Prova di carattere per l'AP Monopoli, battuta l'Angiulli Bari

Con una bella prova di carattere nel turno infrasettimanale pre-natalizio l’AP Bricocasa Monopoli vince a Bari sul campo dell’Angiulli con il punteggio finale di 70-87, conquistando di fatto punti preziosi per la classifica. Dopo una serie di sconfitte, ultima quella di sabato 18 dicembre contro Basket Nardò, l’AP quindi riprende fiducia e dà l’arrivederci al 5 gennaio a Monopoli.

Coach Romano alla vigilia della pausa natalizia fa un’analisi di questa parte di stagione sportiva «purtroppo sono saltati tutti i progetti, le sfide iniziali condivise con la società non le abbiamo giocate come avremmo voluto per tanti motivi. In primo luogo perché il pivot straniero che sarebbe dovuto essere il riferimento della squadra sotto canestro e non è mai arrivato, di conseguenza abbiamo adattato il giovane Vitanov e lo abbiamo caricato di lavoro e responsabilità in situazioni che per lui erano troppo grandi. Stiamo vedendo gradualmente la sua crescita ma intanto abbiamo pagato dazio. In secondo luogo in otto gare non abbiamo mai giocato una partita intera con lo stesso playmaker, abbiamo fatto a meno fin dall’inizio di Brunetti e poi in corso di Loprieno. È stato molto difficile non avere un riferimento nella regia del gioco. In terzo luogo, l’emergenza ci ha portato spesso a giocare con atleti fuori ruolo, ad esempio Calasso e Horvat hanno giocato come playmaker, Vitanov ha giocato da centro e Lamanna ha dovuto alternarsi da centro e da ala grande seppur il suo ruolo naturale è quello di ala piccola. Manchisi dal canto suo, vista la continua emergenza, è stato spremuto con un minutaggio esagerato trovandosi ad affrontare i finali di partita spesso in grande affanno».

Qual è il livello del campionato C Silver?

«Il campionato C Silver ha un livello molto alto, sicuramente oltre le aspettative iniziali. Questo vale sia per i roster formati per vincere il campionato che sono almeno quattro o cinque, sia per quelli che hanno pensato di inserire dentro i giovani che sono tutti di buon livello. Ci sono tanti stranieri che per anni hanno fatto la differenza in tutti i campionati di C Gold italiani e che ora giocano nel nostro campionato e sono di ottimo livello».

Com’è andata la gara di ieri contro l’Angiulli Bari?

«Ieri per noi è iniziata una vita nuova, oggi è un nuovo giorno e speriamo per il futuro di recuperare completamente gli infortunati non solo da punto di vista clinico, fisico ed atletico ma anche da quello tecnico e tattico, sperando che questo ci permetterà di mettere un po’ più di ordine all’interno della nostra organizzazione tattica e di mettere ogni atleta a giocare nel proprio ruolo».

Intanto ora c’è la pausa…

«Avremo qualche giorno per inserire Andrea Lasorte, per far migliorare la sua condizione e per integrarlo completamente nel e con il gruppo. Il nostro più grande desiderio e un grande sforzo per la società è rivolto a reperire sul mercato un atleta che abbia un profilo tecnico che serve a completare il reparto dei lunghi in modo che sia Lamanna e Vitanov possano giocare nel proprio ruolo. Approfitto per ringraziare Bruni che ha stretto i denti, nonostante stia ancora recuperando dall’infortunio, per il grande aiuto che ci sta dando. Infine colgo l’occasione per fare gli auguri al mio staff, ai miei giocatori, alla mia società e a tutti i nostri tifosi». 

 

Ufficio Stampa AP Monopoli

Commenta
(Visited 42 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.