Basket Rimini, colpo Marco Arrigoni

RivieraBanca Basket Rimini comunica con grande entusiasmo l’ingresso nella famiglia biancorossa di Marco Arrigoni, ala grande/centro classe 1991 di 198 cm, che la scorsa stagione era in forze presso la Pallacanestro Crema dove ha fatto registrare 15.5 punti e 7.1 rimbalzi di media con un acuto importante nei quarti di finale playoff, persi poi per 3-1 contro Omegna, dove ha viaggiato in doppia doppia di media (17.75 punti, 10.75 rimbalzi).
Per RBR si tratta di un acquisto di grandissimo valore, un giocatore con ottime doti tecniche e fisiche ma che allo stesso tempo, a neanche 30 anni compiuti, può già vantare una lunga esperienza di serie B ad alto livello che gli ha fruttato la vittoria di ben due campionati (Legnano 2013/2014 e Forlì 2015/2016) e due stagioni in categorie superiori.

Marco conosce già Coach Mattia Ferrari che lo ha allenato per un anno in quel di Latina (DNA 2012/2013) e per due stagioni consecutive a Legnano dove hanno potuto festeggiare la promozione in A2 Silver: qui la coppia Ferrari-Arrigoni conquistò la salvezza.

Marco è un giocatore di alto livello per la serie B, ho già avuto la fortuna di allenarlo per tre stagioni di cui una culminata con la vittoria del campionato. – commenta così Coach Ferrari il ritorno di Arrigoni sotto la sua egida – E’ un valore aggiunto per la qualità della persona e l’impatto che può avere nel campo di gioco: potenzialmente può giocare in almeno due posizioni e mette sempre a disposizione tutto sè stesso per la squadra e per arrivare al livello più alto possibile.”

“Ringrazio Coach Ferrari perchè mi ha dato fiducia per far parte di un progetto molto ambizioso, l’insieme di queste due cose è stato determinante per farmi accettare velocemente la proposta di Rimini. – queste le prime parole di Marco Arrigoni da giocatore di RBR – Giocare per una piazza che ha così tanta voglia di fare bene capita raramente, appena c’è stata l’occasione non ho esitato.”
  • La tua carriera è piena di partecipazioni ai playoff con società importanti. Credi che Rimini abbia le carte in regola per fare una grande stagione a prescindere dalla categoria?
“Assolutamente sì, come diceva il DS Davide Turci questa è una società di A2 anche se formalmente si trova in serie B per quanto riguarda l’organizzazione, i componenti della dirigenza e la preparazione dei suoi allenatori. Una piazza così importante non ha bisogno di presentazioni, secondo me la squadra potrà fare benissimo.”
  • Come vorresti rapportarti col pubblico riminese? Che prima impressione ti ha dato la piazza?
Davide Turci mi ha fatto vedere il video del derby infrasettimanale contro Cesena col Flaminio pieno: è un motivo di vanto e fa solo che piacere. Il pubblico di Rimini è abituato molto bene perchè qui sono passati grandissimi giocatori e dunque è esigente: l’unico modo per ripagare la loro fiducia sarà l’impegno costante durante tutto l’anno a prescindere dal fare 30 punti a partita, se dimostri che vuoi lottare su ogni pallone questo penso possa soddisfare i tifosi biancorossi… poi se si vince ancora meglio!”
  • Quale pensi sarà l’apporto principale che porterai a questa squadra?
“L’esperienza che mi deriva dall’aver affrontato più situazioni per vincere, e poi l’intensità che è una caratteristica che mi contraddistingue. Ho voglia di lavorare col gruppo per perseguire l’obiettivo comune, sono veramente contento e carico per affrontare questa nuova avventura!”
Commenta
(Visited 20 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.