Urania Milano beffata nel posticipo. Monferrato vince 67-68

Finale beffardo per Urania che prima subisce Casale, poi inizia una splendida rimonta azionata da Montano, Nikolic e Piunti, ma nel finale non riesce a chiudere sprecando i due possessi decisivi. La Novipiù trova con Formenti il guizzo vincente, Pepper il top scorer tra gli ospiti a quota 16.

LA GARA
Avvio equilibrato con Bossi che cerca di spingere la transizione milanese, due incursioni di Pepper firmano la parità a quota 4. Un discutibile antisportivo affibbiato a Thomas accende la sfida, Casale prova a scappare con il primo acuto di Martinoni, 4-11. Si sbloccano i Wildcats sfruttando la potenza di Nikolic e Piunti in area colorata, gli ospiti con pazienza continuano a tessere la tela in attacco, tripla dall’angolo di Hill-Mais, 8-18. Resta in scia Urania alla prima sirena grazie ad colpo da fuoriclasse di Thomas, 14-20 al 10’. Suona la carica il Principe Montano in apertura di di secondo periodo, più reattivi e brillanti i Wildcats che tornano sotto dopo due liberi di Thomas, 21-25.

Energia ma anche tanta frenesia nella voglia di recupero di Milano che spreca un paio di ottime opportunità, con cinismo la Novipiù torna al margine in doppia cifra, 21-33 dopo il jumper a centro area di Leggio. Lotta con coraggio Urania ma è sempre ampio il margine rossoblu alla pausa lunga, 31-42 a metà gara. Wildcats da battaglia anche dopo l’intervallo, Nikolic apre le danze con una bomba, alza il ritmo Bossi, una zampata di Paci per il meno 6, 38-44. La pressione degli esterni milanesi produce recuperi importanti, un tap-in volante di Nikolic riporta la gara ad un solo possesso, 43-46. C’è anche il meno 1 firmato dal tandem Piunti-Montano, una tripla frontale di Leggio tiene avanti i piemontesi, 47-51.

Un botta e risposta tra Montano e Luca Valentini lascia il match in quasi assoluto equilibrio alla penultima sirena, 52-55 dopo la schiacciata di Okeke. L’energia del lungo della Novipiù è un fattore nella nuova spallata rossoblu, un posseduto Bossi replica firmando il primo sospirato sorpasso milanese, 60-59. E’ ormai vera battaglia, la fisicità di Casale contro la grinta dei Wildcats, 63-64 al 37’. Sale di colpi la difesa piemontese con Martinoni in evidenza, Bossi sbaglia due liberi fondamentali, immediata la punizione di Formenti che sigla il sorpasso, 67-68. Sull’ultimo assalto Milano non trova l’acuto decisivo ancora con Bossi, Casale strappa il rimbalzo che vale il match.

URANIA MILANO: Montano 16, Nikolic e Bossi 14.

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Pepper 16, Martinoni, Okeke e Formenti 8.

 

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Urania Basket Milano.

Commenta
(Visited 67 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.