Virtus Siena, il D.S. Voltolini: "Campionato equilibrato come non mai"

Le vacanze, quest’anno più brevi del solito, stanno per finire in casa Virtus Siena e da lunedì la truppa, guidata ancora una volta da coach Andrea Spinello, tornerà a sudare preparando la nuova stagione di serie C Gold che si preannuncia intensa e difficile, vista l’alta qualità delle avversarie, alcune delle quali assai attive sul mercato estivo, come ammette anche il D. S. virtussino Gabriele Voltolini: “ci sarà un altissimo livello tra le prime 6/7 squadre, sarà un campionato equilibrato come non mai.” 

 

Sono passati appena due mesi dalla fine della stagione scorsa e la Virtus è pronta a ripartire per una nuova avventura; con quali sensazioni? 

“Ripartiamo con le sensazioni di ogni inizio: buone e positive, soprattutto perché si ritorna in campo, e questo è ciò che ci piace. La scorsa stagione, terminata solo il 10 luglio, è finita con una qualificazione alla fase nazionale per la promozione in serie B, un risultato che è andato oltre la nostre aspettative, e da domenica ripartiremo sicuramente con tanta voglia di fare. 

E la Virtus ripartirà da un roster composto dallo zoccolo duro dei senior ma anche dai giovani, ormai parte integrante del gruppo, alcuni dei quali attualmente aggregati alla squadra di Chiusi. 

“Lo zoccolo duro dei senior, che tante soddisfazioni ci hanno dato in questi anni, è l’elemento di continuità e garanzia del nostro progetto in cui lanciare ogni anno giovani interessanti, tra i quali Braccagni, Costantini e Pacciani che saranno in pianta stabile in prima squadra e che stanno attualmente svolgendo la preparazione con la San Giobbe Chiusi di A2.” 

E proprio con la San Giobbe avete stipulato recentemente un importante accordo di collaborazione. 

“ Sì, è un accordo che per noi è molto importante e speriamo che possa portare ad entrambe le società vantaggi immediati ma anche nel futuro. Abbiamo spinto molto per questo accordo e crediamo che sia una cosa più che positiva per i nostri ragazzi che potranno fare una bella esperienza in un gruppo di A2, ma anche per la società, che potrà avere al suo fianco la San Giobbe, la massima realtà cestistica della provincia.” 

Tornando alla prima squadra, c’è stata una rivoluzione importante nel reparto lunghi. 

“Il reparto lunghi è stato l’unico che è stato toccato: la partenza di René Ndour per la serie B, dopo le ultime belle stagioni era abbastanza scontata, ma non ci siamo fatti trovare impreparati, ingaggiando Lorenzo Bruno, un gradito ritorno che per noi è garanzia tecnica ed umana. Accanto a lui è arrivato Gabriele Zambonin, classe ’99 con lunga esperienza sia a livello giovanile che di prima squadra (Chiusi, Montale e Pistoia, facendo alcune apparizioni in Supercoppa di A2) ragazzo umanamente super e tecnicamente con larghi margini di miglioramento. Infine Fetah Avdiu, un 2002 che ha iniziato a giocare da poco ma che possiede doti enormi e che, grazie al lavoro del nostro staff, siamo certi che potrà già dare il suo contributo fin da questa stagione.” 

Infine, uno sguardo alle avversarie, in un girone che si preannuncia veramente competitivo. 

“Le avversarie saranno tante e toste: c’è la nuova Montecatini – Valdinievole di coach Barsotti, uno dei migliori allenatori della scorsa serie B che si cala in una nuova avventura vicino casa, formando una squadra fortissima, con tanti giocatori di categoria superiore, ci sarà Agliana, con il nostro ex Zeneli da non sottovalutare, ma anche l’ambiziosa Olimpia Legnaia, l’altra squadra di Montecatini, cha ha inserito tanti pezzi importanti tra cui Giovanni Bruni, la solita Castelfiorentino che ha reinserito tutti i senior che la passata stagione si erano fermati per la pandemia, La Spezia che ha perso i due lituani ma li ha sostituiti con elementi di gran valore. Sarà senz’altro un campionato di altissimo livello.”

Intervista a cura di Davide Donnini.

Commenta
(Visited 43 times, 2 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.