Bim Bum Basket Rende, l'ultimo acquisto è Danilo Vukosavljevic

Arriva da Colleferro, dove è stato uno dei “pupilli” di coach Donato Avenia, l’ultimo acquisto della Bim Bum Rende: Si tratta di Danilo Vukosavljevic, guardia, classe 2003, di 190 cm.
<<Un talento vero – ci spiega lo stesso Avenia, indimenticabile Ala della Viola Reggio Calabria, passato anche da Cosenza, nel Club basket, nella stagione 1999-2000- danilo è un ragazzo bravissimo che ho avuto per due anni e che è stato capace, nonostante la giovane età, di cambiare l’inerzia di alcune gare in C silver. La Bim Bum Rende ha fatto un vero affare ad assicurarsi questo ragazzo che ha, secondo me, il suo punto di forza nella mentalità con la quale affronta ogni allenamento. E’ capace, ogni giorno, di impegnarsi per ore, in maniera quasi maniacale: una dedizione totale che ho visto poche volte e che, ultimamente, vedo ancora meno in tanti atleti dell’est Europa che arrivano in Italia con buone basi tecniche e grandi mezzi fisici ma non sempre con la giusta determinazione e quello spirito di sacrificio che serve per emergere nel basket che conta>>.
Danilo Vukosavljevic è una guardia pura, con gran tiro ed ottima capacità di attaccare il ferro. <<All’occorrenza però – continua Avenia, il suo scopritore – sa trasformarsi in un buon play perché ha visione di gioco e tratta la palla molto bene, eccome se la sa trattare!>>.
Con Avenia il discorso, inevitabilmente, scivola sui suoi trascorsi, rimasti bene impressi nell’immaginario degli sportivi calabresi. La mia storia a Reggio Calabria è piuttosto nota: ho sempre avuto un rapporto particolare, straordinario, con questa citta e con la Viola che mi hanno regalato emozioni incredibili. Con Cosenza ad essere sincero ho ricordi meno positivi: centrammo la salvezza in serie B, ma le premesse che mi spinsero ad accettare quella collocazione si rilevarono ben diverse dalla realtà>>.
Oggi Donato Avenia è uno scopritore di talenti. <<Oltre Vukosavljevic, ho un paio di atleti fortissimi che potrebbero fare comodo a molte squadre e che costituiscono l’ossatura della prima squadra che gioca in C Silver. Inoltre gestisco una bella struttura a Colleferro e prima del Covid avevamo un buon movimento giovanile. Purtroppo adesso tutto va ricostruito ripartendo, quasi, da zero. Bisogna riportare i ragazzini nelle palestre, iniziando a fare proselitismo dalle scuole elementari>>. L’ultima considerazione Donato Avenia la dedica alla nazionale azzurra. <<Un grande gruppo che ci ha fatto emozionare. Forse manca qualcosa sotto canestro, ma storicamente l’Italia non produce tanti lunghi fortissimi. Per me, comunque, è una squadra eccezionale che può aiutare tantissimo il basket italiano>>.
Francesco Montemurro
Commenta
(Visited 109 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.