Torino annichilisce Tortona al "PalaOltrepo'" e torna in vantaggio nel computo delle gare vinte

VOGHERA- Riscatto cercava e riscatto ha trovato. Con una prova praticamente perfetta, la Reale Mutua Torino va a schiacciasassi contro una Bertram Tortona molto imprecisa sconfiggendola per 86-56.. Il roster di coach Demis Cavina ha vissuto su un triplo valore aggiunto, l’ottima prestazione del suo collettivo, una maggiore precisione dall’arco e una superiorità in fase di rimbalzo. A incidere maggiormente sul punteggio largo a favore dei torinesi, che hanno cancellato la brutta prova di gara due al “Pala Gianni Asti”, sono stati soprattutto Pinkins e Clark. Ottime anche le prove di Diop, Cappelletti e Alibegovic, anch’essi finiti in doppia cifra. Tortona ha invece viaggiato fin dall’inizio a basso tono affidandosi soprattutto all’operazione cecchinaggio di Cannon e Mascolo.

PRIMO QUARTO – L’avvio della partita è preceduto dalla premiazione di Bruno Mascolo, colonna della Bertram Tortona, e Lorenzo Bucarelli, talento cristallino dell’Atlante Eurobasket Roma. Debutta la tecnologia dell’instant replay per accertare alcune situazioni di gioco. Tortona scende in campo con Severini, Fabi, Cannon, Sanders e Mascolo. Torino risponde con Diop, Toscano, Campani, Cappelletti e Clark. Toscano muove il punteggio a favore degli ospiti dopo due minuti sottocanestro, Cannon risponde subito: 2-2 dopo un minuto e mezzo. Clark riporta avanti gli ospiti con una tripla. Diop, pescato da Cappelletti in contropiede, allarga il fossato a più cinque. Cannon, sottocanestro, riduce il passivo di Tortona. La partita si rivela vibrante fin dalle prime battute, al netto di qualche imprecisione da ambo le parti lo spettacolo sembra regnare sovrano. Cannon si prende canestro e libero aggiuntivo, completa il gioco da tre e riporta la Bertram in parità: 7-7 al 3′. Cappelletti sforna la seconda tripla di Torino riportandola subito in fuga. La partita continua a vivere punto a punto. Diop schiaccia il più cinque torinese, imbeccato dal solito Cappelletti. Cannon risponde comunque subito confermando la sua serata di ottima vena: 9-12. Cavina inserisce Alibegovic al posto di Toscano dando avvio alle rotazioni. Cappelletti sforna una tripla e porta gli ospiti a più sei a metà quarto. Mascolo riporta Tortona a meno quattro, gara che continua a frusciare di emozioni. Diop ripristina il più sei del roster della città della mole. Ramondino comincia a mescolare le carte inserendo Gazzotti, Tavernelli e D’Ercole. Tavernelli indovina subito un taglio e Tortona limita il suo ritardo a meno quattro: 13-17 a tre minuti e mezzo dal termine del primo quarto. Cappelletti è fatto riposare da Cavina ed entra Penna. Pinkins appoggia il più sei della Reale Mutua al tabellone, Torino fa valere la sua maggiore precisione in fase realizzativa. Penna mette l’ennesima tripla e la squadra ospite si porta in vantaggio massimo a più nove. Pinkins cade all’indietro e Torino si alza sul più undici. Coach Ramondino vuole riordinare le idee con i suoi in difficoltà e chiama il timeout: 13-24 a poco meno di due minuti dal termine del primo quarto. Cannon subisce fallo da Pinkins e va in lunetta mettendo entrambi i liberi: 15-24 e undici punti per lui. Penna innesca Clark che, dall’angolo, conferma l’ottima attitudine di serata di Torino per le triple. Alibegovic sforna un’altra tripla e Torino fa le prove di fuga doppiando Tortona e portandosi a più quindici. Tortona prova a rientrare in gara con un tiro dall’arco di D’Ercole. Clark sbaglia ma Diop confeziona un tapin portando alla sirena Torino a condurre il primo quarto largamente per 32-18. Torino con sette giocatori a segno, Diop migliore dei suoi con otto punti.

SECONDO QUARTO – Tavernelli fallisce il possibile avvicinamento di Tortona da tre punti, Pinkins, invece, non perdona prendendosi canestro e libero aggiuntivo completando il gioco da tre: 18-35 dopo trenta secondi. Mascolo, coast to coast, riporta Tortona in gara guadagnandosi anche la possibilità del gioco da tre che sfrutta: 21-35 dopo due minuti. La Bertram prova a riprendere le fila della gara ma sembra pagare molto in errori realizzativi specialmente sui tiri dall’arco. Campani va in lunetta e ne mette uno su due. L’ex Umana Reyer Venezia D’Ercole fa uno su due dalla lunetta e Tortona riduce lievemente il divario: 22-36 al 3′. Campani colpisce da tre portando Torino sul più diciassette. Bushati in contropiede fallisce l’affondo della lama, Pinkins, però, è ben appostato e infila il tapin. Ramondino chiama nuovamente il timeout. Torino sta evidenziando una maggiore precisione sui tiri da tre avendone messi a segno sette su undici, Tortona, invece, dall’arco non riesce a pungere. Cannon prova a far infiammare Tortona con due tiri liberi a segno: 24-41 a metà quarto. Bushati, con una tripla, garantisce alla Reale Mutua venti punti di vantaggio. Mascolo ne fa uno su due dalla lunetta, Tortona sembra molto in difficoltà a segnare su azione. Sanders rompe il digiuno realizzativo della Bertram e il proprio cercando di scuotere Tortona, primi due punti della gara per lui. Sanders sfodera altri due liberi portando Tortona a meno quindici. Torino conferma la sua propensione alle triple con Pinkins, Sanders risponde con una schiacciata a due mani: 31-47 a un minuto dall’intervallo lungo. Diop subisce fallo da Cannon e, dalla linea della carità, ne mette uno su due. Severini infila un tiro da tre e Tortona si mette a meno quattordici. Diop, dalla lunetta, fallisce i due liberi ma Pinkins, sulla sirena, infila mandando Torino all’intervallo lungo con il netto vantaggio di 51-34. Ospiti pressochè implacabili nei tiri dall’arco, Tortona in forte difficoltà nelle percentuali realizzative.

