Bernareggio ancora al tappeto, sconfitta per 74-75 all'ultima sirena contro Monfalcone

MONFALCONE –  Terza partita, terza sconfitta. Nonostante un’ottima prova, la Lissone Interni Bernareggio esce a mani vuote dal parquet della Pontoni Falconstar Monfalcone. La vittoria dei goriziani è arrivata con due tiri liberi di Prandin a tempo scaduto, a dimostrazione di come la contesa sia vissuta dall’alfa all’omega sul filo dell’equilibrio. Primi tre  punti, quindi, per la Falconstar e Bernareggio ancora al palo, nonostante un’ottima prova soprattutto del duo Anaekwe- Di Meco. Ma la determinazione messa in campo dalla squadra di coach Matteo Cassinerio fa ben sperare per un pronto riscatto. Primo tempo nelle mani dei padroni di casa che hanno sempre mantenuto il vantaggio alla fine di ogni frazione pur perdendolo di quando in quando e soffrendo nell’ultimo quarto quando, sotto di quattro punti, hanno rischiato di vedersi scivolare la vittoria tra le mani.

 

PRIMO QUARTO –  La tripla di Coronica spinge Monfalcone in avanti dopo quindici secondi. Sackey allarga il fossato, i padroni di casa sono partiti molto concentrati e aggressivi e Bernareggio accusa il colpo. I goriziani infilano un altro acuto con lo stesso Sackey in contropiede e coach Cassinerio è costretto a chiamare il timeout dopo due minuti e mezzo. La Falconstar è avanti per 7-0 e sembra avere approcciato molto bene la gara. Quartieri mette a segno con una tripla i primi punti dei brianzoli ma Coronica riporta i goriziani a più sei. Prandin porta al largo la Falconstar con due tiri liberi, Di Meco prova a tenere Bernareggio in partita: 11-5 a metà tempo. Prandin ci prende gusto e allarga il suo bottino spingendo Monfalcone a otto incollature di vantaggio.  E’ sempre lui con Naoni a spingere Monfalcone a più dodici, Bernareggio cerca di riportarsi sotto con due tiri liberi su due. I padroni di casa continuano a spingere e si portano sul 21-14 a favore con i brianzoli che tentano di tenersi in partita. Bellato serve Rezzano in contropiede e la compagine di casa  chiude i primi dieci minuti avanti sul 23-15. Bernareggio, dopo un avvio horror, è comunque riuscita a contenere lo  svantaggio entrando in partita. Per i goriziani in evidenza soprattutto Prandin, la Lissone Interni ha invece visto brillare le stelle del solito Quartieri e di Di Meco.

 

SECONDO QUARTO –  Il punteggio torna a muoversi dopo un minuto e mezzo a favore di Bernareggio con un tiro libero su due messo a segno da Anaekwe. E’ sempre lui, in contropiede, a portare i brianzoli a soli cinque punti di ritardo. La Lissone Interni sembra entrata con maggiore convinzione rispetto al quarto d’esordio: 23-18 dopo due minuti e mezzo. La Falconstar mette a segno i primi punti dei secondi dieci minuti e si riporta a più otto. Anaekwe, dimostrando la sua buona vena di serata, riavvicina Bernareggio, Di Meco ribadisce il concetto ed è il 26-22 a metà tempo. Monfalcone in difficoltà, brianzoli bravi a non scomporsi e a risalire la china rientrando in partita. Coach Praticò vuole ragionarci su con i suoi e chiama il timeout. Scutiero sforna una tripla dall’angolo e scuote Monfalcone, Di Meco, in penetrazione , risponde da sottocanestro. La partita vive di continui sussulti e Coronica fa ruggire di nuovo Monfalcone con una tripla. Di  Meco, con un gioco da tre, riporta Bernareggio al meno cinque. Cappelletti riporta con una tripla dall’angolo decisamente gli ospiti in partita: 32-30 a due minuti e mezzo dall’intervallo lungo. Di Meco, con una tripla e confermando la sua ispirazione, porta Bernareggio al primo sorpasso sul più uno,Prandin attua subito il controsorpasso. Rezzano subisce fallo da Di Meco e va alla linea della carità e ne mette due su due portando Monfalcone a più tre. Anaekwe tenta la pronta replica ma sbaglia una schiacciata. Prandin allarga ancora il fossato con due tiri liberi. Una tripla di Naoni sulla sirena mette i goriziani in corsia d’accelerazione sul 41-33 all’intervallo lungo. Buon avvio di secondo quarto di Bernareggio che poi, a fine frazione, ha fatto registrare un cedimento ridando campo ai goriziani e consentendo loro di salire sul più otto.

