Pallacanestro Crema, altra trasferta siciliana a Torrenova

Trasferta lunga ed impegnativa per la Pallacanestro Crema, attesa mercoledì in Sicilia da Torrenova. I ragazzi di Eliantonio mirano con decisione ai due punti, forti delle certezze acquisite nel primo mese di campionato, che ha visto i portacolori cremaschi vincere tre partite consecutive dopo lo stop nella giornata inaugurale.
Privi dall’inizio del torneo di Perez, i rosanero hanno trovato strada facendo la propria dimensione, dimostrando un’ottima quadratura difensiva, mentre in fase offensiva la ritrovata vena nel tiro da fuori fa da corollario alle letali combinazioni tra Pederzini e Arrigoni, che hanno caratterizzato le tre vittorie consecutive ottenute contro le altre siciliane del raggruppamento.
Il rientro a pieno regime di Leardini aggiungerà pericolosità ai rosanero cremaschi, che puntano a restare in vetta in vista dello scontro diretto con Bernareggio nel turno successivo.
La Fidelia Torrenova allenata da coach Condello é una squadra che sa mettere in campo tanta energia ed intensità, con un roster che può contare sull’esperienza di Di Viccaro, guardia classe 1984, in grado di ricoprire tutti i ruoli di esterno, la cui duttilità e tecnica lo rendono un jolly importantissimo all’interno della squadra. Bolletta, ala classe 1992, è in grado di giocare da 3 e da 4 e sa abbinare ampie soluzioni sul fronte di attacco sia dalla lunga distanza che attaccando il ferro. Tra gli esterni ci sarà Lasagni, guardia/ala classe 1994, giocatore di grande atletismo con una spiccata abilità nel tiro da tre punti. I siciliani potranno anche contare sull’intensità della guardia Perin, capace di mettere molta energia su entrambi i lati del campo, sempre al servizio della squadra, bravo in difesa e con buone percentuali al tiro. Sotto le plance ci sarà Gloria, ala/centro classe 1995, giocatore fisico dalle grandi capacità tecniche, ottimo realizzatore e forte al rimbalzo. Insieme a lui la guardia/ala Mazzullo, giocatore solido che sa sfruttare molto bene la sua fisicità ed il suo atletismo sotto le plance. In camera di regia Torrenova sfrutterà la velocità ed il dinamismo di Galipó, play classe 1999, giocatore dalla grande intensità difensiva che sa avere anche guizzi offensivi di qualità.
Dividerà l’onere di portar palla con Ferrarotto, bravo in fase di assist e nel gioco in transizione. Torrenova è avversaria da non sottovalutare nonostante la posizione in classifica, che sul proprio parquet vorrà bissare il successo ottenuto contro la Sangiorgese.
I Siciliani sfruttano molto gli esterni Lasagni e Di Viccaro, che sono molto pericolosi dal perimetro e nelle situazioni di transizioni aprono molto bene il campo. Lo spazio interno è presidiato dall’ex Pavia Gloria, grosso e tecnico nel pitturato.
Ci presenta il match il team manager cremasco Gallini:”Il momento della squadra è molto buono, c’è fiducia ed il gruppo è molto coeso.
Veniamo da un ottimo periodo anche per quanto riguarda i risultati e speriamo che questo sosta natalizia non abbia spento l’inerzia e alleggerito la concentrazione vista nelle ultime uscite.
Torrenova è un campo insidioso, dove anche Bernareggio ha fatto fatica per tre quarti.
Il loro uomo chiave è Galipò, che tende a tenere un ritmo molto alto favorendo il gioco in contropiede.”
Commenta
(Visited 23 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.