La Virtus dilaga nel secondo tempo, Promitheas travolto 91-72

Virtus Segafredo Bologna vs Promitheas Patrasso 91-72
(Q1 27-23; Q2 43-43; Q3 70-56)

Virtus Segafredo Bologna: Tessitori 5, Belinelli 9, Pajola 4, Alibegovic 14, Ruzzier 5, Jaiteh 9, Alexander 8, Ceron 3, Sampson 8, Weems 18, Teodosic 8.
Coach: Scariolo

Promitheas Patrasso: Ray 7, Schwartz, Grant 15, Gaddy 4, Hunt 14, Agravanis 5, Gkikas 8, Rogkavapoulos 4, Miles 6, Giannopulos 9, Bazinas, Tanoulis.
Coach: Zouros

Arbitri: ZAMOJSKI JAKUB, SUKYS ARTURAS, LAVRUKHIN ARTEM

Notte europea per la Virtus Segafredo Bologna, il cammino in EuroCup giunge alla 7^ giornata di Regular Season, le V Nere ospitano Patrasso allenata da coach Zouros e dell’ex Gaddy. Bologna parte con il piglio giusto, Weems trova subito la via del canestro, Teodosic e Pajola non sono da meno, mentre la squadra greca non riesce ad interrompere la circolazione di palla, 16 a 8 Segafredo il parziale di gioco dopo 4′ dalla palla a due. Fase di gara spigolosa, il cronometro viene spesso interrotto dai fischi arbitrali, il Promitheas prova a tornare a contatto dei bianconeri che però trovano ora in Jaiteh la giusta arma per portarsi sul +9 (25-16) a 3′ dalla prima sirena. Sampson stoppa per bem due volte gli attacchi avversari, la squadra greca tuttavia è viva e sul finale di quarto dimezza lo svantaggio portandosi sul -4, Belinelli prova la soluzione ben oltre l’arco ma non c’è più tempo, sirena e primo quarto che termina con il punteggio di 27 a 23 Virtus. Hunte (ex conoscenza Fortitudina) si carica sulle spalle i propri compagni e riporta a -2 la squadra ellenica, la Virtus risponde con Tessitori e Belinelli, Jaiteh allunga il vantaggio sfruttando l’assist sotto canestro del capitano virtussino, +6 bianconero (35-31) a 6′ dall’intervallo lungo; Hunt segna e Gaddy dalla lunetta fa 2/2, quanto basta per costringere la panchina delle V Nere a chiamare il time out. Punteggio di nuovo equilibrio (35-35) a 4′ dalla fine, Tessitori riporta avanti la Virtus in una partita che sembra avere il freno a mano tirato; pareggia ancora Patrasso a meno di 2′ dalla seconda sirena, la partita non si sblocca e le squadre vanno a riposo sul punteggio di 43 a 43. Secondo tempo che vede lo stesso canovaccio dei primi 20′ di gioco, le squadre rimangono a contatto, nessuna prende il sopravvento sull’altra, Teodosic però pesca in area Alibegovic che segna, poco dopo è sempre l’ala bosniaca a trovare la tripla del +4 (55-51) a meno di 4′ dalla terza sirena. Belinelli trova alrri tre punti, Sampson appoggia al ferro per due volte consecutive, altro +9 per Bologna (62-53) a poco più di 1′ dalla fine del terzo periodo fi gioco. Ruzzier e Belinelli accendono la gara, il pubblico si scalda in vista del derby e la Segafredo ora vuole apporre il vantaggio decisivo, dopo 30′ di gioco la squadra di Coach Scariolo chiude in vantaggio sul punteggio di 70 a 56. La Virtus controlla l’ultima fase della sfida, tiene a debita distanza i propri avversari grazie ai punti di Weems e Alexander, tuttavia la gestione arbitrale blocca il gioco e lo spettacolo ne risente, il pubblico non gradisce; Alibegovic penetra in area e gonfia la retina, Weems è sempre una certenzza quando parte in contropiede e a poco più di 4′ dalla sirena finale la Segafredo conduce con il punteggio di 81 a 63. La gara ormai è in ghiacciaia per la Virtus, Alexander e Alibegovic non si fermano e sfruttano ogni occasione che la difesa greca li concede, le V Nere toccano il +21 e si portano a casa un’altra importante vittoria. Nel finale c’è spazio anche per il primo canestro di Ceron in bianconero. Alla Segafredo Arena finisce 91-72.

 

Comunicato a cura di: Ufficio Stampa Virtus Bologna

Commenta
(Visited 43 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.