Bernareggio crolla contro Cividale ma sfodera una buona prova d'orgoglio

CIVIDALE DEL FRIULI – Il passivo finale con cui ha archiviato la sfida è forse troppo severo. Contro una Gesteco Cividale ambiziosa di compiere il salto di categoria e in cima alla classifica, la Lissone Interni Bernareggio ormai in C Gold ha perso per 50-90 ma sfoderato una buona prova di orgoglio. Coach Emanuele  Micheloni ha del resto dovuto lavorare su una rosa molto giovane viste le continue partenze di questi giorni, Quartieri a Pavia, Almansi proprio a Cividale e Di Meco alla Ferraroni Ju.vi Cremona, altra squadra con ambizioni di serie A2. Si è quindi potuto assistere all’esordio di giovani scalpitanti come Trassini, Sanvito, Adami e Greco che in futuro potrebbero dire qualcosa di significativo nel mondo della palla a spicchi. L’equilibrio è durato soltanto un tempo, poi i friulani hanno messo definitivamente la freccia riprendendosi la testa della classifica in solitaria dopo lo stop della Ferraroni Ju.vi sul parquet amico contro il Bologna Basket 2016.

PRIMO QUARTO – Cividale comincia subito come sa ma Bernareggio non se la dà per inteso e dopo tre minuti i padroni di casa conducono per un solo possesso: 6-4. Le percentuali realizzative restano piuttosto basse da una parte e dall’altra. Bernareggio prova a vivacizzare la su con uno su due di Ingrosso dalla lunetta, Cassese , però, riporta Cividale sul più tre. I Reds affidano la loro propensione realizzativa soprattutto a Patrick Gatti che, in penetrazione,   risponde a un precedente canestro di Chiera da sotto. Una tripla di Miani rispinge Cividale a più sei ma Gatti, con la stessa moneta, porta i Reds in riavvicinamento. Si gioca punto a punto con Frassineti che riporta i friulani sul più cinque e la risposta di Gatti con la seconda tripla di fila.  A fine quarto i padroni di casa sono così avanti per 15-13 contro una Bernareggio rimaneggiata ma molto volitiva.

SECONDO QUARTO – Ingrosso mette a bersaglio i punti del pareggio a quota quindici, Adami, con una tripla dall’angolo, porta addirittura i Reds sul più tre e Ingrosso rincara la dose segnando il più sei. Una tripla di Miani rimette Cividale sotto prima del primo canestro dell’ex Latina  in A2 Mouaha, appena arrivato in terra udinese e già divenuto il beniamino del suo nuovo pubblico. Coach Micheloni chiama il timeout. Battistini spinge Cividale sul più tre alla ripresa  e, dopo un tiro libero degli ospiti a segno, Paesano torna ad allargare il fossato. Battistini è una vera e proprio furia e porta Cividale sul più otto con due intuizioni di fila. L’ex di turno Almansi cerca di conquistarsi il pubblico friulano e strappa i suoi primi applausi con una tripla dall’angolo, Gatti risponde subito. All’intervallo lungo Cividale ha tracciato però con i Reds un solco significativo a favore: 35-25.

TERZO QUARTO – Cividale conquista i punti del più dodici, Bernareggio reagisce ma i friulani con una schiacciata di Mouaha si rimettono al largo sul 41-28. La partita appare ormai pendere con decisione verso i padroni di casa e un gioco da tre  di Battistini e un canestro di Mouaha allargano il fossato sul più sedici. Una tripla di Chiera e un libero di Mouaha fanno superare a Cividale i venti punti di vantaggio ma Bernareggio porta leggermente acqua al suo mulino. A una tripla di Chiera rispondono i Reds con due tiri liberi ma Almansi, con un gioco da quattro, rispinge avanti Cividale contro la sua ex squadra sul 57-32. Ingrosso firma un tiro libero su due dalla lunetta, lo stesso fa Chiera su opposto versante.  Bernareggio cerca di respirare un po’ anche se ormai la partita è segnata con i liberi di Ingrosso e Giorgetti che ne mettono uno a testa. Una tripla di Marra dà ulteriore ossigeno a Bernareggio che continua però ad avere un passivo pesante anche alla mezz’ora archiviata sul 61-40 per i friulani.

ULTIMO QUARTO – Ohenhen realizza i suoi primi punti  per Cividale, Giorgetti replica con una bomba. Mouaha e Battistini si producono in due schiacciate di fila facendo andare in visibilio il pubblico di casa. Il camerunense ex Latina trascina Cividale sul più trenta, Ohenhen lo fa superare con due su due dalla lunetta. E’ sempre Mouaha a infilare la schiacciata del 77-44, Ohenhen va nuovamente a bersaglio su assist di Battistini. Bernareggio prova a rifiatare e a limitare i danni con le triple di Marra e Ingrosso. Ohenhen da sotto e un semigancio di Cautiero portano Cividale sull’88-50. Almansi ci mette la ciliegina sulla torta e i friulani la portano a casa con il 90-50 finale. Padroni di casa in rampa di lancio per i playoff che potrebbero farli salire sul treno dell’A2, Bernareggio già con la testa alla C Gold e con l’ultimo impegno di cadetteria da onorare contro la Pallacanestro Crema davanti al proprio pubblico sabato 7 maggio alle 18 al “Pala Reds“.

TABELLINO

GESTECO CIVIDALE: Battistini 23, Mouaha 16, Almansi 11, Chiera 9, Ohenhen 9, Cassese 6, Miani 6, Rota 4, Paesano 2, Frassineti 2, Cautiero 2, MIcalich. Coach: Stefano Pillastrini

Tiri liberi: 9 su 16, rimbalzi 52 (Battistini 14), assist 20 (Rota 6)

Battistini in doppia doppia

LISSONE INTERNI BERNAREGGIO: Gatti 15, Ingrosso 12, Marra 10, Adami 7, Giorgetti 5, Greco 1, Todeschini, Trassini, Sanvito, Issa. Coach: Emanuele Micheloni.

Tiri liberi: 11 su 16, rimbalzi 21 (Giorgetti 7), assist 9 (Trassini 3)

ARBITRI

Matteo Rodi  di Vicenza e Marco Schiano di Zenise di T

Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author

Cristiano Comelli Sono nato a Milano il 12 gennaio 1970 e mi occupo di giornalismo da circa vent'anni sia di cronaca sia di sport. Ho cominciato con il quotidiano locale "La Prealpina" scrivendo di calcio e ciclismo, poi, sempre per il calcio, ho avviato una collaborazione con il quotidiano "Il Giorno" che dura tuttora. MIisono poi avvicinato al mondo del basket attraverso le collaborazioni con alcune testate on line ed eccomi qua, pronto a vivere la magia del basket insieme con gli amici di Tuttobasket.