Legabasket: "Disponibili a disputare la settima di ritorno, anche eventualmente a porte chiuse"

Come sottolineato nella giornata di ieri, la diffusione del Covid-19 nel mondo, e in Italia in particolare, sta creando molti disagi e preoccupazione diffusa. Il mondo dello sport in generale sta pagando un prezzo alto, tra rinvii, annullamenti di eventi e tanti altri disputati a porte chiuse. Per quel che riguarda il basket, dopo lo stop dello scorso weekend, si è al lavoro per tornare in campo.

Sebbene molte società nella giornata di ieri si siano mostrate contrarie all’ipotesi di giocare senza pubblico, in serata è arrivato un comunicato chiarificatore da parte della Legabasket, nel quale si sottolinea il comune intento delle società di Serie A di far ripartire il campionato dalla 7° di ritorno, dichiarandosi disponibili ad accettare qualunque decisione delle autorità circa l’afflusso di pubblico (anche le porte chiuse eventualmente), aprendo però, nel contempo, un tavolo con Federazione e Governo per discutere dei risvolti economici di tutta questa situazione, che rischia di incidere molto in negativo su tutto il movimento.

Di seguito, il testo del comunicato della Lega:

Per senso di responsabilità in un momento difficile per il paese e concordando con le indicazioni della Federazione Italiana Pallacanestro i club della Serie A si rendono disponibili a scendere in campo per disputare il turno valido per la settima giornata di ritorno, accettando sin d’ora le limitazioni che saranno decise dalle autorità preposte in merito alla presenza del pubblico all’interno dei palasport.

Al contempo, laddove nei prossimi giorni si rendesse necessario un prolungamento di queste limitazioni, i club chiedono già da ora alla Federazione e al Governo di insediare un tavolo di lavoro dove affrontare l’adozione delle misure economiche necessarie per consentire alle società di fare fronte a una situazione che, se prolungata, rischia di mettere in serio pericolo la sostenibilità del movimento.

I club ringraziano il presidente federale Petrucci per avere già evidenziato al Ministro per le politiche Giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora le difficoltà finanziarie che stanno affrontando in queste settimane“.

Commenta
(Visited 33 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.