Cantù di scena a Latina. Sacchetti: "Non sarà facile, tutte le squadre danno il massimo contro di noi"

Giornata numero dieci del Girone Verde di serie A2 per l’Acqua S.Bernardo Pallacanestro Cantù, impegnata sabato 3 dicembre alle 19 sul parquet della Benacquista Assicurazioni Latina di coach Franco Gramenzi. I biancoblù di coach Meo Sacchetti vengono dal turno di riposo della scorsa settimana e occupano al momento il secondo posto in classifica a quota 14 punti, a pari merito con la Vanoli Cremona che però guida il raggruppamento in virtù del vantaggio nello scontro diretto. I canturini vengono da una striscia positiva di cinque successi consecutivi. Latina, che occupa la settimana posizione in graduatoria con otto punti, è invece reduce da tre vittorie di fila (Reale Mutua Torino in casa, UCC Piacenza NPC Rieti in trasferta). Si tratta di una sfida inedita del basket italiano, visto che biancoblù e nerazzurri non si sono mai affrontati prima.

La società pontina è stata fondata nel 1968 come Associazione Basket Latina, realtà impegnata prevalentemente in serie B d’Eccellenza fino al 2009, anno della prima promozione in Legadue. Nel 2010, però, ecco la retrocessione e lo scioglimento. A seguire la fusione con il Latina Basket di Lucio Benacquista, tuttora presidente del Club. Nell’ultimo decennio i latinensi hanno militato in Divisione Nazionale A, Divisione Nazionale B e serie A2. L’unico trofeo in bacheca per i nerazzurri è la Coppa Italia di Divisione Nazionale B vinta nel 2014.

Ex di turno il play/guardia classe ‘92 Salvatore Parrillo, che ha vestito la maglia di Cantù dal 2016 al 2019, e il play italo-dominicano del ’94 Yancarlos Rodríguez, che è stato in Brianza nel 2019/2020. Per l’ala del ’96 Alberto Cacace la gara con Cantù ha il sapore di un derby, visto che ha vestito la canotta del Basket Lecco dal 2017 al 2019.

A livello di statistiche, questi sono i numeri di Latina, cominciando dalla media punti: il play/guardia statunitense classe ’98 Mike Lewis (16,9), Rodríguez (13,5), l’ala bulgara del ’99 Ivan Alipiev (11,5), il centro del ’91 Abdel Fall (9,8), l’ala del ’96 Cacace (7,2), l’ala/centro del ’98 Alexander Cicchetti (6,3) e Parrillo (5,1). Per quanto riguarda i rimbalzi, domina Fall con 8,6, seguito da Alipiev e Cicchetti (5,6 a testa).

«Giovanni Pini è a disposizione, mentre Francesco Stefanelli ha fatto tre, quattro allenamenti in questi giorni senza fermarsi – spiega coach Sacchetti –. Valuteremo in queste ore se portarlo con noi o se è ancora presto. Veniamo da una settimana di sosta e io, da sempre, non sono tanto favorevole a questi stop, perché possono creare un po’ di ruggine. Sarà importante essere sul pezzo a livello mentale e fare una grande partita dal punto di vista difensivo, come abbiamo fatto in casa della Novipiù Casale. Non sarà facile, come hanno dimostrato tutte le partite giocate finora. Tutte le squadre sono stimolate a dare il massimo quando giocano contro Cantù e anche Latina proverà a fare una partita di alto livello. Loro sono una squadra con buone individualità al tiro e a rimbalzo, non dovremo concedere contropiedi facili. Con il rientro di Stefanelli avrò a diposizione dieci giocatori che vorranno scendere in campo. In quel momento vedremo la vera forza di questa squadra».

Comunicato e dichiarazioni a cura di Ufficio Stampa Pallacanestro Cantù.

Commenta
(Visited 53 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.