TERZO QUARTO – Clark affonda la lama dopo un minuto: 34-53. Cannon coglie un rimbalzo dopo un tiro sbagliato da Fabi e porta il suo score a quindici punti rimettendo Tortona in corsa. I padroni di casa ci credono e una tripla di Fabi li porta a meno quattordici. Terza tripla per la Bertram su quattordici occasioni dall’arco. Diop subisce fallo, va in lunetta e ne mette due su due: 39-55 al 3′. Mascolo subisce fallo da Cappelletti e dalla linea della carità capitalizza solo un tiro su due. Pinkins, da sotto, ha la meglio su Severini, la palla danza sul canestro e infine entra. Torino si alza sul più diciassette. Clark, con una tripla, risospinge la Reale Mutua a più venti. Tortona continua a viaggiare a fari spenti ma Mascolo cerca di rianimarla: 42-60 a metà quarto. Alibegovic lancia Clark che, in contropiede, segna il canestro del più venti ospite. Torino continua ad avere saldamente le redini della gara. Mascolo mette a bersaglio due tiri liberi ed è il meno diciotto della Bertram. Pinkins va a segno con un tapin su precedente tentativo fallito da Diop. La mancanza di Cannon, messo in panchina da Ramondino per quattro falli, per i padroni di casa si fa sentire. Clark, dall’angolo, confeziona l’ennesima tripla di Torino che si porta sul più ventitrè. Tortona ha le polveri bagnate e lo dimostra un tentativo di cecchinaggio di Tavernelli che non sfiora neppure il ferro. Alibegovic spinge dall’angolo a più venticinque la Reale Mutua, Ramondino chiama preoccupato il timeout. Fabi confeziona due liberi e riduce lievemente a meno ventitrè il distacco di Tortona: 46-69 a trenta secondi dal termine del penultimo quarto. D’Ercole, con una tripla, porta la Bertam a meno venti, Torino risponde subito con una schiacciata di Campani. Torino resta avanti saldamente per 71-49.

ULTIMO QUARTO – Alibegovic, con un reverse, sfonda ancora il canestro tortonese. Sanders risponde subito da sottocanestro. Alibegovic si ripete e prende solo rete portando il suo score a sette punti: 51-75 al 3′. Tavernelli prova a rispondere con un tiro da tre. Ramondino rimanda in campo Cannon che deve fare attenzione in quanto ha già quattro falli sulle spalle. Cappelletti subisce fallo nell’atto di segnare una tripla e va in lunetta capitalizzando al massimo, tre su tre. Cannon, servito da D’Ercole, porta Tortona al meno ventidue. Alibegovic colpisce anch’egli pienamente dalla lunetta e i suoi due tiri liberi valgono il più ventiquattro ospite: 56-80 a metà quarto. Tortona resta in stato confusionale riuscendo a pungere solo a sprazzi. Schiacciata a due mani di Cappelletti e Torino resta in mare aperto. Ramondino chiama il timeout per cercare di raddrizzare una situazione che sembra ormai compromessa. Aligebovic, lanciato in contropiede da Cappelletti, infila da sottocanestro il più ventotto torinese: 56-84 a un paio di minuti dal termine della contesa. Pagani, da sottocanestro, mette dentro e la Reale Mutua chiude i conti sul più trenta. Cavina, visto l’ampio vantaggio, dà spazio anche a Origlia e Ferro dalla panchina. Finisce così 86-56 per gli ospiti che tornano in vantaggio nei confronti per 2-1. Tutto è rimandato alla sfida di domenica 27 giugno sempre al “PalaOltrepò”.

TABELLINO

BERTRAM TORTONA: Cannon 17, Mascolo 11, Sanders 8, D’Ercole 7, Fabi 5, Tavernelli 5, Severini 3, Ambrosin, Gazzotti, Morgillo. Coach: Marco Ramondino.

Tiri liberi: 15 su 18, rimbalzi 25 (Sanders 7), assist 8 (Sanders 3).

REALE MUTUA TORINO: Pinkins 21, Clark 16, Diop 11, Cappelletti 11, Alibegovic 11, Campani 6, Penna 3, Bushati 3, Toscano 2, Pagani 2, Origlia, Ferro.

Tiri liberi: 10 su 14, rimbalzi 44 (Pinkins 9), assist 21 (Cappelletti 9).

ARBITRI

Enrico Bartoli di Trieste, Stefano Wassermann di Trieste e Marco Barbiero di Milano.

Commenta
(Visited 30 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.