 

TERZO QUARTO – Coronica fa volare Monfalcone a più dieci dopo venticinque secondi. Anaekwe riporta Bernareggio a canestro fallendo però il gioco da tre: 43-35. Ancora lui, in contropiede e su errore difensivo dei padroni di casa, porta gli ospiti a meno sei. Gancio di Prandin e Monfalcone batte ancora un colpo ma Beretta sfodera subito la controreplica.  Il livello di gioco si mantiene di buona fattura e la partita viaggia sui binari dell’equilibrio. Coronica prova di nuovo a portare in fuga i goriziani e, con il libero ottenuto per il fallo subito, completa il gioco da tre: 48-39 al 3’. Di Meco appoggia al tabellone e porta a diciannove punti il suo score personale. Scutiero appoggia a Sackey e l’ex Bertram Tortona, da sottocanestro, riporta in mare aperto Monfalcone. Una tripla di Beretta fa capire che Bernareggio è ancora più che mai in partita. La precisione regna sovrana in questa fase e lo dimostra l’immediata risposta di un Prandin sempre con le mani fatate  in fase realizzativa: 52-44 al 6’. Almansi, dall’angolo, rimette in discussione l’esito del match con una tripla che spinge Bernareggio a meno tre a un minuto e mezzo dal termine del penultimo quarto. Praticò chiama il timeout per cercare di studiare le contromosse. Razzano, alla ripresa, spinge Monfalcone al più cinque ma Almansi risponde prontamente. Lanzi fallisce un tiro sulla sirena e Monfalcone si mantiene a più quattro: 55-51 ed esito della contesa ancora apertissimo.

 

ULTIMO QUARTO – Di Meco supera la quota venti e Bernareggio va a meno uno. E’ sempre lui, in contropiede, ad attuare il controsorpasso mettendo gli ospiti in condizione di crearsi il possibile allungo: 55-56 dopo due minuti di gioco. Naoni risospinge i goriziani sul più due. Lanzi rimette Bernareggio in parità a quota 58. Bernareggio risale in quota con una tripla. Anaekwe porta i brianzoli al più quattro con un tiro libero su due. Prandin in contropiede riporta sotto Monfalcone a meno due. L’ex Tezenis Verona Colussa, però, rimette la Lissone Interni a quattro incollature di vantaggio. Naoni, con un tapin, riavvicina i padroni di casa ma Almansi risponde: 64-68 a poco più di tre minuti dal termine e poi si prende una tripla che alza Bernareggio sul più sette al suo massimo vantaggio. Praticò chiama il timeout. Prandin porta Monfalcone a meno cinque con due tiri dalla linea della carità. Anaekwe, però, si conferma in ottimo slancio realizzativo siglando il canestro del più sette ospite. Monfalcone con tre tiri liberi su quattro si rimette sotto e fa capire che la partita non è ancora ai titoli di coda: 69-73 a un minuto e mezzo dall’ultima sirena. Quartieri ne fa uno su due dalla lunetta ed è il più cinque Lissone Interni. Scutiero, con una tripla, sigla il meno due goriziano. Coronica dalla lunetta riduce ulteriormente il divario con un tiro libero su due e coach Cassinerio chiama il timeout. Prandin, lanciato in contropiede, subisce fallo a sei secondi dalla sirena e va in lunetta, con due tiri liberi regalando a Monfalcone la vittoria per 75-74.

 

TABELLINO

 

PONTONI FALCONSTAR MONFALCONE:  Prandin 20, Coronica 17, Naoni 12, Sackey 9, Rezzano 8, Azzano 5,Scutiero 3, Bellato 1, Vegnaduzzo, Bacchin , Medizza, Rosati. Coach: Matteo Praticò.

Tiri liberi: 19 su 26, rimbalzi 32 (Coronica 11), assist 12 (Prandin, Scutiero 4).

 

LISSONE INTERNI BERNAREGGIO:   Di Meco 24, Anaekwe 17, Almansi 13, Quartieri 6, Beretta 5, Lanzi 4, Cappelletti 3, Colussa 2, Doneda, Adamu. Coach: Matteo Cassinerio.

 

Tiri liberi: 7 su 12, rimbalzi 31 (Anaekwe 15), assist 10 (Quartieri 5).

 

ARBITRI

 

Mattia Foschini di Russi (RA) e Matteo Moratti di Reggio Emilia.

 

Cristiano Comelli

Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.