Coppa Campania 2020: Angri, Salerno, Agropoli e Bellizzi alle Final Four

Terminati i quarti di finale della Coppa Campania 2020, che hanno designato le quattro squadre che prenderanno parte alle Final Four. Partiamo dall’Angri Pallacanestro, capolista in C Gold in coabitazione con il Forio, che ha la meglio sulla Pallacanestro Cercola, altra compagine di C Gold, con il punteggio di 91-80. I padroni di casa, sospinti da Melillo (21) e da Seskus (19), fanno la differenza nei due quarti centrali, con un parziale totale di 55-37. Non bastano alla squadra di coach Caprio i 39 punti del duo Molinari-Greco.

Avanza alla fase finale anche la Pallacanestro Salerno, che sconfigge nettamente il Cava Basket, abbattuto 80-58. Una vittoria, quella della squadra allenata da coach Menduto, firmata da Filippi e Kochev (21 e 17 a referto). Primo ko stagionale per la Miwa Benevento, dominatrice pressoché incontrastata della C Silver, che cade con onore a Bellizzi (59-52) contro la formazione di coach Sanfilippo. Determinanti il terzo quarto, finito 16-4 per i locali, e le prestazioni della coppia Manning-Di Mauro (15 a testa), unici in doppia cifra al termine della partita.

Infine, sorride anche il New Basket Agropoli, a segno in casa con il New Basket Caserta (90-79). Un match dominato dai locali di coach Lepre nel primo tempo, chiuso sul +24 (54-30). Nella ripresa, gli ospiti di coach Di Lorenzo provano una difficile rimonta, che non si concretizza. Sugli scudi Ouandie (21) e Simaitis (17).

 

COPPA CAMPANIA 2020, QUARTI DI FINALE

Angri Pallacanestro – Pall. Cercola 91-80

Pallacanestro Salerno – Cava de’ Tirreni Basket 80-58

Basket Bellizzi – Miwa Cestistica Benevento 59-52

New Basket Agropoli – New Caserta Basket 90-79

Foto da: facebook.com/asdpallacanestrosalerno.

Commenta
(Visited 190 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.