Desio cappaò a San Vendemiano, terzo stop esterno di fila dopo quelli con Cividale e Fiorenzuola

SAN VENDEMIANO – Prima in parità perfetta, poi avanti, infine cappaò negli ultimi dieci minuti. La Rimadesio Aurora Desio esce dal “PalaSaccon” di San Vendemiano con una sconfitta per 61-75 contro la Rucker in una sfida d’alta quota che metteva in palio punti preziosi in chiave playoff. Molteni e compagni hanno nel complesso disputato una buona prestazione brillando soprattutto con le intuizioni di Sirakov, Gallazzi e Molteni ma non sono stati in grado di mantenere la tensione realizzativa ad alta temperatura nel quarto conclusivo subendo il definitivo affondo della squadra locale che li aveva già battuti all’andata. Per il roster di coach Gabriele Ghirelli si tratta del terzo stop di fila lontano dal parquet amico dopo quelli con Cividale e Fiorenzuola. Valori aggiunti sono stati, per San Vendemiano, soprattutto Gatto e Giacchè in grande vena realizzativa.
PRIMO QUARTO –  Gatto porta i locali avanti dopo trenta secondi con una bomba, Gallazzi risponde subito con altrettanta moneta: 3-3. Nuovo vantaggio della Rucker con un tiro di Gatto dalla lunetta e Desio a sua volta attua il controsorpasso con la seconda tripla consecutiva di un Gallazzi molto a suo agio dall’arco. Il punteggio si mantiene per qualche frangente basso con le difese che prevalgono sugli attacchi ma poi si assiste a un’entusiasmante serie di canti e controcanti che rendono il match estremamente piacevole e incerto. Vedovato fa rialzare in quota San Vendemiano, Giarelli risponde per il nuovo vantaggio di  Desio. Nuovo sussulto veneto con un tapin di Gatto ed ennesima replica con controvantaggio desino affidata a Ivanaj. A riportare San Vendemiano con la testa avanti provvede l’ex Npc Rieti Sanguinetti che porta il risultato sull’11-9 dopo sei minuti. La partita sembra proprio non avere un dominus assoluto, tanto che ancora Ivanaj rimette in fuga Desio. Giacchè, dalla lunetta, riporta San Vendemiano a un’incollatura di vantaggio, Ivanaj ricapovolge il risultato a favore degli ospiti. La serie dei batti e ribatti è interrotta da Giacchè che fa avere alla Rucker l’ultima parola mandandola al primo riposo sul punteggio di 16-14 a favore.
SECONDO QUARTO – Desio rientra sul parquet determinata e Mazzoleni rifissa la parità a quota sedici. Giacchè e Nicoli producono il primo tentativo vero di allungo a più quattro ma Molteni mantiene la Rimadesio a un solo possesso di distacco. L’equilibrio continua a rimanere sdraiato sul pitturato del “Pala Saccon” , Nicoli sfodera la bomba del più cinque ruckerino ma Molteni, dall’angolo, porta il suo score personale a cinque punti e riavvicina Desio. I due attacchi paiono in costante ispirazione e la sfida si mantiene ad alto quoziente di spettacolo. Molteni trasforma un tiro libero concesso per un antisportivo fischiato a Sanguinetti e la Rimadesio si porta a una sola incollatura di ritardo: 23-22. Gatto, alla ripresa, riporta i trevigiani avanti di tre punti con una conclusione in girata ma Molteni riaccosta Desio. Gli ospiti si riportano in vantaggio per merito di una bomba di Di Giuliomaria e obbligano coach Mian a chiamare il timeout. Alla ripresa, Vedovato in tapin conduce i veneti al pareggio e Sanguinetti prova a farli scappare sul più tre. Questa volta è coach Ghirelli a volerci ragionare su con i suoi chiamando il minuto di sospensione. Di Giuliomaria sforna un’altra bomba, la sua seconda consecutiva, e ripristina la parità a quota trenta e all’intervallo lungo non ci sono nè vinti nè vincitori.
