente dimostrato in questo campionato di avere un roster molto temibile e pericoloso con i due stranieri, il centro Meistas Vytautas che viaggia ad una media di 25 punti a partita e Santiago Rodriguez (20 punti di media), tra i giocatori più forti di questo campionato.
In doppia cifra viaggiano anche l’ala forte Dario Buzzo e l’ala piccola Alessandro Ferraretti. Senza dimenticare i tanti giovani che stanno ben figurando tra cui LupoAbresciaRavelli e Pugliese.

La Dai Oprical Virtus Molfetta arriva all’incontro di domenica forte del primato solitario in classifica. Contro i baresi sarà vietato distrarsi o sottovalutare l’impegno e servirà la miglior Dai Optical per continuare la striscia di risultati utili consecutivi e confermare il primo posto in classifica, vista anche la concomitante sconfitta dell’Adriatica Industriale Basket Corato contro il New Basket Mola.

L’incontro in programma domenica 2 Gennaio alle ore 19.00 si giocherà presso il Palapoli di Molfetta e sarà arbitrato dai signori Laveneziana Lino di Monopoli e Caposiena Mario di San Severo.

In ottemperanza al decreto legislativo entrato in vigore il 25/12, l’ingresso al Palapoli è consentito, previa esibizione del biglietto e/o abbonamento, esclusivamente ai possessori di super Gren Pass e mascherina di tipo FFP2.

Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.