Olimpia Milano, Fioretti: "Con Cremona per ritrovare la nostra difesa"

Il campionato di Serie A userà la pausa nelle competizioni europee per recuperare la prima giornata del girone di ritorno a suo tempo rinviata. L’Olimpia riceve Cremona, con l’obiettivo di tornare alla vittoria dopo due sconfitte esterne consecutive in campionato. Il successo serve per consolidare il secondo posto in classifica e il vantaggio del fattore campo almeno nelle prime due potenziali serie di playoff. La Vanoli è una squadra in difficoltà, anche a causa degli infortuni, ma combattiva, come ha dimostrato domenica scorsa arrivando a giocarsela fino all’ultimo possesso contro Derthona, che è quarta in classifica. L’Olimpia è reduce dalla partita di Bologna, dove aveva sette assenti (in mattinata verrà fatto il punto della situazione per capire chi tra quelli possa essere disponibile e utilizzabile già contro la Vanoli), e alla vigilia del momento cruciale della stagione, con i playoff di EuroLeague a meno di una settimana di distanza. Durante la gara contro la Vanoli, l’Olimpia verrà anche a conoscenza dell’avversario vista la contemporanea gara tra Maccabi e Fenerbahce che chiude la stagione regolare della competizione europea.

NOTE – Si gioca al Mediolanum Forum mercoledì 13 aprile alle 19:00, con diretta su Discovery Plus. Clicca qui per i biglietti.

LA VANOLI – Cremona ha avuto una stagione sfortunata. Mentre era in piena lotta per evitare la retrocessione, ha perso alcune gare in volata e soprattutto ha subito infortuni pesanti come quello dell’ex milanese Andrea Pecchia (11.0 punti e 5.4 rimbalzi di media). Sta pagando le nove sconfitte esterne consecutive. Nell’ultimo turno si è piegata in casa contro Derthona per un punto di scarto dimostrando grande cuore nel ribellarsi alla propria situazione. Partito Jalen Harris, il primo realizzatore di squadra è diventato Matteo Spagnolo (12.5 punti e 2.7 assist di media, ma anche il 46.2% da tre). David Cournooh (11.8 punti e 3.6 rimbalzi) è l’altra guardia del quintetto. Il lituano Adas Juskevicius ha giocato cinque gare con 6.8 punti e 2.2 assist di media. I lunghi sono Malik Dime (6.9 punti, 5.7 rimbalzi, il 61.1% da due), l’ala forte Tres Tinkle (12.0 punti, 4.7 rimbalzi), un giocatore insidioso anche come tiratore (33.9% da tre) e Jamuni McNeace (7.0 punti, 5.1 rimbalzi, il 60.2% da due). Il lettone Verners Kohs chiude la rotazione dei lunghi. Nell’ultima gara ha giocato 25 minuti anche il diciassettenne Filippo Gallo, in sostituzione di Peppe Poeta che era in panchina ma inutilizzabile, ma vale 6.5 punti e 4.8 assist a partita a 37 anni.

COACH MARIO FIORETTI – “Cremona è una squadra che anche nelle difficoltà ha sempre giocato bene e venduto cara la pelle, per cui ci aspettiamo una gara impegnativa. Noi non veniamo da uno dei nostri migliori periodi, ma anche per questo intendiamo giocare una partita aggressiva e riportare la difesa ai suoi livelli consueti”.

GLI ARBITRI  Alessandro Perciavalle, Silvia Marziali, Mark Bartoli.

I PRECEDENTI VS. CREMONA – Sono 28 i precedenti tra Cremona e Milano. L’Olimpia comanda 24-4. È 11-1 in casa e 10-3 in trasferta in gare di campionato. L’unica sconfitta subita a Milano risale alla stagione 2012/13, ma la partita in realtà si giocò a Desio. Finì 81-78 per la Vanoli. I precedenti includono una semifinale di Coppa Italia nel 2015, una di Supercoppa all’inizio della stagione 2015/16 e il quarto di finale di Coppa Italia 2020. L’Olimpia ha vinto tutte queste tre partite. Quattro anni fa, l’Olimpia vinse la partita di ritorno, al Mediolanum Forum, 82-80 con canestro allo scadere (schiacciata da rimessa) di Mindaugas Kuzminskas; tre anni fa ha vinto al Mediolanum Forum 76-75 con due tiri liberi decisivi di Mike James. Due anni fa, l’Olimpia ha vinto 77-74 con canestro da tre risolutivo di Vlado Micov, autore di 22 punti. Lo scorso anno, l’Olimpia ha vinto ambedue le partite e così ha fatto nella gara di andata al PalaRadi.

LA CREMONA CONNECTION – Paul Biligha ha giocato a Cremona per due stagioni dal 2015 al 2017 con 64 presenze di cui 32 in quintetto. L’allenatore di Cremona, Paolo Galbiati ha allenato nelle giovanili dell’Olimpia vincendo anche uno scudetto Under 17 nel 2013. Il general manager di Cremona, Flavio Portaluppi, è una bandiera dell’Olimpia Milano sia da giocatore che successivamente da dirigente. Andrea Pecchia, purtroppo infortunato, è un prodotto delle giovanili dell’OIimpia dove era stato allenato proprio da Galbiati. Pecchia ha debuttato in Serie A con la maglia di Milano. Peppe Poeta è stato allenato in Nazionale da Ettore Messina.

Comunicato e dichiarazioni a cura di Ufficio Stampa Olimpia Milano.

Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.