Serie C Gold Puglia, Cus Taranto - Bricis: "Ora battiamo anche Manfredonia. Taranto è bella, il tifo di più!"

16ªgiornata Serie C Gold: al Palafiom i rossoblu cercano conferme dopo il blitz di Monopoli. Il lettone top scorer: “Dobbiamo vincere a tutti i costi”

Confermarsi nello sport è sempre più difficile che stupire. Così il Cus Jonico Basket Taranto si affaccia sulla 16° giornata del campionato di serie C Gold. Domenica sul parquet del Palafiom i rossoblu ospitano la SSD Giuseppe Angel Manfredonia.

La partita arriva ad una settimana esatta dalla grande gara che ha visto la squadra di coach Olive espugnare per la prima volta in stagione il parquet della capolista Monopoli. Una piccola impresa che ora non va assolutamente sprecata dimostrando la maturità di aver assorbito la “sbornia” del colpaccio in un match che stavolta sulla carta vede inevitabilmente Taranto favorita sul roster dauno. Coach Olive spera di recuperare capitan Grosso, assente nel blitz di Monopoli, così come Berzins che ha già saltato tre partite.

Sicuramente il Cus Jonico Taranto domenica potrà contare sul talento cristallino di Arturs Bricis,  autentico trascinatore a Monopoli dall’alto dei suoi 36 punti, oltre 20 di media a partita.

Raccontaci ancora un po’ della vittoria contro la prima in classifica, ve l’aspettavate?

Monopoli è una buona squadra e abbiamo giocato con grande energia, li abbiamo battuti giocando al meglio, con il nostro gioco. Eppure non avevamo il nostro capitano Andrea Grosso, ma siamo riusciti a fare squadra e dare ognuno qualcosa in più. Per quanto mi riguarda: non importa contro chi gioco, cerco sempre la vittoria.

Hai fatto una grande partita, 36 punti: in carriera quante volte hai fatto di più?

La scorsa stagione, quando giocavo in Sicilia con la maglia della Cestistica Torrenovese, ho segnato 44 punti contro Orlandina, quello è il massimo in carriera da professionista. Domenica scorsa ci sono andato vicino con la maglia del Cus, chissà in futuro, ma l’importante è vincere con la squadra.

Che giudizio dai alla stagione tua e a quella del Cus Jonico?

Per vari motivi non abbiamo fatto una prima parte di stagione come forse volevamo perdendo qualche partita di troppo in trasferta. Per quanto mi riguarda nel girone d’andata ho avuto molti piccoli acciacchi che non mi hanno permesso di giocare e sentirmi al 100%. Ora sto bene e penso proprio che sarà in forma per la fine della regular season e i playoff.

Domenica c’è Manfredonia, cosa temete di questa squadra? C’è il rischio di sottovalutare il match? Dobbiamo avere rispetto della formazione che andremo ad affrontare ma dobbiamo solo pensare al nostro gioco e tenere alto il nostro livello di concentrazione. Questa partita è da vincere!

Cosa ti senti di dire della città di Taranto, come ti trovi? Fai un appello ai tifosi per domenica

Negli ultimi anni ho giocato in piccole città come Corato e Torrenova. Quest’anno è diverso e mi piace. Bella città con brave persone! Spero che i sostenitori possano riempire il palazzetto in queste ultime gare, come hanno fatto contro Molfetta, per aiutarci a vincere qualcosa di grande! Perché possiamo farlo….

La SSD Angel Manfredonia è penultima in classifica a soli 8 punti ma non è da prendere sottogamba, ricordando anche la sconfitta dell’andata. Roster di tutto rispetto agli ordini di coach De Florio con il versatile lungo Vorzillo attorno al quale ruotano la guardia croata Kraljic, l’esterno Alvisi, il play Gramazio e Kingsley Obiekwe Sam, spagnolo, che si era messo in evidenza proprio nel match di andata contro i rossoblu. In più l’ultimo arrivato di grande spessore: Dario Guadagnola, classe 1988, ala/centro 2.01 cm proveniente da Scauri in serie B.

Uno scoglio arduo da superare. E come al solito ci vorrà tutto il calore del Palafiom. Appuntamento dunque domenica 2 febbraio alle ore 18 con la palla a due al Palafiom. Arbitri del match Angelo Paradiso di Santeramo in Colle (BA) e Maurizio Ceo di Bari.

INIZIATIVE                                                                    

  • In distribuzione all’ingresso il quarto numero del “Giornale del Cus Jonico”, a cura dell’ufficio comunicazione e con la preziosa collaborazione del decano dei giornalisti di basket, Vittorio Costa che questa settimana proporrà una intervista con uno dei personaggi storici della pallacanestro tarantina, Giuseppe “Pino” Calia.
  • Sui social rossoblu, Facebook e Instagram, c’è l’iniziativa #TOTALSCORE: basta condividere la locandina della partita, indicare la somma punti del risultato finale, taggare la pagina del Cus Jonico e il partner “Shoppingsport Qualitysport Taranto” che mette in palio un buono acquisto per chi dovesse azzeccare o avvicinare la cifra esatta.
  • Da un decennio insieme continua il sodalizio tra il Cus Jonico e la Virtus Taranto. In occasione della partita di domenica un gruppo di bambini del minibasket orange, curato da Roberta Stola, accompagnerà in campo i giocatori durante la presentazione delle squadre.
  • Continua il felice sodalizio tra il Cus Jonico Bk e Retake Taranto, movimento di cittadini, no-profit e apartitico, impegnato nella lotta contro il degrado, nella valorizzazione di beni pubblici e nella diffusione del senso civico del territorio. I volontari di Retake Taranto saranno presenti al botteghino e daranno preziose istruzioni al pubblico sul rispetto dell’ambiente e la raccolta dei rifiuti.
  • E poi altre iniziative che saranno lanciate a ridosso della gara sui canali social del Cus Jonico Basket Taranto, Facebook e Instagram. Restate connessi!!!

FONTE: Ufficio Stampa CUS Jonico Basket Taranto

PHOTO CREDITS: Aurelio Castellaneta

Commenta
(Visited 50 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.