Pesaro batte Brindisi in volata, 89-91 al PalaPentassuglia

Trascinata da Lamb e Jones, la Carpegna Prosciutto Pesaro espugna il parquet dell’Happy Casa Brindisi (priva di Adrian) nell’unico match disputato questo weekend valido per la tredicesima giornata di LBA, riprendendosi subito dal bruciante ko interno sulla sirena sofferto la settimana scorsa contro Reggio Emilia.

Il primo quarto è preludio di una partita equilibrata e divertente, ai canestri di Redivo e Nick Perkins da una parte rispondono quelli di Larson e Jones dall’altra. Negli scambi conclusivi Brindisi tenta un allungo portandosi sul +5 grazie al gioco da tre punti di Nick Perkins, ma Pesaro rimane comunque vicinissima con cinque punti in fila di Zanotti, dopo 10 minuti il tabellone recita 27-25.

L’equilibrio regna sovrano anche nella seconda frazione: sono gli ospiti stavolta a tentare la fuga con i canestri di Lamb e Sanford che valgono il 28-34, Delfino scrive +9 con la tripla, ma arriva la bella risposta degli uomini di Vitucci trascinati da un Nick Perkins come al solito dominante sotto i tabelloni, Redivo da oltre l’arco completa il 12-0 di parziale per il nuovo vantaggio dei padroni di casa, due liberi di Moretti mandano le squadre all’intervallo lungo sul 43-41.

Nelle battute iniziali del terzo periodo è ancora la Carpegna Prosciutto a provare l’allungo. Larson, Zanotti e Lamb fissano il primo vantaggio in doppia cifra della serata sul 50-60, le seconde linee dell’Happy Casa fermano l’emorragia con Visconti e Udom che scrivono il 60-66 con cui iniziano i 10 minuti conclusivi.

La tripla di Tambone vale il nuovo +9 Pesaro, ma Brindisi non molla e torna a -3 affidandosi ai due trascinatori di serata, Nick Perkins e Redivo. Larson non trema in lunetta e fa 2/2, i padroni di casa fanno più fatica a segnare ai liberi ma si avvicinano sempre di più, un canestro del centro americano di Vitucci vale il 72-73 poi Visconti firma il sorpasso a 4 minuti dalla fine. Lamb risponde dall’altra parte, una tripla di Udom fa esplodere la gioia del pubblico presente al PalaPentassuglia ma Jones trova la lucidità ai liberi per pareggiare a quota 77. Redivo sbaglia, Larson no: +2 Pesaro, è Josh Perkins stavolta a pareggiare i conti. Ancora una tripla di Udom, pronta risposta sempre da oltre l’arco di Zanotti, si entra nell’ultimo minuto e si va ovviamente da Nick Perkins che segna l’84-82. Dall’altra parte Jones sbaglia ma prende il suo stesso rimbalzo e impatta nuovamente, poi ruba la palla a Chappell e si invola in contropiede per il vantaggio ospite. Gli uomini di Banchi spendono fallo su Nick Perkins che in lunetta sbaglia tutto e fa 0/2, Jones invece non trema e sigla il +4 con due liberi pesantissimi a 20 secondi dalla fine, Josh Perkins prova a tenere i suoi in vita con la bomba del -1, Moretti non riesce a chiuderla ai liberi facendo 1/2, il tentativo disperato sempre di Josh Perkins non va a segno per poco. Vince Pesaro per 89-91.

Tabellini:

HAPPY CASA BRINDISI: Carter ne, Perkins J. 5, Zanelli 3, De Donno ne, Visconti 6, Gaspardo 3, Ulaneo 2, Redivo 23, Clark, Chappell 6, Udom 14, Perkins N. 27. Coach Vitucci.

CARPEGNA PROSCIUTTO BASKET PESARO: Moretti 5, Tambone 3, Lamb 20, Camara, Zanotti 13, Sanford 5, Larson 18, Demetrio 5, Delfino 8, Jones 14. Coach Banchi.

Commenta
(Visited 36 times, 1 visits today)

About The Author

Massimo Furlani Nato a Trento nel 1998, laureato in Studi Internazionali e aspirante giornalista. Malato del basket tanto italiano quanto americano, Dwyane Wade e Steve Nash gli idoli.