Cus Jonico Taranto, Conte: “Giocare per questa città è speciale”

È arrivato in punta di piedi. A dire il vero è tornato a casa, in tutti i sensi. Al CJ Basket e a Taranto. Ci ha messo qualche settimana per trovare il giusto feeling con i compagni di squadra pur senza mai fa mancare il suo apporto difensivo.

Domenica però la partita di Gianmarco Conte è stata anche valorizzata dai numeri: 11 punti con 4/7 da due, 1/2 da tre conditi da 2 rimbalzi e 1 assist. Ma soprattutto 7 punti, quasi consecutivi, nel momento decisivo della gara, il terzo quarto, quello che ha dato il là alla vittoria contro la Cestistica Torrenovese. Prestazione che gli è valsa anche l’elogio di coach Olive nel dopo gara: “Ero molto convinto che Gianmarco ci avrebbe tanto aiutati. Aveva bisogno di tempo per inserirsi. Giocatore di cuore e di tanta intensità. Conosce bene la pallacanestro e sa leggere il gioco e i vantaggi. Da quando è arrivato ci ha dato una spinta e una forza in più e per questo ce lo teniamo stretto”.

E lui, Gianmarco Conte? “Da quando sono arrivato il gruppo mi ha sempre incluso al cento per cento. Giocare per la propria città credo che abbia un sapore veramente speciale. Probabilmente questo mi ha aiutato ad esprimermi al meglio. Mi alleno forte tutta la settimana e penso partita dopo partita. Prendo ciò che viene”.

Sulla vittoria del CJ nello scontro diretto: “Abbiamo dimostrato di essere un gruppo molto forte, difendendo per 40 minuti, andando a rimbalzo e lanciandoci. Alla fine il tabellone ha parlato chiaro, siamo riusciti a ribaltare la differenza punti rispetto all’andata che era l’obiettivo principale. Ora bisogna pensare alla prossima trasferta. Bisogna sempre metterci intensità e credere in ciò che l’allenatore e lo staff propongono. Le partite arrivano da sole. Il meglio deve arrivare, ci faremo trovare pronti “.

Ufficio Stampa Cus Jonico Taranto

Commenta
(Visited 40 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.