Virtus Arechi Salerno, Benedetto: "Affrontiamo Palestrina con tanta consapevolezza nei nostri mezzi"

Simili nelle ambizioni nutrite, quelle che anche nel corso di questa stagione giunta quasi al break natalizio sono state avvalorate da due percorsi pressoché perfetti, al netto dei quali gli ostacoli lungo il sentiero non hanno mai fatto paura, eppure diverse, nelle idee attraverso cui conquistare gli obiettivi prefissati e nei protagonisti affidatari di una doppia storia i cui nodi si intrecciano inevitabilmente fino a generare un romanzo a due voci.

Pallacanestro Palestrina e Virtus Arechi Salerno nuovamente lì, legate l’una all’altra, camera con vista il primato di un girone D che, testardo sì banale mai, affida ancora le chiavi della propia vetta al primo, autentico scontro-diretto che finirà col valere persino qualcosa in più, leggasi l’accesso alla Final Eight di Coppa Italia, aspetto questo che non può non rendere il match del PalaIaia un appuntamento di quelli davvero imperdibili.

Si gioca sabato 21 dicembre alle ore 20.30 nel fortino della capolista, con alle spalle finora l’unico, veniale ko rimediato dalla truppa dell’esperto e vincente Francesco Ponticiello nel lontano opening game del 29 settembre con il Basket Corato, da lì una striscia di risultati utili consecutivi impressionante, a riprova della solidità di un gruppo diverso per costituzione rispetto a quello dell’ultima annata eppure maledettamente in grado di alzare la voce e dominare questi primi mesi di regular season.

Roster ben allestito in offseason, profondo ed al contempo ringiovanito nei suoi effettivi (età media 23.4 anni) con le idee chiare e desideroso – proprio come la Virtus – di non arrestare la propria furiosa corsa dopo il finale al fulmicotone nel derby di Valmontone: un 79-80 emozionante, propiziato sì dalle qualità indiscusse dei singoli (Rossi, Bartolozzi, Bersanti e Cacace tra gli altri) ma soprattutto dalla consapevolezza di essere squadra, sempre e comunque.

Ad opporsi, l’alter-ego Virtus Arechi Salerno, reduce da tre successi consecutivi dopo lo stop in quel di Matera e motivatissima ad agguantare il primo obiettivo stagionale con il proposito di firmare l’upset proprio sul parquet del PalaIaia. I ragazzi di coach Giovanni Benedetto si sono ritrovati martedì in palestra con la voglia di preparare al meglio una sfida dal sapore speciale che dovrà essere interpretata con il piglio giusto sin dalla palla a due prestando attenzione al concetto di continuità ed equilibrio tra le due fasi di gioco.

I blaugrana – forti di Ciribeni alla sua terza settimana di lavoro a Salerno – monitorano le condizioni di Antonio Gallo (in forse per la sfida prenatalizia di sabato sera a causa di un problema al piede) e si preparano ad una di quelle partite tutte da vivere, un appuntamento guadagnato e meritato al netto di una prima parte di stagione nel corso della quale – malgrado le notevoli difficoltà fisiche – i risultati non sono comunque tardati ad arrivare. Ora, per chiudere alla grande, serve l’ultimo e più significativo sforzo che solo un successo in quel di Palestrina può garantire. Una cosa è certa: la Virtus vuol farsi trovare pronta.


Le dichiarazioni di coach Benedetto

In vista del match di sabato al PalaIaia, queste le dichiarazioni del capo-allenatore blaugrana Giovanni Benedetto:

«Arriviamo a questo importante appuntamento con la consapevolezza relativa al grande lavoro effettuato nella prima parte di stagione, ormai prossima ad andare in archivio: ci siamo guadagnati con il sudore la possibilità di affrontare la capolista e giocarci, nella stessa serata, primato del girone e pass per la Final Eight di Coppa Italia. I ragazzi hanno fronteggiato con lo spirito giusto le difficoltà di un cammino positivo che auspichiamo di poter coronare al termine del match in programma sabato sera.

Affrontiamo la capolista, una squadra ed una organizzazione sportiva che da anni avvalora a suon di risultati la propria leadership. Anche in questo campionato, pur cambiando diversi effettivi rispetto al roster dello scorso anno ed abbassando notevolmente l’età media, Palestrina è lì davanti a tutti, cortesia del lavoro di uno staff tecnico di primissimo livello rappresentato da Francesco Ponticiello nei confronti del quale nutro grandissima stima.  

Dal canto nostro, andremo a giocare con la consapevolezza del valore e della crescita esponenziale di un gruppo che, con l’arrivo di Ciribeni, sta sviluppando un processo evolutivo al termine del quale potremo finalmente assestarci e trovare un prezioso equilibrio».


Info generali

Il match tra Pallacanestro Palestrina e Virtus Arechi Salerno – valido per il quattordicesimo turno del campionato di Serie B Old Wild West – sarà diretto dai signori Giuseppe Scarfò di Palmi (Reggio Calabria) e Donato Davide Nonna di Milano.

Sarà possibile seguire l’audicronaca a cura di Carmine Lione sintonizzandosi dalle ore 20.15 sulla Pagina Facebook della scrivente società.

Infine, per rimanere costantemente aggiornati su tutte le ultime novità in casa Virtus Arechi Salerno, non resta che collegarsi ai nostri canali social ufficiali e al sito internet www.virtusarechisalerno.it.

Comunicato a cura di Carmine Lione, Area Comunicazione Virtus Arechi Salerno.

Commenta
(Visited 79 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.