Brescia verso il derby con Cremona: "Sempre pronti a dare battaglia"

“Affrontiamo le cinque partite che ci restano da giocare con il sorriso. Nonostante le difficoltà di un’infermeria piena, abbiamo dimostrato di essere sempre pronti a dare battaglia. E lo faremo anche nel derby con Cremona”. Queste le parole che accompagnano la Germani Basket Brescia all’impegno della 26/ma giornata, nella quale il quintetto biancoblu affronterà la Vanoli Cremona.

La sfida del PalaLeonessa è stata presentata nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno preso parte il GM Sandro Santoro, il coach Andrea Diana e l’ala Andrea Zerini. L’appuntamento è stata anche l’occasione per presentare le iniziative che Stornati Viaggi, vettore ufficiale di Basket Brescia Leonessa, ha in serbo per tutti i tifosi che saranno al palasport in occasione della gara di domenica prossima, nella quale ricoprirà il ruolo di Match Sponsor.

“Viviamo un momento di difficoltà, abbiamo dei problemi d’infermeria abbastanza importanti da dover gestire – esordisce Sandro Santoro, General Manager della Leonessa -. La squadra ha comunque dimostrato di essere sempre pronta a dare battaglia, come accaduto in occasione della trasferta con Cantù. Anche con Cremona dovremo andare oltre tali difficoltà: la squadra lavora con grande concentrazione durante la settimana, sapendo che quelle che ci restano da giocare sono partite da vincere prima di tutto dal punto di vista mentale. Affronteremo il trittico di partite consecutive in casa con grande coraggio, con la consapevolezza di avere ancora il futuro nelle nostre mani. Guardiamo alle cinque partite che ci restano da giocare da qui alla fine della regular season con il sorriso”.

“Abbiamo bisogno di concentrarci solo su ciò che c’è da fare – conclude Santoro -. Non nego che ci siano state anche delle criticità, ma credo anche che l’ultimo periodo sia stato proficuo dal punto di vista dei risultati. Tempo fa avevo detto che avremmo fatto qualcosa sul mercato se fosse stato giustificato da un cambiamento di obiettivi. Questo non è ancora avvenuto: tutti noi dobbiamo accettare gli esiti di una stagione come questa, che non va presa in considerazione e giudicata solo tenendo conto del risultato sportivo. Abbiamo affrontato tanti problemi che non si erano mai palesati in precedenza, non solo dal punto di vista sportivo. Essere usciti indenni da alcuni di questi problemi ci ha fatto maturare un’esperienza che tornerà utile a tutti noi in futuro”.

“Voglio fare un elogio ai miei giocatori, perché non è semplice affrontare le partite dopo aver disputato allenamenti a ranghi ridotti, come sta accadendo nelle ultime settimane – spiega coach Andrea Diana -. Ringrazio chi sta giocando sul dolore come Brian Sacchetti, che dà sempre la sua disponibilità a giocare, ma anche Andrea Zerini, che soffre di un problema al gomito da più di un mese. Anche grazie al loro sacrificio e alla loro disponibilità, siamo pronti a combattere per altri 40′ senza mollare di un millimetro, come avvenuto con Cantù”.

“Cremona è una delle sorprese del campionato, che fin dall’inizio staziona nei piani alti della Serie A – prosegue l’allenatore della Germani -. È una squadra rodata, che gioca in grande fiducia, con una chimica perfetta. La squadra rispecchia appieno la filosofia di coach Sacchetti, giocando con ritmi alti e prendendo tanti tiri”.

“Le loro principali soluzioni offensive risiedono nell’esperienza di Diener, ma anche nella capacità di attaccare il canestro di Saunders e Crawford – continua il coach livornese -. La gestione del ritmo di gara sarà fondamentale insieme all’approccio difensivo, dal quale non possiamo mai prescindere. Dovremo porre attenzione in particolare alla nostra transizione difensiva e alla gestione degli attacchi, cercando di ridurre al minimo le palle perse, senza dimenticare che la Vanoli è una squadra molto forte anche nella fase difensiva”.

“Quelle contro Cremona sono state sempre partite belle e tirate, con un clima da derby che è cresciuto di anno in anno – conclude Diana -. C’è sempre una bella atmosfera quando giochiamo contro la Vanoli. Non mi sento di chiedere nulla di più ai ragazzi rispetto a ciò che stanno facendo. Se dopo la gara d’andata Meo Sacchetti dichiarò di aver fatto il regalo di Natale al figlio Brian, speriamo che anche domenica arrivi anche il regalo di Pasqua”.

“In questo momento siamo un po’ in difficoltà, ma in tutti noi c’è voglia di essere comunque presenti – afferma Andrea Zerini, lungo della Leonessa -. In campionato, nulla è ancora perduto: abbiamo ancora il destino nelle nostre mani, soprattutto adesso che abbiamo tre partite consecutive in casa. Possiamo ancora mettere pressione alle altre squadre, abbiamo voglia di dimostrare che possiamo stare ad un livello superiore rispetto a quello che occupiamo attualmente. Siamo professionisti e lo dimostreremo, fino alla fine del campionato”.

“Questo per me è stato per me un anno sicuramente positivo – conclude l’ala toscana -. Sapevo fin da subito che avrei dovuto giocarmi le mie carte di volta in volta e credo di aver dimostrato di poter meritare il posto, guadagnandomi sempre più minuti in campo. Se ultimamente escono voci di mercato sul mio conto, significa che la mia è stata una stagione positiva”.

“Abbiamo iniziato a seguire il basket nove anni fa e abbiamo sempre accompagnato la Leonessa in trasferta fin dai tempi della Serie A2 – spiega Giancarlo Stornati, presente assieme alla moglie Marianna per presentare le iniziative che dedicheranno ai tifosi della Leonessa prima e durante la partita di domenica prossima -. Stornati Viaggi si occupa soprattutto di trasporto di gruppo con autobus, ma opera anche nel settore dei minibus e delle berline per i trasporti aziendali. Il bus griffato della Leonessa fu un’idea di Mauro Ferrari, che ha voluto che il mezzo fosse ad esclusiva disposizione della Leonessa. E così è stato ed è tuttora. Domenica cercheremo di fare una sorpresa ai tifosi della Leonessa, ai quali siamo molto legati. Gaia Massetti, inoltre, canterà una serie di canzoni, tra cui un rap in inglese per intrattenere il nostro pubblico”.

Fonte: Ufficio Stampa Germani Basket Brescia

Commenta
(Visited 14 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.