Sfida all'ultimo respiro tra Sant'Antimo e Ruvo di Puglia. I campani la spuntano 91-86 dopo un OT

La Geko si regala un finale da brividi, vince dopo un tempo supplementare una partita che sembrava già persa e può festeggiare un girone d’andata da matricola terribile, con 18 punti all’attivo. Al PalaPuca, infuocato negli ultimi minuti di una partita incredibile, è finita 91-86.

Ritmi alti in avvio, dopo 2’ Ruvo è avanti (4-6) con le triple di Bonfiglio ed Ochoa,  poi il match rallenta, aumentano gli errori, e a metà quarto è parità a quota 8. La sblocca ancora la squadra ospite, che a suon di triple scappa via toccando il +8 (13-21) all’8’. Time out inevitabile per coach Patrizio, da cui Sant’Antimo riparte con un 4-0 incoraggiante, ma il bomber Laquintana ormai si è sbloccato e alla prima sirena si arriva coi pugliesi a +7 (17-24).

La Geko è in difficoltà, a scuoterla ci pensa capitan Peppe Luongo con 4 punti di fila che avviano una rimonta che vale il 25-27 del 13’. La sospensione stavolta la chiede Ruvo, ma quando si torna in campo i padroni di casa recuperano un pallone chiave e in contropiede, con Smorra, impattano a quota 27. Si scaldano la partita e il PalaPuca, e al 18’ arriva anche il massimo vantaggio dei padroni di casa, firmato ancora da Luongo (38-33), grande protagonista del finale di parziale, che si chiude sul 45-43.

Si riparte con un 4-0 Geko costruito sull’asse Provenzani-Matrone, Ruvo risponde al fuoco e con Bini ed Ochoa piazza un 10-0 che vale il 49-53 del 26’. Gambarota rompe il silenzio santantimese con un canestro preziosissimo, ed è sempre lui a tenere i locali incollati alla partita fino al nuovo controsorpasso griffato Matrone al 28’ (58-57). Nel finale, concitato, è una tripla di Smorra a fissare il 65-63.

Punteggio che resta sul tabellone per 2.58” prima che Smorra lo sblocchi in zingarata (67-63 al 33’). A Ruvo servono altri 90” per ritrovare il canestro (una tripla di Bini), però poi ne arrivano subito altri due e quando si entra negli ultimi 5’ gli ospiti sono di nuovo avanti (67-71). E’ dura, ma Sant’Antimo ritrova Matrone con un provvidenziale gioco da 3 punti e torna viva, e lo è ancora a 2:20”, quando Gambarota realizza il 72-73. Da qui succede di tutto, Matrone sbaglia un appoggio, poi però stoppa Bertocco ma a 1:32 Provenzani sfonda restituendo nuovamente la palla ai viaggianti che trovano dall’angolo il canestro del +4 a poco più di un minuto dalla fine. Gambarota, sempre lui, tiene viva la speranza dimezzando le distanze a 30” (74-76), Laquintana sbaglia sul ribaltamento ed è ancora il 55 della Geko a firmare la nova parità con 23” sul cronometro. L’ultimo pallone però è della Tecno Switch, Bonfiglio lo pompa per 15” e poi attacca il canestro trovando due punti e un aggiuntivo: lo sbaglia e sulla rimessa Provenzani fa tutto il campo conquistando un supplementare incredibile.

L’overtime è incandescente, a 2’ dalla fine Ruvo è di nuovo avanti con Bonfiglio (82-84), ma Provenzani e Gambarota la riprendono e a 18” Giovanni va in lunetta sul +1 con due liberi a disposizione:  li mette entrambi e fissa l’89-86. E’ rimessa in attacco per la Tecno Switch, ma la difesa campana morde e Ruvo commette infrazione di 5”. Ancora lunetta per i locali, ancora con Gambarota che fa ancora 2/2 e la chiude. Finisce 91-86, per la Geko è una vittoria d’oro zecchino!

“Sapevamo che sarebbe stata una partita tostissima e che loro avrebbero fatto di tutto per portarsela a casa – ha detto nel dopogara Giovanni Gambarota, autore di 25 punti -. Noi bravi a star lì anche nel finale, a rubare qualche palla e a mettere i liberi. Ora ci aspetta un’altra sfida pericolosa con Bisceglie,  squadra costruita per i play off, ma noi stiamo dimostrando di non essere da meno, stiamo lavorando bene e siamo consapevoli del nostro valore”. “Siamo una squadra, ognuno deve essere bravo a farsi trovare pronto e oggi è capitato a me – ha detto capitan Peppe Luongo,decisivo nel primo tempo in un momento chiave della gara. Questo è un grande gruppo, siamo amici e questo si vede. Una vittoria come questa ci regala tanta fiducia, ora inizia il girone di ritorno e vogliamo fare ancora meglio”

GEKO PSA SANT’ANTIMO  91
TECNO SWITCH RUVO 86 d1ts
(17-24, 45-43; 65-63, 78-78)

GEKO: Provenzani 10, Gambarota 25, Carnovali 10, Sergio 11, Matrone 18; Izzo, Smorra 7, Zollo, Milosevic, Luongo 10. N.e.: Quaranta e Abete. All.: Patrizio.
TECNO SWITCH: Laquintana 29, Bonfiglio 17, Bertocco 15, Bini 13, Ochoa 9;  D Salvia, Dell’Uomo 1, De Leone 2. N.e.: Razic e Poli. All.: Patella.
ARBITRI: Picchi e Bellamio.
NOTE – Tiri liberi: Geko 21/28, Tecno Switch 16/24. Nessuno uscito per cinque falli.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Partenope Sant’Antimo PSA.

Commenta
(Visited 51 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.