Orzinuovi schianta Biella 93-64. Corbani: "Difesa decisiva nel secondo tempo". Squarcina: "Poca solidità sui 40 minuti"

Dopo tre ko consecutivi, l’Agribertocchi Orzinuovi centra i suoi primi due punti stagionali nel Girone Verde di Serie A2. La squadra di coach Corbani, nel recupero della prima giornata, ha abbattuto la Pallacanestro Biella con un 93-64 che non ammette repliche, maturato con un 47-23 di parziale nel secondo tempo.

Sugli scudi per i lombardi il duo composto da Anthony Miles e da Martino Mastellari (20 a testa a referto), ben spalleggiati anche da Damian Hollis (15) e da Matteo Martini (14). Per gli ospiti (con un record adesso di 1-4), invece, il migliore è stato Deontae Hawkins (14).

Queste le parole di coach Corbani: “Ce l’abbiamo fatta ad ottenere questa vittoria, ci siamo tolti un peso. La battuta potrebbe essere che abbiamo vinto all’esordio, dato che questa con Biella doveva essere la prima di campionato. Scherzi a parte, per come vedo io i ragazzi tutti i giorni, per quello che fanno in allenamento, meritavano di vincere e di iniziare un percorso positivo“.

Sulle chiavi della partita, sicuramente l’atteggiamento difensivo del secondo tempo, dove i ragazzi hanno fatto molto bene i cambi difensivi, dove abbiamo negato a Biella il passaggio dentro, venendo avanti ed aiutando sempre sul lato debole. Inoltre, quando loro hanno provato ad attaccarci con i piccoli, creando dei mismatch con i nostri lunghi, siamo stati bravi a gestire delle situazioni che potevano essere complicate. Ripeto, la difesa nel secondo tempo è stata decisiva, nel senso che non è stata molto diversa da quella del primo tempo, solo fatta con diversa energia“, ha concluso Corbani.

Così coach Squarcina: “Una partita dai due volti per noi. Contro una squadra che vive di entusiasmo e di folate, direi che abbiamo giocato un ottimo primo tempo, restando bene con la testa nella partita. Nel terzo quarto poi, onestamente, la mancanza di fiducia al tiro e le conseguenti scarse percentuali, che continuano a penalizzarci, anche in termini di fiducia difensiva, ha fatto si che andassimo troppo giù. Mi spiace, perché avevamo impattato bene dopo l’ultima partita, e ci è mancato il rimanere solidi e in partita per 40 minuti. Un po’ inesperienza, un po’ errori sui quali dobbiamo lavorare in palestra, in vista di domenica“.

Commenta
(Visited 22 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.