Colpaccio Cremona a Brindisi: la cronaca della partita

HAPPY CASA BRINDISI-VANOLI CREMONA 67-78
Parziali 17-19, 27-47, 42-60
HAPPY CASA BRINDISI: Krubally  13, Willis 4, Harrison 18,  Bostic  8, Visconti 2, Udom 7,  Gaspardo 10,   Bell 5,    Cattapan, Guido, Motta ne  All. Morea
VANOLI CREMONA: Poeta ne  Mian 22 , J Williams  9, Lee  4, TJ Williams 12,   Hommes 8,    Barford  11,  Cournooh 12.  Trunic e Donda ne.  All. Galbiati
L’Happy Casa Brindisi interrompe la sua serie di otto  successi consecutivi cedendo a sorpresa al PalaPentassuglia contro una formidabile Vanoli Cremona per  67-78 . Tanti  festeggiamenti  per gli ospiti che hanno espugnato il parquet della capolista e protagonista del momento  ed  ottenuto la certezza matematica di restare nella massima serie. Per la cronaca Reggio Emilia si è affermata al Paladesio contro Cantù dando un ulteriore sigillo  ai cremonesi  (in virtù del favorevole scontro diretto) per la salvezza.  Per il team di coach Galbiati, considerando che li roster è stato allestito una settimana prima dell’inizio delle ostilità,  equivale ad una “conquista dello scudetto”. I pugliesi dal canto loro hanno l’alibi” di non essere stati al completo, senza i due play titolari, Thompson e capitan Zanelli e Perkins  e Cremona ne ha approfittato per fare il “doppio colpo”  Le scelte tattiche di coach Galbiati danno dividendi, anche perché ha sul parquet giocatori veloci  che sanno  rallentare od aumentare il ritmo della gara per cambiare l’inerzia. Ciò nonostante  i problemi muscolari di Peppe Poeta rimasto in panchina. Brindisi ha da subito commesso l’errore di mettere in ritmo l’avversario concedendogli piu possibilità di tiro. Ora Cremona potrebbe addirittura agganciare i play-off.
Primo Quarto:  I ragazzi di coach Morea (in panchina al posto di Frank Vitucci alle prese con il covid)   all’inizio del match sono  un po’ leziosi  e Cremona parte bene con Cournooh  e soprattutto Mian per il 10-16 al  7’. I locali ritrovano la fiducia ed accorciano il distacco 17-19 al 10’.
Secondo Quarto. Cremona è subito in ritmo e sorprende l’Happy Casa che sbanda  e subisce un parziale di 9-0. Brindisi in attacco non produce il suo solito gioco  e i cremonesi lavorando bene in difesa,  lanciano i contropiedi. Barford commette il terzo fallo ma Mian è inarrestabile da tre punti e favorisce un incredibile allungo sino al più 20 dell’intervallo lungo 27-47 con 8 su 19 da tre punti.
Terzo Periodo : Brindisi non ha punti di riferimento in avanti  ma ha più forza in difesa. Si mette in luce Harrison con 7 punti e Cremona ha qualche problema.  Mian e compagni  affrettano i tiri  sbagliandone qualcuno di troppo ma   mantengono   comunque l’assoluto controllo del match 42-60 al 30’.
Quarto Periodo  Harrison cerca di rimettere in carreggiata i suoi ma commette il quarto fallo e va in panchina. La partita si riaccende per Brindisi che ha un altro atteggiamento e Cremona va in confusione. Al 34’ è ben altra partita sul 54-64.  Il team di Morea ha l’inerzia dalla sua parte. Cremona si affida alle accelerazioni di Cournooh sul 59-69 del 35’. I lombardi perdono lucidità ed Harrison commette il quinto fallo al 37’. Restano 10 i punti di vantaggio degli ospiti al 38’ 64-74 che bastano per arrivare alla fine del match con successo.

Marco Ravara

Commenta
(Visited 43 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.