Derthona ko a Trieste, Ramondino: "Impreparati sotto tutti i punti di vista"

Allianz Pallacanestro Trieste-Bertram Derthona 88-57

(20-18, 44-28, 66-47)

Tabellini:

Trieste: Banks 12, Sanders 9, Fernandez 8, Konate 17, Longo 3, Deangeli, Mian 3, Delia 13, Cavaliero, Campogrande 5, Gražulis 14, Lever 4. All. Ciani

Derthona: Mortellaro ne, Wright 3, Cannon 3, Tavernelli 3, Semeghini ne, Filloy 10, Mascolo, Severini, Sanders 8, Daum 18, Cain 12, Macura. All. Ramondino

 

Sconfitta per la Bertram Derthona sul campo dell’Allianz Trieste: dopo un primo quarto equilibrato, la formazione allenata da Ramondino incappa in una serata negativa e subisce per il resto della gara la maggiore energia e la grande precisione al tiro degli avversari, che allungano progressivamente il gap e lo amministrano fino alla sirena. Il prossimo impegno del Derthona sarà sabato 30 ottobre alle ore 20 al PalaFerraris contro la Virtus Bologna campione d’Italia in carica.

Avvio positivo della Bertram all’Allianz Dome: dopo due minuti il punteggio è 0-7. Nei minuti seguenti Trieste reagisce, opera il sorpasso e chiude avanti 20-18 il primo quarto. Nella seconda frazione i padroni di casa alzano l’intensità della propria difesa, togliendo ritmo al Derthona in attacco, e trovano canestri in transizione che alimentano il parziale favorevole. L’Allianz, nelle battute conclusive del primo tempo, dilata il proprio margine fino al 44-28 dell’intervallo.

Al rientro dagli spogliatoi la Bertram prova a ricucire il divario, ma la formazione allenata da Franco Ciani continua a giocare una partita concreta e precisa al tiro e aggiorna nuovamente il proprio massimo vantaggio: al 30’ il punteggio è 66-47. Nell’ultimo quarto Trieste controlla i ritmi della partita e allunga fino all’88-57 della sirena.

Così coach Ramondino al termine della gara: ʺComplimenti a Trieste per avere vinto una partita che ha dominato. Noi siamo stati impreparati sotto tutti i punti di vista e una squadra solida come l’Allianz ha approfittato di questa situazione, prendendo tutti i vantaggi possibili dalla nostra inconsistenza. Non siamo stati in grado di opporre resistenza e di metterli in difficoltà né in attacco né in difesa. La nostra stagione è un susseguirsi di alti e bassi e questo aspetto in trasferta alla lunga si vede, perché se si fa in modo che i go-to-guy entrino in partita è difficile fermarli e anche gli altri giocatori prendono fiducia. Oggi non è giusto cercare singoli responsabili per la sconfitta, il mio compito è portare la squadra a essere pronta a giocare questo tipo di partiteʺ.”.

Fonte: ufficio stampa Derthona Basket

Commenta
(Visited 22 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.