TERZO QUARTO – Sirakov, sin lì insolitamente sonnecchiante sul piano realizzativo, si sblocca e Desio torna avanti, Vedovato replica con un 4-0 che riporta la Rucker in fuga. A un nuovo sussulto desino replica Verri dall’angolo: 37-35 dopo tre minuti. Gallazzi rimette per l’ennesima volta Desio in quota, Giarelli dalla lunetta rifinisce il punteggio con un tiro su due a bersaglio ma è Vedovato a rimettere in discussione tutto sul fronte opposto siglando i punti del 39-39 su assist di Gatto. Ivanaj conferma l’ottima confidenza della Rimadesio sui tiri dall’arco nel corso della gara, il solito Gatto mantiene la Rucker a una sola lunghezza di distacco. Sirakov mantiene Desio avanti ma Verri, con una tripla, rifissa l’equilibrio a quota 44 punti per parte. Desio prova una minifuga con Gallazzi e un canestro da sotto di Sirakov, Gatto prova a riavvicinare la Rucker ma Gallazzi dimostra la sua ottima vena di serata e tiene Desio in mare aperto sul punteggio di 45-51 a favore. Azzaro ne fa due su due dalla lunetta mentre Giacchè sbaglia un facile canestro in contropiede, Molteni realizza un tiro libero concesso per un fallo tecnico fischiato alla panchina trevigiana. Sanguinetti prova a riavvicinare la Rucker ma a fine quarto è Desio a sorridere con il punteggio di 49-52.
ULTIMO QUARTO – Giacchè completa un gioco da tre e la parità è di nuovo realtà a quota 52. Desio smarrisce un po’ l’ampia vena realizzativa che l’aveva caratterizzata nel precedente quarto e Giacchè affonda la lama portando la Rucker avanti. Nicoli firma il più quattro e coach Ghirelli chiama il timeout. Alla ripresa Molteni rimette tra i suoi e San Vendemiano un solo possesso di ritardo, la Rucker però sale in cattedra con Sanguinetti che la fa volare a più sette, massimo vantaggio dall’inizio della contesa. Giarelli prova a riportare Desio a contatto ma Gatto, che fa giungere a tredici punti il suo provvisorio score personale, mantiene i padroni di casa a più sei: 63-57 dopo sei minuti. Una bomba di Nicoli e un canestro di Sanguinetti portano la Rucker addirittura in doppia cifra di vantaggio ovvero sul più dieci. Verri spinge alle spalle Mazzoleni che va in luntta e ne realizza uno su due. Due tiri liberi a segno di un diluviale Sanguinetti portano Ghirelli a spendere un altro timeout. Molteni, alla ripresa, con due su due dalla linea della carità, prova a tenere in partita Desio, imitato subito dopo da Sirakov per il meno sette. Sanguinetti, però, risponde da par suo, ancora Sirakov cerca vanamente di riportare Desio in partita ma è ormai tardi. San Vendemiano alza i calici imponendosi per 71-65.
TABELLINO
RUCKER BELCORVO SAN VENDEMIANO: Sanguinetti 20, Giacchè 12, Gatto 11, Vedovato 10, Nicoli 10, Verri 6, Azzaro 2, Zocca, Borsetto, Guazzotti, Ballaben, Baldini. Coach: Marco Mian.
Tiri liberi: 10 su 15, rimbalzi 28 (Gatto 13), assist 16 (Sanguinetti, Gatto 5).
Gatto in doppia doppia con undici punti e tredici rimbalzi.
RIMADESIO AURORA DESIO: Sirakov 13, Gallazzi 13,  Molteni 12, Ivanaj 8, Giarelli 8, Di Giuliomaria 6, Mazzoleni 5, Piarchak, Nasini, Vangelov, Basso, Leone. Coach: Gabriele Ghirelli.
Tiri liberi: 10 su 18, rimbalzi 26 (Giarelli 12), assist 15 (Sirakov 5).
ARBITRI
Mauro Davide Barbieri di Roma e Gianluca Cassiano di Roma
Cristiano Comelli
Commenta
(Visited 47 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.